Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Picchia la madre: arrestato a Morolo 27enne anagnino

3 settembre 2014

Picchia la madre e viene arrestato. È successo stamattina a Morolo. I carabinieri della stazione locale hanno infatti tratto in arresto un 27enne di origine anagnina, ma di fatto da tempo domiciliato a Morolo, per maltrattamenti in famiglia e danneggiamento. Il giovane, alterato ed in evidente stato di agitazione, aveva maltrattato e minacciato la madre, danneggiando contestualmente diversi suppellettili dell’abitazione. A dare l’allarme sono sati i vicini che hanno chiamato i carabinieri. All’arrivo delle forze dell’ordine, il giovane è stato tratto in arresto dai militari intervenuti e messo a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. Che, nel convalidare l’arresto, ha imposto al figlio anche l’allontanamento dall’abitazione della madre.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Aveva iniziato a malmenare la madre con una mazza da baseball. L’intervento dei carabinieri ha permesso di evitare il peggio. Per il giovane, sono scattate le manette. È successo a Piglio.
I Carabinieri della stazione di Morolo hanno tratto in arresto, nel pomeriggio di oggi, S.P., 32enne di Morolo, già censito per analoghi reati, percosse e danneggiamento; l'uomo è stato fermato a Frosinone ed è accusato di di maltrattamenti in famiglia continuati.
Alatri. Minorenne terribile inveisce contro la madre per farsi consegnare 1000 euro e il telefono; all'arrivo dei Carabinieri prova a cercare lo scontro fisico: arrestato 17enne
Nel pomeriggio di oggi, a Sgurgola, durante un predisposto servizio di controllo del territorio, i militari della locale Stazione Carabinieri collaborati da quelli del Comando Stazione di Morolo, hanno tratto in arresto nella flagranza di reato un 25enne, originario della provincia, già censito per reati specifici
Un 32enne di Morolo, già censito per maltrattamenti in famiglia, percosse e danneggiamento è stato denunciato in stato di libertà dai Carabinieri della stazione di Morolo per maltrattamenti in famiglia continuati e violazione del divieto di avvicinamento. I militari - a seguito di indagini - hanno raccolto univoci e concordanti elementi di colpevolezza nei confronti del giovane che, la scorsa notte, in evidente stato di alterazione psico-fisica si recava presso l’abitazione dei genitori, ingiuriandoli, minacciandoli e danneggiando anche delle suppellettili. Al 32enne, già tratto in arresto lo scorso 26 giugno 2019 per maltrattamenti in famiglia sempre nei confronti dei genitori, l’Autorità Giudiziaria aveva imposto di non avvicinarsi presso la loro abitazione.