Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

33 voti a favore e 16 contrari: l'assemblea dei sindaci approva a maggioranza la risoluzione del contratto di gestione idrica con Acea Ato5; ecco come hanno votato i sindaci

13 dicembre 2016

L’Assemblea dei Sindaci ha approvato a maggioranza con 33 voti a favore e 16 contrari (pari alla rappresentanza di 288.260 cittadini contro 109.598) la risoluzione del contratto di gestione idrica con Acea Ato5.
Di seguito, nel dettaglio, la decisione dei sindaci nell'assemblea che si  tenuta oggi, martedì 13 dicembre. Favorevoli alla risoluzione: Alatri; Alvito; Arnara; Boville; Casalvieri; Cassino; Castro dei Volsci; Ceccano; Cervaro; Coreno Ausonio; Fiuggi; Frosinone; Guarcino; Monte S.G.Campano; Paliano; Picinisco; Pico; Pofi; Pontecorvo; Ripi; Rocca d’Arce; Roccasecca; S.Donato Val Comino; S.Elia Fiumerapido; S.Giorgio a Liri; S. Giovanni Incarico; S. Vittore del Lazio; Serrone; Settefrati; Sora; Strangolagalli; Torre Cajetani; Vallerotonda.
 
Contrari alla risoluzione: Anagni; Belmonte Castello; Ceprano; Esperia; Ferentino; Fontana Liri; Fontechiari; Fumone; Isola del Liri; Patrica; Piglio; Posta Fibreno; Sgurgola; Terelle; Veroli; Vico nel Lazio.

Assenti: Acquafondata; Acuto; Aquino; Arce; Arpino; Atina; Ausonia; Broccostella; Campoli Appennino; Casalattico; Castelliri; Castelnuovo Parano; Castrocielo; Colfelice; Colle S. Magno; Collepardo; Falvaterra; Gallinaro; Morolo; Pastena; Pescosolido; Piedimonte S. Germano; Pignataro Interamna; S. Ambrogio sul Garigliano; S. Andrea del Garigliano; S. Apollinare; S. Biagio Saracinisco; Santopadre; Supino; Torrice; Trivigliano; Vallemaio; Vicalvi; Villa Latina; Villa S. Lucia; Viticuso; Campodimele.

“Recepisco la volontà sovrana della Conferenza dei Sindaci” sostiene il presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo. Ed aggiunte: “mi auguro che la decisione presa sia quella giusta e spero che non si riapra una interminabile stagione di contenziosi. Inizia oggi una fase nuova con dei connotati difficilmente identificabili al momento”.

“Dopo anni di soprusi e di mancato rispetto della convenzione – ha dichiarato il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani, a margine della decisione con cui è stato risolto il contratto con Acea – adesso è stata ripristinata la situazione di legalità tra il gestore e l’utenza della nostra provincia. Fino al 2013, i sindaci avevano omesso di approvare il piano tariffario e quello degli investimenti che il gestore avrebbe dovuto portare avanti, per adeguare la rete idrica ed il sistema fognante, evitando la dispersione di quasi due terzi delle risorse presenti nelle tubature. Dal 2014 in poi, però, è stato proprio il gestore a non adempiere, ritualmente e tempestivamente, i propri obblighi contrattuali, evitando di versare nelle casse della collettività oltre 21 milioni di euro e compilando bilanci senza le doverose specificazioni sui costi effettivamente sostenuti. Senza contare che, nel capoluogo, sono ancora migliaia le abitazioni che non possono disporre dell'allaccio al collettore pubblico fognante, con evidenti ripercussioni sotto il punto di vista ambientale, a causa dei mancati investimenti del gestore sul depuratore di via Pratillo. Contemporaneamente, Acea ha proceduto ai distacchi delle utenze ritenute morose, senza ascoltare ragioni e invocando il rispetto di un contratto che, se esiste, deve essere applicato in modo reciproco e non a proprio uso e consumo. Adesso la parola torna ai sindaci, alle amministrazioni e, soprattutto, al territorio che è in grado di ripristinare l’equilibrio e la razionalità nella gestione delle risorse idriche. Oggi non hanno vinto o perso le segreterie di partito, ha vinto soltanto la coerenza di quei sindaci, 33 su 86, che hanno avuto il coraggio di difendere i diritti della nostra gente”.


TI POTREBBERO INTERESSARE

La Regione Lazio ha varato un nuovo bando da oltre 1,7 milioni per il sostegno ai sistemi di valorizzazione del patrimonio culturale dei cammini di spiritualità, nell’ambito del progetto “Arte sui Cammini”. Una misura per avviare e sostenere una nuova fase di valorizzazione dei territori interessati dagli itinerari dei cammini di fede, più orientata, rispetto alle precedenti esperienze, all’arricchimento qualitativo del cammino e dei paesaggi attraversati.
La Provincia di Frosinone investe sul potenziamento della raccolta differenziata. Si tratta delle risorse relative al bando rivolto ai Comuni e alle Unione dei Comuni “Bando per la presentazione di candidature per la progettazione e la realizzazione di servizi innovativi per il potenziamento della raccolta differenziata dei rifiuti urbani”, la cui graduatoria fu pubblicata nel settembre 2014.
Servizi straordinari di controllo e di prevenzione del crimine da parte dei Carabinieri della Compagnia di Alatri che nel corso dell'ultimo week-end hanno battuto palmo a palmo il territorio; l’attività ha visto impiegati i Carabinieri della Compagnia oltre che ad Alatri, anche a Fiuggi, Boville Ernica, Veroli e Guarcino, con l’impiego di sei autovetture e 12 militari.
Prosegue l’omaggio a Morricone della Provincia. Domenica a Coreno Ausonio il concerto dell’Orchestra da Camera di Frosinone
35 Comuni sui 91 totali ricadenti sul territorio della Provincia di Frosinone non sono in regola con la legge n. 100 del 12 luglio 2012 che prevede che l’approvazione di un piano di emergenza comunale, redatto secondo i criteri e le modalità riportate nelle indicazioni operative del Dipartimento della Protezione Civile e delle Giunte regionali.