Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Frosinone, strade interdette alla prostituzione: ecco l’elenco

9 agosto 2017

Il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, emetterà, nei prossimi giorni, la nuova ordinanza, con il coordinamento della Prefettura di Frosinone, che includerà un numero ulteriore di strade interdette alla prostituzione, dopo quelle iniziali rientranti all'interno del sistema viario dell'Asi, allo scopo di evitare che l'esercizio del meretricio si trasferisca da un comparto all'altro.  Dopo aver adottato i primi atti per contrastare il grave intralcio alla circolazione stradale, alla pubblica incolumità e alla sicurezza urbana, ovvero il pericolo causato dai comportamenti connessi all’offerta e alla domanda di prestazioni sessuali sulla pubblica via, il sindaco ha infatti deciso di ampliare il perimetro dell’area su cui il divieto sarà attivo. I comportamenti connessi alla prostituzione, oltre a derivare da sfruttamento di vite umane, possono offendere, inoltre, la pubblica decenza per le modalità con cui si manifestano, turbando gravemente il libero utilizzo degli spazi pubblici o la fruizione a cui sono destinati, rappresentando un elemento di pericolosità. L’elenco aggiornato delle strade interessate dall’ordinanza comprenderà, dunque, via Le Noci, via Selva dei Muli, via Armando Fabi, via Cav. G.A. Cesari, via Mola Dei Frati, via Pietra Rotonda, via Mattei, via Morolense, via dell’Industria e la zona Asi, via Selvotta, via Fontana Ranna, via Ecetra, via degli Anziati, via Lestre del Cerro, via Antonello da Messina, via dei Gelsi. Il provvedimento sarà valido in via sperimentale fino al 30 settembre (con possibilità di reiterazione, in caso dia esiti giudicati positivamente) e prevede il divieto a chiunque di porre in essere comportamenti diretti, in modo non equivoco o anche allusivo, ad offrire prestazioni sessuali a pagamento, oppure mediante abbigliamento indecoroso o che mostri nudità. E' vietato chiedere informazioni a soggetti che realizzino comportamenti sopra descritti, così come si proibisce il concordare l'acquisizione di prestazioni sessuali a pagamento. Se l'interessato è a bordo di un veicolo, la violazione si concretizza anche con la semplice fermata. Le violazioni, in tal senso, comporteranno sanzioni da un minimo di 25 euro a un massimo di 500 euro.



TI POTREBBERO INTERESSARE

"Invito il Sindaco di Ferentino a non criticare Nicola Ottaviani, sindaco di Frosinone, ma di prenderne esempio"; ad affermarlo è Marco Valeri, consigliere comunale di Forza Italia a Ferentino, per il quale, il sindaco di Frosinone va ringraziato per la celere emanazione dell'ordinanza comunale per combattere la prostituzione sul proprio territorio comunale. "Rispetto a Pompeo, più volte sollecitato in tale senso - spiega Valeri - Ottaviani ha avuto la prontezza di emanare subito l'ordinanza prima della pausa ferragostana spronando in questo modo i sindaci dei comuni limitrofi ad attivarsi". Pertanto, afferma ancora Valeri rivolgendosi al sindaco di Ferentino, "caro Antonio Pompeo, anche in questo caso si è notata a livello provinciale la tua inefficienza amministrativa. Se non ci fosse stato l'intervento celere di Ottaviani, chissà "manco a Natale" avremmo avuto questa ordinanza. Pertanto caro sindaco, prendi esempio da Ottaviani che "sa cantare anche senza sparito" mentre tu "stoni anche con lo spartito".
Il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, ha emesso un'ordinanza contingibile e urgente per contrastare il grave intralcio alla circolazione stradale, alla pubblica incolumità e alla sicurezza urbana, ovvero il pericolo causato dai comportamenti connessi alla prostituzione nella zona Asi.
È terminata in settimana la procedura per lo stanziamento del fondo di solidarietà per i consumi del gas, introdotto dall’amministrazione Ottaviani. Saranno 410 le famiglie che, che a seguito della istruttoria definita dal servizio prestazioni sociali dell’Ente, accederanno alla ripartizione dei finanziamenti per sostenere i consumi ed il pagamento delle relative bollette per il riscaldamento civile. Il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, infatti, grazie all’accantonamento di una piccola quota sulle singole utenze attualmente allacciate sul territorio comunale,
Il Sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani, nella sua qualità di Presidente della Conferenza dei Sindaci sulla Sanità Provinciale, ha convocato i 91 primi cittadini della provincia per lunedì 6 ottobre, alle ore 13 in prima convocazione e alle ore 15 in seconda convocazione, nella sala teatro della Asl di Frosinone per discutere di alcune tematiche importanti e di stringente attualità. Continua a leggere...
I sindaci delle quattro città Capoluogo del Lazio, Rieti, Viterbo, Latina e Frosinone, lanceranno “Roma Capitale 2014” attraverso un documento congiunto che sarà presentato domani, lunedì 26 settembre, alle 12, nell’aula consiliare del comune di Rieti. Simone Petrangeli, Leonardo Michelini, Damiano Coletta e Nicola Ottaviani credono nelle Olimpiadi quale strumento di crescita e occupazione per tutto il Lazio, partendo proprio dall’area metropolitana (adottando, quindi, la formula di “Roma Capitale 2024” al posto di “ Roma 2024”). Nel corso della conferenza stampa congiunta di domani saranno illustrate, nel dettaglio, le posizioni dei sindaci dei quattro capoluoghi laziali.