Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Dalla Regione Lazio un milione e 700mila euro per per il sostegno ai sistemi di valorizzazione del patrimonio culturale dei cammini di spiritualità; ecco chi può usufruirne

26 agosto 2017

La Regione Lazio ha varato un nuovo bando da oltre 1,7 milioni per il sostegno ai sistemi di valorizzazione del patrimonio culturale dei cammini di spiritualità, nell’ambito del progetto “Arte sui Cammini”. Una misura per avviare e sostenere una nuova fase di valorizzazione dei territori interessati dagli itinerari dei cammini di fede, più orientata, rispetto alle precedenti esperienze, all’arricchimento qualitativo del cammino e dei paesaggi attraversati. Ciò in quanto la realizzazione di produzioni e percorsi artistici, richiamo per un pubblico numeroso e variegato, appare strumento efficace per incrementare una fruizione di qualità dei Cammini, per esaltarne il paesaggio naturale e storico, in armonia con la loro natura spirituale. Scopo finale dell’iniziativa regionale, quindi, è quello di dare avvio ad un percorso volto a sostenere lo sviluppo e la successiva eventuale realizzazione di opere d’arte da collocare in aree pubbliche lungo i Cammini, che siano in grado di stabilire uno stretto rapporto con i contesti urbani e paesaggistico-ambientali attraverso lo sviluppo di sinergie innovative tra soggetti pubblici e privati idonee a garantire una valorizzazione effettiva e durevole del territorio. A darne notizia è, in una nota, l'assessore regionale Mauro Buschini.
"I Comuni coinvolti nell’iniziativa - spiega Buschini - sono quelli della Via Francigena del Sud tra cui: Paliano, Serrone, Piglio, Alatri, Acuto, Anagni, Ferentino, Frosinone, Torrice, Ripi, Arnara, Pofi, Ceprano, Arce, San Giovanni Incarico, Colfelice, Roccasecca, Castrocielo, Aquino, Piedimonte San Germano, Villa Santa Lucia, Cassino, Cervaro, San Vittore del Lazio, Veroli, Monte San Giovanni Campano, Castelliri, Isola del Liri, Arpino, Sora, Fontana Liri, Broccostella, Fontechiari, Posta Fibreno, Vicalvi, Alvito, Gallinaro, Atina, Villa Latina, Picinisco, San Biagio Saracinisco; quello di San Benedetto, da Subiaco fino a Montecassino, Trevi nel Lazio, Fiuggi, Guarcino, Vico nel Lazio, Collepardo, Alatri, Veroli, Monte San Giovanni Campano, Castelliri, Isola del Liri, Sora, Arpino, Santopadre, Casalvieri, Casalattico, Roccasecca, Castrocielo, Colle San Magno, Villa Santa Lucia, Cassino, nonché la Via Francigena del Nord ed il Cammino di Francesco. Possono presentare domanda di accesso ai benefici del bando enti privati (società, imprese, associazioni, fondazioni, gallerie d’arte, enti morali, ecc.), commerciali o non commerciali. Nelle proposte progettuali – una per ciascun soggetto proponente –, inoltre, può essere previsto anche il coinvolgimento di altri enti partner, come ad esempio le Camere di Commercio dopo la straordinaria esperienza di quella di Frosinone, a livello sia pubblico che privato. Nello specifico, i progetti devono avere ad oggetto la progettazione, realizzazione e posa in opera lungo i Cammini di una serie di produzioni artistiche costituite da almeno 3 opere d’arte idonee ad integrarsi con i valori paesaggistici, storico-culturali e artistici del territorio. Previsti contributi fimo a 150 mila euro, domande entro il 23 ottobre".

 

TI POTREBBERO INTERESSARE

L’Assemblea dei Sindaci ha approvato a maggioranza con 33 voti a favore e 16 contrari (pari alla rappresentanza di 288.260 cittadini contro 109.598) la risoluzione del contratto di gestione idrica con Acea Ato5.
35 Comuni sui 91 totali ricadenti sul territorio della Provincia di Frosinone non sono in regola con la legge n. 100 del 12 luglio 2012 che prevede che l’approvazione di un piano di emergenza comunale, redatto secondo i criteri e le modalità riportate nelle indicazioni operative del Dipartimento della Protezione Civile e delle Giunte regionali.
Una nuova scossa di terremoto in provincia di Frosinone, dopo quella verificatasi nei giorni scorsi: l'evento sismico - di magnitudo 2.6 gradi della scala Richter - è stato rilevato l'altro ieri sera, venerdì dicembre - dai sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia alle ore 23:40:33, a una profondità di 8,4 Km, con epicentro a due km da Belmonte Castello, con coordinate geografiche (lat, lon) 41.57, 13.8. Il sisma è stato avvertito in tutto il comprensorio nel raggio dei 20 chilometri dall’epicentro, vale a dire nei Comuni di Atina, Villa Latina, Sant'Elia Fiumerapido, Villa Santa Lucia, Casalattico, Colle San Magno, Piedimonte San Germano, Castrocielo, Gallinaro, Casalvieri, Vallerotonda e Picinisco. Diverse segnalazioni sono arrivate anche da Cassino. Nessun danno a persone o cose è stato registrato.
ACEA Ato 5 prosegue la campagna di sostituzione dei contatori: gli interventi sono in corso in 11 comuni; nelle prossime settimane coinvolti altri sette centri
La Provincia di Frosinone investe sul potenziamento della raccolta differenziata. Si tratta delle risorse relative al bando rivolto ai Comuni e alle Unione dei Comuni “Bando per la presentazione di candidature per la progettazione e la realizzazione di servizi innovativi per il potenziamento della raccolta differenziata dei rifiuti urbani”, la cui graduatoria fu pubblicata nel settembre 2014.