Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Tre rumeni arrestati per furto aggravato

6 agosto 2014

Furto aggravato. Con questa accusa ieri notte i carabinieri della  Compagnia  di Frosinone, in collaborazione con quelli di Alatri e Anagni, insieme al personale della locale Questura e della Polstrada del capoluogo ciociaro,  nell’ambito di un servizio di perlustrazione per il controllo del territorio, hanno tratto in arresto in flagranza di reato tre cittadini rumeni, già noti alle forze dell’ordine, due residenti a Napoli ed uno a Frosinone. I tre, con un complice sfuggito poi alla cattura, in piena notte, dopo essersi introdotti all’interno  di un deposito giudiziario sito in Frosinone utilizzando un furgone per abbattere il cancello d’ingresso, avevano asportavano una Kia Rio per poi dileguarsi verso via Armando Vona, zona ASI.  Nel frattempo il proprietario del deposito, chiamato per un intervento, si era però accorto del fatto, dando subito dopo l’allarme. È stata quindi girata una nota di ricerca a tutte le pattuglie in quel momento in servizio. I quattro malviventi, intercettati dalla pattuglia del NORM di Frosinone, vistisi scoperti, dopo un primo accenno di fuga hanno abbandonato l’auto e si sono dati ad una precipitosa fuga nelle campagne circostanti. Sono poi arrivati i carabinieri delle Compagnie di Alatri e Anagni e gli agenti della Squadra Volanti e della Polstrada, che operando in perfetta sinergia nonostante l’alta vegetazione presente e le difficoltà dettata dall’ora notturna sono riusciti a bloccare tre dei quattro soggetti e trarli in arresto. Sono ancora in corso le indagini per rintracciare il quarto. Al termine delle formalità di rito, i tre sono stati portati nelle camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Frosinone, in attesa di rito direttissimo. L’auto rubata è stata riconsegnata al responsabile del deposito. Che ha subìto parecchi danni durante l’azione dei malviventi.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Furto aggravato in concorso, la Polizia di Stato di Frosinone ferma quattro gambiani a Frosinone; per altri sei cittadini stranieri scatta invece il decreto di espulsione dal Territorio Nazionale
Due italiani di 45 e 40 anni sono stati arrestati ad Anagni nella tarda serata di mercoledì scorso per furto aggravato. Si erano introdotti nella Floridiana, ristorante anagnino sito lungo la Casilina, per rubare alimentari ed altre suppellettili. Sono stati scoperti e bloccati dai carabinieri di Acuto. Per loro, con l’accusa di furto aggravato in concorso, si sono aperte le porte del carcere di Frosinone, in attesa del processo.
In trasferta a Ceccano per rubare all’Istituto d’Istruzione Superiore di via Gaeta: due rumeni appena ventenni residenti a Supino arrestati dai Carabinieri
Aveva fatto spesa, dimenticandosi di pagare. Inevitabili per lui le manette. A Fiuggi, i Carabinieri hanno tratto in arresto per furto aggravato e ricettazione, un 55enne di origini rumene, da anni residente nella cittadina termale.
Questa mattina a Ferentino i militari della locale Stazione, nell’ambito di mirati servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto dei reati predatori, hanno tratto in arresto per furto aggravato un uomo ed una donna, ALI Romeo e IANCU Nuta, entrambi classe 1993 di nazionalità rumena e residenti nella Capitale, con precedenti penali specifici. Gli arrestati sono stati sorpresi dopo aver perpetrato un furto all’interno di un supermercato di Ferentino ove asportavano profumi e cosmetici, merce rinvenuta e restituita all’avente diritto. Nei confronti dei due rumeni veniva avanzata la proposta di foglio di via obbligatorio dal Comune di Ferentino.