Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Impugnativa dell’autorizzazione all’impianto Rodesco, il Comune di Ferentino si schiera al fianco dell'associazione Civis e parteciperà al giudizio davanti al TAR

28 giugno 2017

Il Comune di Ferentino sosterrà l’azione dell’associazione Civis e dei cittadini partecipando al giudizio avanti al TAR per l’impugnativa dell’autorizzazione all’impianto Rodesco; ad affermarlo - nel corso dell'assemblea che si è tenuta la scorsa settimana nei locali della Parrocchia di San Giuseppe e Sant’Ambrogio, in zona Stazione a Ferentino, è stato lo stesso sindaco e presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo che vi ha partecipato insieme alla consigliera comunale Stefania Timi e all'assessore Franco Martini.
“Se la Provincia non revocherà la conferma dell’autorizzazione a Rodesco, il Comune è determinato ad adire il TAR a fianco dell’associazione Civis e dei cittadini”, ha dichiarato in quell'occasione il Sindaco di Ferentino.
Per Civis, associazione in prima linea nella difesa dell'ambiente nella Valle del Sacco, "si tratta di un passo importante perché l’appoggio dell’amministrazione comunale è fondamentale nell’azione che si sta per intraprendere; ringraziamo il Sindaco e l’amministrazione comunale".
Nel frattempo - proprio in questi giorni - Civis sta procedendo a reperire i fondi necessari alla presentazione del ricorso al TAR; la scadenza per notificare l’impugnativa degli atti della Provincia si avvicina rapidamente: c’è tempo fino al 2 luglio p.v. per versare il proprio contributo. Chi ha interesse a partecipare con una propria quota, anche minima, può contattare il presidente di Civis Alessandro Ciuffarella o può scrivere a questo indirizzo e-mail: civis.ferentino@gmail.com.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Il Tar di Latina con sentenza abbreviata odierna da piena ragione ai cittadini ed alle associazioni, nel caso Civis, sull’autorizzazione di apertura di un Impianto di Trattamento Rifiuti della Rodesco s.r.l. La Provincia di Frosinone condannata anche al pagamento delle spese. L’occasione è buona per la minoranza consigliare, rappresentata da Maurizio Berretta, Gianni Bernardini, Marco Maddalena e Marco Valeri, che in una nota congiunta inviata a questa redazione scrivono: “un’azione politica da una parte, e associativa dall’altra, durata oltre un anno, contro l’insediamento di questo Impianto di Trattamento Rifiuti, che in prima istanza chiedeva di ottenere un’autorizzazione per trattare 50.000 ton di rifiuti; un impianto da collocare nelle immediate vicinanze di abitazioni , scuole e stazione ferroviaria. Unitamente, ai cittadini, alle associazioni, ai partiti non rappresentati, siamo riusciti ad ostacolare questo ulteriore affronto alla Valle del Sacco, già devastata sotto l’aspetto ambientale.
L’associazione Civis ha notificato il ricorso al TAR del Lazio contro l’iscrizione della Rodesco al Registro Provinciale delle attività di trattamento dei rifiuti per l’impianto di Ferentino. Sono stati chiamati in giudizio la Provincia di Frosinone, il Comune di Ferentino e l’impresa.
Una prima vittoria per il Comune di Ferentino nei confronti dell’azienda Rodesco, la società che intende insediare un impianto di compostaggio in città. Il Tar di Latina, infatti, ha respinto la sospensiva, richiesta dalla società rispetto al diniego che il Comune, insieme con la Provincia, avevano disposto circa il progetto industriale, rigettando anche la richiesta di risarcimento danni pari a 627mila euro. Un provvedimento, quello adottato dal Tribunale amministrativo, che evidenzia soprattutto la corretta gestione della vicenda da parte dell’Amministrazione comunale di Ferentino, che ha operato secondo i principi di legge per difendere gli interessi della popolazione locale.
L’associazione Civis ha presentato il ricorso al TAR del Lazio per impugnare l’iscrizione al registro provinciale delle imprese in procedura semplificata che permette alla società Rodesco Ambiente srl di esercitare un’attività di trattamento e gestione dei rifiuti in Ferentino. Il ricorso è stato notificato alla Provincia di Frosinone che ha emesso i provvedimenti ed atti autorizzativi ed a tutti gli altri controinteressati. "Ringraziamo i cittadini di Ferentino e le associazioni che hanno contribuito a costituire il fondo per il ricorso al TAR - spiegano in una nota i responsabili dell'associazione - nei prossimi giorni Civis avrà cura di rappresentare pubblicamente la sua gratitudine a tutti coloro che hanno sostenuto l’azione giudiziaria. E terremo memoria di chi, invece, ha tentato di strumentalizzare politicamente l’operato di Civis con insinuazioni che non vale la pena di commentare. Ancora una volta contano solo i fatti".
Chi si loda s'imbroda: ne sono convinti i responsabili dell'associazione Civis che dopo aver letto il comunicato stampa pubblicato da questo giornale e inviato dall'ufficio stampa del Comune di Ferentino con il quale si comunicava il “grande successo” dello sportello per il SIN, dicono di essere scoppiati in una sonora risata.