Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Privatizzazione ATF, la nota di Fiuggi Civica: "diversi problemi sostanziali senza risposta nel parere del consulente legale"

23 giugno 2019

Fiuggi Civica, il gruppo politico rappresentato in consiglio comunale dal dott. Fabrizio Martini, già sindaco della città termale oggi seduto tra gli scranni dell'opposizione, interviene sulla questione relativa alla pubblicazione sull'albo pretorio da parte della giunta comunale del parere del consulente legale (StudioGianni Origoni) sulla privatizzazione di ATF: "tralasciando i contenuti specifici, che saranno - si spera! - oggetto di approfondimento in una Commissione Consiliare urgente da noi già richiesta - si legge in una nota inviata a questa redazione - emerge una serie di problemi sostanziali, che non trovano una risposta nel documento stesso, dal carattere piuttosto interlocutorio. Se si aggiunge a questo che per il terzo anno consecutivo il bilancio di ATF sarà approvato dopo il 30 giugno, cioè fuori dal termine massimo di legge, viene da chiedersi se abbia senso far partire subito e in queste condizioni precarie un avviso per consultare il mercato. Per stimolare realmente degli imprenditori ad interessarsi dell’azienda comunale e di Fiuggi, bisogna fornire un quadro chiaro di certezze sulla situazione economico-finanziaria della partecipata, sui vincoli imposti e sui procedure scelte, quadro che ad oggi non esiste. Diversamente, si rischia di bruciare l’occasione e far allontanare i capitali privati seri, che fuggono sempre da situazioni molto confuse, ritenendole giustamente troppo rischiose. Questo sempre che si voglia realmente privatizzare e nel modo migliore, senza perdere altro tempo con una seconda falsa partenza, sicuramente dannosa per la nostra comunità, che ha bisogno di investimenti importanti più che del pane quotidiano".


TI POTREBBERO INTERESSARE

Alioska Baccarini è il nuovo Sindaco di Fiuggi. Sul filo del rasoio la sua lista, la Fiuggi Insieme, con 2323 voti ha prevalso per una manciata di voti, solo 85, sulla lista di Martina Inncocenzi. la Fiuggi Viva, 2238 voti. Più che doppiato in termini di voti l’ex Sindaco Fabrizio Martini, con la sua Fiuggi Civica, che ha di poco superato i mille voti, 1045 per essere esatti. Fuori gioco Scascitelli con la sua Noi per Fiuggi, che ha raccolto appena 101 voti,
Politica. Privatizzazione ATF, Fabrizio Martini (Fiuggi Civica) polemico con il sindaco Alioska Baccarini: "non parteciperemo all’assise del 4 luglio"
Entra nel vivo la politica fiuggina in vista delle amministrative del 10 giugno prossimo. Se la prima a scendere in campo, presentando la sua candidatura a sindaco per la lista civica “Fiuggi Viva” è stata Martina Innocenzi, il primo a presentare la lista alla cittadinanza sarà però Alioska Baccarini leader della “Fiuggi insieme”. Domani presso l’hotel San Giorgio il candidato sindaco Baccarini alla presenza del presidente del parlamento europeo Antonio Tajani, il senatore Ruspandini,
La cittadina termale si appresta a tornare al voto, per il rinnovo del consiglio comunale, dopo un anno di commissariamento del comune. Il primo aprile 2017, l’ex sindaco Fabrizio Martini, fu sfiduciato, non nella sede consiliare, bensì davanti al notaio, da 4 consiglieri di maggioranza, Martina Innocenzi, Alessandro Battisti, Marco Fiorini e Tullio Ambrosi, e da tre consiglieri di opposizione, Alioska Baccarini, Francesca Terrinoni e Nicola Della Morte. Per questa nuova tornata elettorale, del 10 giugno prossimo, che vedrà oltre 8000 elettori di Fiuggi impegnati alle urne, si prospetta una partita a quattro. Al momento a scendere in campo,
Gli aspiranti sindaci sono Martina Innocenzi, Fabrizio Martini, Luigi Antonio Scascitelli e Alioska Baccarini: ecco tutti i nomi di coloro che si candidano in loro sostegno