Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

anagnia.com incontra il primo cittadino di Anagni Daniele Natalia e con lui traccia un bilancio sul primo anno di governo della città: “abbiamo fatto tutto quello che avevamo programmato finora”

29 giugno 2019

Trascorso un anno esatto dall'insediamento della sua amministrazione, anagnia.com ha incontrato il sindaco di Anagni Daniele Natalia per un colloquio a tutto campo.

Sindaco Natalia, qualche giorno fa l’opposizione ha utilizzato parole molto dure nei suoi confronti a proposito del suo primo anno di amministrazione. Parlando senza mezzi termini di “12 mesi persi per la città”. Cosa replica?
Mi sarei preoccupato del contrario. Se l’opposizione mi avesse lodato dopo un anno, sarebbe stato il segnale che qualcosa stava andando storto. Scherzi a parte, avrei nel merito da contestare tante cose, ma preferisco prendere spunto dalle critiche costruttive. Come, ad esempio, quelle relative al fatto che la macchina amministrativa all’inizio ha tardato a partire perché abbiamo avuto la sfortuna di avere un ufficio tecnico non al 100%, cosa che invece adesso abbiamo, ed in piena efficienza. Tutto ciò che era in programma entro un anno è stato fatto. Un esempio per tutti, il campo di calcio.

Su quello c’era stata una grossa polemica qualche mese fa…
Rispetto a quello precedente, che era limitato al manto erboso ed all’illuminazione, il progetto è stato rivoluzionato per adeguarlo alla normativa della serie D. Ci saranno nuovi spogliatoi, per ospiti e locali, sala stampa, e la sistemazione delle aree circostanti. I rischi sulla possibilità di arrivare in ritardo per l’inizio della prossima stagione sono stati scongiurati perché ho parlato con la Federazione dilettanti, ed ho rassicurato personalmente sull’effettuazione dei lavori. Il progetto è stato approvato, e Berardi sta lavorando per la gara. Entro ottobre tutto sarà a posto.

Altra questione importante è quella della rigenerazione urbana...
Significa far ripartire tutto il comparto edilizio. Grazie ai tecnici ed all’assessore D’Ercole abbiamo approntato un testo che, nel rispetto della legge, consentirà a tutti di sbloccare il settore e farlo ripartire. Ma non c’è solo questo. Pensiamo al parcheggio di San Giorgetto. I lavori per la sistemazione, assieme al centro diurno, verranno assegnati entro il 9 luglio. Per il centro diurno abbiamo dovuto rimettere a posto il sistema di areazione.

In città un argomento centrale è quello dell’ambiente...
Ricordo che dopo 20 anni stiamo mettendo a posto la grana di Radicina, grazie all’azione di D’Ercole. Stiamo anche predisponendo l’adozione dei cosiddetti “nasi” che, grazie alla collaborazione con il consigliere Necci, ci consentiranno di monitorare la qualità dell’aria. Con il consigliere Tuffi stiamo predisponendo i tempi ed i modi per l’isola ecologica, che servirà ad aiutare i cittadini a fare bene la differenziata. E non voglio dimenticare il settore dei servizi sociali e quello della sicurezza, con il progetto delle nuove telecamere, curato dal consigliere Quarmi. Abbiamo approntato a tale proposito delle “trappole” che consentiranno di riprendere e sanzionare i cittadini che trasgrediranno le regole. Ne approfitto anche per ringraziare il consigliere Naretti ed il suo impegno per la protezione civile, la Cicconi per il progetto di risistemazione delle pensiline del trasporto pubblico, e Giovannelli Protani per il suo impegno sul centro storico.

Una delle difficoltà affrontate all’inizio del suo lavoro è stata quella relativa alla pianta organica...
Per la prima volta stiamo attuando dei concorsi, per dotare l’ufficio tecnico e gli altri uffici di nuovo personale.

Con la stagione estiva, quali sono le novità per sport e cultura?
La Chiarelli sta curando un progetto ambizioso per la risistemazione del Palazzetto dello sport: per quanto riguarda le manifestazioni estive, sono sempre state un fiore all’occhiello per Anagni. Quest’anno avremo una proposta completa di cultura, spettacolo, valorizzazione enogastronomica. Nella quale esercenti e commercianti hanno ed avranno un ruolo attivo e propositivo. Il Festival edizione 2019 ovviamente sarà un punto centrale. Per restare nel settore culturale, so di attirarmi facili ironie, ma questa volta il museo sarà aperto per davvero, anche con l’ausilio di laureati e laureandi in lettere classiche ed archeologia per darci una mano. Mentre, per quanto riguarda la pubblica istruzione, grazie all’impegno del consigliere Ambrosetti, abbiamo risposto alle segnalazioni ed alle istanze dei dirigenti delle nostre scuole, ed utilizzeremo il periodo estivo per mettere a punto i lavori.

Resta da capire se a settembre avremo un nuovo assessore ai lavori pubblici.
Lasciatemi soltanto ringraziare il consigliere Salvati per il suo lavoro, che ci ha consentito di avere finora 130.000 euro di fondi europei. È merito suo anche il fatto che dal 2020 Anagni farà parte del circuito del servizio civile. Dopodiché, io ho sempre detto che su questa cosa stiamo lavorando, anche perché l’impegno di sindaco da solo è già abbastanza gravoso. Dopo l’estate stiamo pensando ad una ridistribuzione complessiva delle deleghe; all’interno della quale potrebbe trovare spazio l’arrivo di un nuovo assessore.


TI POTREBBERO INTERESSARE

"Ci stiamo attivando, proprio questa mattina (ieri, per chi legge - ndr) abbiamo avuto una riunione, per fare il nuovo stadio; chiaramente si tratta di un progetto ereditato dalla vecchia amministrazione ma come ho già avuto modo di affermare in consiglio comunale intendiamo proseguire su quanto di buono è stato fatto. Quindi noi ci impegneremo affinché quel progetto del nuovo stadio sia più veloce possibile per ospitare degnamente la serie D"; ad affermarlo, in una intervista, è stato il sindaco di Anagni avv. Daniele Natalia.
È andata in onda ieri sera, lunedì 19 settembre, l’intervista al medico anagnino Massimo Natalia realizzata durante il programma di Rai 1 Porta a Porta.
Questione Sanità, il sindaco di Anagni Daniele Natalia presenta due delibere ai sindaci del comprensorio: "un tassello in più nella battaglia politica e popolare in difesa del diritto alla salute"
Il sindaco di Anagni Daniele Natalia ed il consigliere delegato ai Servizi Sociali Danilo Tuffi all'assemblea provinciale dell'Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti
Sarà l'avvocato Daniele Natalia, paradossalmente molto lontano da lui in quanto esponente storico del centrodestra anagnino, a difendere Luigi Pietrucci, il referente locale dell'Italia dei Valori ad Anagni dalla denuncia presentata contro di lui qualche settimana fa a dal Presidente del Consiglio Comunale Anagnino Giuseppe Felli