Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Politica. Congresso cittadino del Partito Democratico, malumori nella fronda "storica" costituita da Maurizio Bondatti, Vittorio Savo Sardaro, Vincenzo Boccitto e Piero Ammanniti

nel corso della conferenza stampa che si è tenuta questa mattina i quattro si sono detti "stupefatti" per il modo con cui si è deciso di risolvere la crisi del Partito Democratico di Anagni - 20 luglio 2019

Maurizio Bondatti, Vittorio Savo Sardaro, Vincenzo Boccitto e Piero Ammanniti, storici iscritti al Partito Democratico anagnino protagonisti - stamattina - di una conferenza stampa che si è tenuta ad Anagni in vista del congresso cittadino del partito indetto "senza preavvisi" da un gruppo di attivisti con lo scopo di eleggere il segretario e il Direttivo.
I sopracitati esponenti politici si sono detti "stupefatti" per il modo con cui si è deciso di risolvere la crisi del Partito Democratico di Anagni: non ci sono state riunioni allargate preventive aperte ad un confronto tra tutti gli iscritti, non c’è stata neppure alcuna assemblea pubblica con i cittadini, con i giovani e non c’è stata nessuna riflessione su una diversa organizzazione del partito.
“Il congresso cosi tanto pubblicizzato si svolgerà nonostante le decisioni siano state prese a priori" ha affermato Maurizio Bondatti nel corso della conferenza stampa; “il PD fatto così non è più utile” gli fa eco Vittorio Savo Sardaro riprendendo la frase del segretario nazionale Nicola Zingaretti: "ciò che serve al partito è una rivoluzione, un cambiamento, c’è bisogno di nuova linfa, si devono creare delle nuove idee in base alle quali il partito possa crescere.
“Alla fine del commissariato da cui il PD esce ci aspettavamo qualcosa di diverso, volevamo essere coinvolti nelle decisioni prese, volevamo che le idee di tutti venissero prese in considerazione rispettando la democraticità del partito”, ha affermato, per ultimo, Vincenzo Boccitto.
Questi membri del PD si dicono fiduciosi e sperano in una apertura da parte di chi ha convocato il congresso, “perché il PD è fatto di persone e per rinascere c’è bisogno che rimanga unito”.

Di seguito, il comunicato stampa consegnato ai giornalisti presenti alla conferenza stampa che si è tenuta questa mattina:


articolo a cura di Debora Ponza

 


TI POTREBBERO INTERESSARE

È stata presentata questa mattina, sabato 20 febbraio, in via degli Arci, la sede anagnina di Think dem, la corrente del Partito democratico che, in città, fa riferimento a Vittorio Save Sardaro.
Dal locale circolo del Partito Democratico riceviamo questo comunicato stampa che di seguito pubblichiamo integralmente: continua a leggere...
Magari non sarà una tradizionale opposizione interna. Ma l’iniziativa di un gruppo di simpatizzanti e/o iscritti al Partito Democratico di Anagni promette di far discutere nei prossimi giorni nella città dei papi. Continua a leggere...
Anagni, elezioni amministrative 2018. Nel centrosinistra c'è già chi mette i paletti. Maurizio Bondatti (PD): "noi mai con Progetto Anagni". "Candidato sindaco individuato: imprenditore con una forte connotazione politica". Ma si guarda bene dal fare nomi
Inizia da viale Regina Margherita la campagna di tesseramento al Partito democratico. Simpatizzanti ed attivisti del principale partito di centrosinistra si sono dati appuntamento, domenica mattina, nella centralissima via dello struscio per cominciare la raccolta delle adesioni in vista del congresso che si terrà, con tutta probabilità, a novembre prossimo. Continua a leggere...