Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Al via l’ambizioso progetto “The New Silk Road” a Cineto Romano

28 ottobre 2016

La distanza non è un problema per chi vuole conoscervi davvero. Non è una frase banale ma qualcosa di più. In questa frase, pronunciata da uno dei delegati cinesi arrivati a Cineto Romano lo scorso 26 ottobre in occasione della presentazione dell’ambizioso progetto “The New Silk Road” – La Nuova Via della Seta, c’è già l’inizio di un patto, di un accordo, di una visione. C’è già la volontà di stringere alleanze e trasformarle in qualcosa di reale, concreto, tangibile. Arte, cultura, musica, tradizioni, buon cibo. La Cina adora questo dell’Italia e su questo vuole investire. Non si bada a spese, non si risparmia nulla: la voglia di crescere è tanta, come grande è l’amore che questo popolo nutre nei confronti dell’Italia. Per questo, collaborazione e fiducia sono le parole chiave per dar vita a proposte di ampio respiro. Entusiasta dell’incontro il Sindaco di Cineto Romano, Liani Massimiliano che si è detto pronto a valutare con estrema attenzione e cura quanto è stato messo sul tavolo dalla nutrita delegazione cinese giunta mercoledì 26 a far visita al suo popolo.
Un ruolo senza dubbio fondamentale è stato svolto da Angelo Latini di ECW, da diversi anni ormai inserito negli interscambi economici e commerciali tra Italia e Cina, come fondamentale è stato il ruolo giocato da altre due realtà: la Ladyoak Ldt di Manchester e la società DirectCom che ha curato la comunicazione e il marketing. Tutto è pronto dunque per partire. I primi protocolli di intesa sono stati firmati. I delegati cinesi sono rientrati nel loro paese convinti di aver assistito a qualcosa di unico, grande, eccezionale. Qualcosa che, nell’immediato futuro, darà i frutti sperati.

Angelica Stramazzi
 
 

TI POTREBBERO INTERESSARE

Giovedì 4 giugno, nella Sala della Ragione del Comune di Anagni a partire dalle 10.30, si terrà il convegno "Parco delle Eccellenze Italiane - Una concreta opportunità per le nostre imprese in Cina".Un incontro tra le aziende del territorio e Confimprese NordOvest che, in partenariato con la Municipalità di Hangzhou, ha realizzato un parco dedicato alle eccellenze Made in Italy, composto da un area espositiva commerciale di oltre 87.000 mq, che vedrà l’apertura di vetrine permanenti per la vendita di servizi e prodotti. Il parco mira ad attirare consumatori privati, ma soprattutto buyer, distributori e importatori cinesi.
La Cina incontra Ferentino. Martedì mattina si è svolto un altro incontro tra la Città di Ferentino e rappresentanti del grande paese asiatico. Nel Palazzo Comunale, alle ore 11, una delegazione della Provincia di Ningbo ha incontrato una rappresentanza dell’Amministrazione del sindaco, Antonio Pompeo, e altri membri dello staff allo scopo di implementare la cooperazione bilaterale e rafforzare i legami istituzionali tra i due Paesi.La città di Ningbo conta più di sette milioni di abitanti, è situata nella zona orientale della Cina, nella provincia dello Zhejiang, nei pressi di Shangai. E’ una delle città più antiche della Cina, con una storia che risale al 4800 a.C. ed ha da sempre una florida vita commerciale. La delegazione cinese, accompagnata dalla Frayin International, società che promuove le relazioni tra Italia e Cina e responsabile del tour istituzionale nel nostro Paese del gruppo, era composta dal vice-direttore del porto di Ningbo, Zhao Haiyang e altri cinque dirigenti di primo livello. Durante l’incontro sono state analizzate le possibilità di cooperazione internazionale, con particolare riguardo al commercio e al commercio online, con approfondimenti sugli eventuali itinerari logistici delle merci.
Ferentino sempre più vicina alla Cina. Ieri mattina una delegazione di sei rappresentanti della municipalità di Shangai è stata ricevuta nel Palazzo Comunale alla presenza del sindaco, Antonio Pompeo, e dell’assessore alla pubblica istruzione, Francesca Collalti.
Nell'ambito dei percorsi di cooperazione e di partnership avviati dall'agenzia Lazio Innova tra le aziende e le istituzioni della regione Lazio e quelle della provincia cinese di Tianjin, si è tenuto - mercoledì pomeriggio - nella sala ricevimenti del palazzo comunale di Jacopo da Iseo, un incontro tra l'amministrazione comunale di Anagni, rappresentata dal sindaco Fausto Bassetta e dall'assessora ai Servizi sociali Alessandra Cecilia e una delegazione cinese di Tianjin, rappresentata da quattro municipalità della Cina controllate direttamente dal Governo Centrale, quinta in termini di popolazione con tredici milioni di abitanti.
Il Comune di Anagni ha aderito al progetto “Wonder Ways” che, nei giorni scorsi, ha visto il passaggio dei Cammini dei Cinque Continenti. Noti giornalisti internazionali e e blogger provenienti da America Latina, Inghilterra, Francia, Belgio e Cina hanno percorso la Via Francigena del Sud conoscendo i tesori architettonici e artistici di molti centri, tra cui Anagni, che avranno così una risonanza nazionale e internazionale.