Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

In Questura a Frosinone la commemorazione dei defunti della Polizia di Stato: tanti agenti riuniti in preghiera per i loro caduti

2 novembre 2016

La condivisione dei valori accomuna da sempre la grande famiglia della  Polizia di Stato che questa mattina – mercoledì 2 novembre - ha voluto ricordare i propri defunti ed in particolare i caduti in servizio affinché il loro sacrificio testimoni nel tempo lo spirito di abnegazione al dovere ed alle Istituzioni.
Dopo la deposizione della Corona ed il momento di preghiera al cippo dedicato ai poliziotti della Stradale Izzo e Pontarelli morti in servizio, il Questore Filippo Santarelli ha partecipato alla solenne messa celebrata dal Cappellano della Polizia di Stato.

Particolarmente toccante è stato il momento della recita della preghiera del poliziotto nel ricordo di coloro che non ci sono più. Per gli uomini e le donne della Polizia di Stato quella di oggi  è stata una giornata per condividere insieme i valori della memoria e della solidarietà.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Questa mattina giovedì 27 novembre il Questore Filippo Santarelli ha incontrato le donne e gli uomini della Polizia di Stato che svolgono servizio nel Commissariato della cittadina termale. A fare gli onori di casa il Dirigente dott. Sergio Vassalli con il quale il Questore si è complimentato per la brillante “Operazione Millionaire” portata a termine proprio nella giornata di ieri dal Commissariato di Fiuggi congiuntamente all’Arma dei Carabinieri ed alla Guardia di Finanza.
Nella lista delle persone decedute a seguito del terremoto che si è verificato nella notte scorsa, ci sarebbe anche il figlio del Questore di Frosinone dott. Filippo Santarelli; il giovane - 26 anni - si trovava a casa dei nonni ad Amatrice. Numerosi gli attestati di cordoglio giunti in queste ore all'indirizzo della Questura di Frosinone da parte di numerose autorità civili e religiose per la scomparsa di Marco, questo il nome del giovane deceduto.

La dott.ssa Cristina Rapetti da oggi nuovo Capo di Gabinetto della Questura di Frosinone

A prendere il suo posto al Commissariato di P.S. di Cassino il Commissario Capo Dr. Nicola Donadio
Cambio ai vertici della Questura di Frosinone e del Commissariato di Cassino. Da oggi, insediamento ufficiale del nuovo Capo di Gabinetto della Questura di Frosinone, Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato D.ssa Cristina Rapetti. Un prestigioso incarico assegnato al funzionario di Polizia quale riconoscimento anche della grande professionalità ed equilibrio con cui ha diretto, da ottobre del 2014, il Commissariato di Cassino.
Il Questore della Provincia di Frosinone dottor Filippo Santarelli, ha ricevuto presso il suo ufficio nella Questura di Frosinone, il Rettore Presidente dell’Accademia Bonifaciana Cavalier Sante De Angelis. Continua a leggere...
Nella mattinata di oggi – giovedì 17 settembre - il Questore di Frosinone Filippo Santarelli ha ricevuto gli Assistenti Capo della Polizia di Stato Vincenzo Lapomarda, anagnino, e Walter D’Arpino, entrambi in servizio presso il Commissariato di Polizia di Stato di Fiuggi. Il dott. Santarelli ha voluto esprimere tutta la sua soddisfazione nei confronti dei due agenti, distintisi per prontezza d’azione e professionalità, in occasione del salvataggio di un uomo di trentanove anni, domiciliato nella città termale, che, tre giorni fa, aveva tentato di togliersi la vita. Nella circostanza, determinante è stato anche il lavoro svolto oltre che dall’Arma dei Carabinieri nonché l’attività di coordinamento operata dalla Sala Operativa della Questura di Frosinone, motivo per cui stamane, oltre che con gli agenti, il Questore ha voluto congratularsi anche con il dott. Di Franco. Dopo aver udito direttamente dalla voce degli agenti le modalità con le quali è stata condotta l’azione di salvataggio e la rituale stretta di mano, il dott. Santarelli si è impegnato affinché i due poliziotti possano vedersi attribuito il giusto riconoscimento premiale per la professionalità messa in campo nella circostanza.