Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Viabilità: rifacimento del manto stradale sulla SP 8, tra Esperia e Pontecorvo, sulla SP 225 in territorio di Pastena e sulla SP 16 "Caragno-Palombara", che attraversa Ceprano

30 ottobre 2016

La Provincia di Frosinone investe nella sicurezza e nella manutenzione stradale. In questi giorni il Presidente Antonio Pompeo ha firmato i decreti per dare avvio ad una prima fase di interventi, a cui ne seguiranno, a stretto giro, numerosi altri.
Questa prima fase prevede lavori di rifacimento del manto stradale sulla SP 8, che interessa i comuni di Esperia e Pontecorvo; sulla SP 225 in territorio di Pastena e sulla SP 16 "Caragno-Palombara", che attraversa il comune di Ceprano.

Nonostante i tagli al trasferimento dei fondi, a fronte di circa 1500 km complessivi di rete stradale di competenza, la Provincia di Frosinone con una rigorosa azione di razionalizzazione ed efficientemente delle risorse è riuscita a ritagliare nel bilancio approvato nello scorso mese settembre un consistente tesoretto che si è deciso di investire nella manutenzione delle strade e delle scuole. Oltre tre milioni di euro sulla viabilità e oltre un milione di euro sull'edilizia scolastica.
I lavori sulle sulla SP 8, sulla SP 225 e sulla SP 16 prenderanno avvio nei prossimi giorni.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Ottocentomila euro di fondi regionali per mettere in sicurezza l'area ai piedi della cattedrale di Anagni; entrano nella fase operativa i lavori che consentiranno di osservare da vicino ed in tutta sicurezza uno degli angoli più belli della provincia
Gravi disagi sulla A1 nel tratto compreso tra Frosinone e Ceprano, in seguito ad un grave incidente stradale verificatosi questa mattina, giovedì 28 aprile, poco dopo le 4.30.
Uno scontro, verificatosi per cause ancora da chiarire, tra un camion ed un’Audi ha causato la morte di un 47 enne originario di Pisa nel tratto della A1 compreso tra Frosinone e Ceprano. Tutto si è verificato stamattina, martedì 15 novembre, poco dopo le 8.30.

Guardia di Finanza di Frosinone: ente pubblico ciociaro distraeva fondi destinati ai profughi. Contestato danno erariale da 800mila euro

Ente a totale partecipazione pubblica rappresentato da un Sindaco della Provincia di Frosinone segnalato alla Procura Regionale della Corte dei Conti per danno erariale
Ente a totale partecipazione pubblica rappresentato da un Sindaco della Provincia di Frosinone segnalato alla Procura Regionale della Corte dei Conti per danno erariale. A fronte di quasi 5 milioni di euro di fondi pubblici erogati dal soggetto attuatore della Regione Lazio, incaricato di gestire l’”emergenza Nord Africa”, a favore di un ente pubblico costituito in Provincia di Frosinone ed avente finalità di assistenza ed ospitalità dei molti profughi affluiti in Provincia tra il 2011ed il 2012, circa 800.000 euro sono stati distratti dalla loro finalità istituzionale. Conseguentemente il servizio di assistenza ed ospitalità è stato erogato in modo assai carente e inadeguato, a dispetto delle ingenti risorse finanziarie erogate dallo Stato.

Da Serrone all’Expo di Milano con il progetto Cibo

Giovedì 14 alle ore 12, presso la delegazione, incontro tra Comune, Camera di Commercio e operatori del settore
Ci.Bo è l’acronimo di “Ciociaria Buona & Ospitale”, il progetto con cui la Camera di Commercio di Frosinone ha deciso di portare all’Expo di Milano un panel di prodotti tipici e di manufatti dell’artigianato artistico tradizionale realizzati nei comuni aderenti al progetto, da Serrone ad Alatri, Arpino, Ati­na, Boville Ernica, Ferentino, Piglio, Veroli, Esperia, Cassino, Ceprano e Ripi.Per consentire a tutti gli operatori del settore di sfruttare appieno questa importante opportunità, giovedì prossimo alle 12, presso la delegazione comunale di La Forma, l’assessore alle attività produttive di Serrone, Emiliano Campoli, ha organizzato un incontro con tutti gli operatori interessati al progetto con il presidente della Camera di Commercio di Frosinone, Marcello Pigliacelli (e il direttore generale) al fine di comprendere appieno prospettive e modalità per gestire nel modo migliore il progetto predisposto con Lazio Innova.