Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Politica. Privatizzazione ATF, Fabrizio Martini (Fiuggi Civica) polemico con il sindaco Alioska Baccarini: "non parteciperemo all’assise del 4 luglio"

2 luglio 2019

"Dopo la pubblicazione del parere legale sulla privatizzazione di ATF, procedura avviata malamente dal Commissario e mai approfondita dall’attuale Amministrazione in un anno di gestione, avevamo chiesto un doveroso confronto in Commissione su alcuni passaggi del documento a dir poco nebulosi, proprio per evitare di alzare un dannoso polverone mediatico sull’azienda più importante di Fiuggi"; inizia così la una nota inviata a questa redazione dal consigliere comunale di Fiuggi Civica Fabrizio Martini. Che aggiunge: "travisando o per buttarla in caciara, il sindaco ha perso il controllo e ha rispolverato tutto il suo arrugginito armamentario elettorale, fatto di accuse generiche ed infondate all’Amministrazione che lo ha preceduto e di cui ha fatto parte per un lungo periodo, anch’essa inizialmente gravata da tanti debiti ereditati: solo quelli di ATF verso il Comune erano 15 milioni nel 2010! E questo perché evidentemente fatica a trovare soluzioni solide per l’azienda e soprattutto ad indicare una prospettiva di rilancio alla comunità che lo ha eletto e che langue in una crisi economica ormai fortissima, dopo due anni di ritardo amministrativo, provocato nel 2017 dallo stesso Baccarini in accordo col PD locale. Purtroppo - conclude Martini - dobbiamo ancora oggi constatare che la nostra richiesta è caduta nel vuoto. Infatti è stato convocato un Consiglio Comunale per discutere questioni sicuramente meno strategiche e già ampiamente condivise in Commissione, nell’evidente tentativo di mortificare la funzione del Consiglio stesso, in cui mai si è dibattuto e conseguentemente deciso un indirizzo politico sul futuro dell’azienda e della Città. Per protesta e con il solo intento di far acquisire ai cittadini la necessaria consapevolezza, non parteciperemo all’assise del 4 luglio".


TI POTREBBERO INTERESSARE

Alioska Baccarini è il nuovo Sindaco di Fiuggi. Sul filo del rasoio la sua lista, la Fiuggi Insieme, con 2323 voti ha prevalso per una manciata di voti, solo 85, sulla lista di Martina Inncocenzi. la Fiuggi Viva, 2238 voti. Più che doppiato in termini di voti l’ex Sindaco Fabrizio Martini, con la sua Fiuggi Civica, che ha di poco superato i mille voti, 1045 per essere esatti. Fuori gioco Scascitelli con la sua Noi per Fiuggi, che ha raccolto appena 101 voti,
Entra nel vivo la politica fiuggina in vista delle amministrative del 10 giugno prossimo. Se la prima a scendere in campo, presentando la sua candidatura a sindaco per la lista civica “Fiuggi Viva” è stata Martina Innocenzi, il primo a presentare la lista alla cittadinanza sarà però Alioska Baccarini leader della “Fiuggi insieme”. Domani presso l’hotel San Giorgio il candidato sindaco Baccarini alla presenza del presidente del parlamento europeo Antonio Tajani, il senatore Ruspandini,
Gli aspiranti sindaci sono Martina Innocenzi, Fabrizio Martini, Luigi Antonio Scascitelli e Alioska Baccarini: ecco tutti i nomi di coloro che si candidano in loro sostegno
La cittadina termale si appresta a tornare al voto, per il rinnovo del consiglio comunale, dopo un anno di commissariamento del comune. Il primo aprile 2017, l’ex sindaco Fabrizio Martini, fu sfiduciato, non nella sede consiliare, bensì davanti al notaio, da 4 consiglieri di maggioranza, Martina Innocenzi, Alessandro Battisti, Marco Fiorini e Tullio Ambrosi, e da tre consiglieri di opposizione, Alioska Baccarini, Francesca Terrinoni e Nicola Della Morte. Per questa nuova tornata elettorale, del 10 giugno prossimo, che vedrà oltre 8000 elettori di Fiuggi impegnati alle urne, si prospetta una partita a quattro. Al momento a scendere in campo,
Solo sessanta voti di scarto con la seconda arrivata, Martina Innocenzi, hanno permesso all'avvocato Alioska Baccarini di essere eletto sindaco di Fiuggi; il testa a testa tra i due si è protratto fino a notte fonda. Poco entusiasmante il risultato di Fabrizio Martini, ex primo cittadino, che si è piazzato al terzo posto. Fanalino di coda per Luigi Scascitelli che alla fine dei giochi è riuscito ad accaparrarsi solo poche decine di voti.