Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

"Urban Waste", la nota del consigliere comunale di Anagni Cambia Anagni dott. Nello Di Giulio: “quel sottile invisibile filo di demarcazione tra malaffare e cattiva politica. Il Comune torni ad essere casa di vetro”

8 luglio 2019

Dal dott. Nello Di Giulio, consigliere comunale per Anagni Cambia Anagni, riceviamo la nota che segue e che pubblichiamo in forma integrale e senza modifiche:


 Leggere del Sindaco della città di Anagni indagato dalla Magistratura, insieme a quello di Sgurgola ed altri soggetti, è una pessima notizia a solo un anno dalla sua elezione a Primo Cittadino. Una  vischiosa storia di corruzione e malaffare tra politica, pubblici dipendenti e imprenditori senza scrupoli denominata dagli inquirenti Urban Waste (rifiuto urbano).
Pur in un quadro di ipotesi di reato allarmante che  va dall'abuso d'ufficio alla truffa ed alla corruzione, dal traffico di influenze illecite alle false attestazioni, sarà ovviamente la Magistratura ad attribuire le eventuali condotte illecite ed emettere  relative sentenze.
Sul piano politico – amministrativo, invece, il fatto è, probabilmente, solo punta di un iceberg di opinabili metodi amministrativi e di pessime abitudini in cui sembra essere ripiombata la guida della città di Anagni. Un sistema paludoso ed ad altissimo rischio corruttivo più volte denunciato da “Anagni cambia Anagni”  sin dallo svolgersi della campagna elettorale e, successivamente. in consiglio comunale ed altre pubbliche occasioni.
Un’interpretazione del ruolo amministrativo e dell’uso del denaro pubblico finito già più volte sui tavoli delle autorità di garanzia e di controllo della legalità.
Ed è proprio lo stato di riottosa opacità in cui si muove ancora certa politica anagnina, oltre ai presunti reati del sindaco Natalia, ad offendere la dignità dei cittadini, a minare lo sviluppo città.
In apertura dell’amministrazione si è andati dalla mancata presentazione in consiglio comunale del  programma di consiliatura,  all’insensatezza  dell'assessore al bilancio e alla cultura che "Per poter spendere più soldi per la cultura ho richiesto anche la delega al bilancio!" (+/-); salvo registrare, poi, molti soldi spesi in infiniti rivoli e mani pressoché vuote in quanto a cultura e turismo.
Purtroppo il deprecabile metodo d’inizio è andato avanti ad ogni occasione fino a bypassare quel filo di garanzia di trasparenza e prevenzione della corruzione dettato dall'ANAC  (Autorità Nazionale Anticorruzione) e distrattamente recepito nel relativo aggiornamento di "Piano Triennale"  di cui alla  delibera di Giunta del 31 01 2019.
“Anagni cambia Anagni” ha fatto interventi consiliari, protocollato interrogazioni, portato all'attenzione  le osservazioni dei Revisori dei Conti su modalità e tempistiche delle riscossioni e dei pagamenti, ecc.  ma un voto di maggioranza a “testa bassa”  contravvenendo sia alla Legge  (Codice sugli appalti) che al buon senso,  è riuscito finanche ad impegnare un milione e mezzo di euro e accreditare una “conformità urbanistica” su un progetto ancora inesistente. Altri capitoli come vertiginosi incrementi di costo di vecchi progetti  o opinabili rapporti con fornitori di servizi con costi pagati dai cittadini in termini ambientali ed economici sono anch’essi questioni di questi giorni.
Ed allora, pur lasciando alla Magistratura quanto di competenza, appare oggi ancora più urgente che Anagni si liberi da tale  pernicioso metodo di gestione che ne zavorra ogni legittima speranza di poter tornare a crescere sul piano economico, sociale e…morale.



 


TI POTREBBERO INTERESSARE

Liste a sostegno della candidatura a sindaco di Nello Di Giulio
Operazione "Urban Waste", indagato anche il sindaco Daniele Natalia; l'opposizione consigliare: "convochi immediatamente una conferenza stampa per riferire alla cittadinanza cosa sta accadendo"
Operazione Urban Waste. "Una ditta avrebbe avrebbe assunto un amico di infanzia di un esponente politico del Comune di Anagni su sua espressa richiesta": l'opposizione insorge e chiede lumi al sindaco Daniele Natalia
Il Partito Democratico anagnino: "ancora silenzio da parte del sindaco Daniele Natalia sulla vicenda relativa all’Operazione Urban Waste portata a termine dal Nipaaf di Frosinone"
Sgurgola. Pressing dell'opposizione sul sindaco Antonio Corsi dopo lo scandalo "Urban Waste": "cosa aspetta a dimettersi? Cosa aspettano i consiglieri di maggioranza a staccare la spina?"