Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Ferentino. Parole dure di Maurizio Berretta (Lega) contro il sindaco Antonio Pompeo: " invece di intervenire in modo netto sullo scandalo giudiziario pensa solo a rafforzare la componente del PD in maggioranza"

20 aprile 2019

“Le scelte del Sindaco hanno una sola lettura: invece di intervenire in modo netto sullo scandalo giudiziario e tutti gli strascichi di natura amministrativa, pensa solo a rafforzare la componente del Partito Democratico all’interno della sua maggioranza, nominando l’Assessore Franco Martini, e ridimensionando l’Assessore Massimo Gargani, al quale viene tolta l’importante  delega all’urbanistica, settore vitale per la Città, essendo quello di programmazione del territorio".
Ci va giù duro Maurizio Berretta, consigliere comunale di minoranza della Lega, che in una nota inviata a questa redazione commenta così le ultime vicissitudini giudiziarie che hanno coinvolto il Comune di Ferentino e la conferenza stampa del sindaco Antonio Pompeo che ne è seguita; secondo Berretta, "una scelta quella della bocciatura da parte del primo cittadino per la quale sicuramente sentiremo parlare nei prossimi giorni".
Nella nota Berretta commenta poi la “conferma” e la piena fiducia all’assessore Evelina Di Marco, di diretto riferimento ed espressione del coordinatore civico Luca Bacchi del movimento Centro Solidale: "non è con la spartizione di prebende ed incarichi che questa “nave” pò “disincagliarsi” dagli scogli - afferma il consigliere della Lega - la tempesta giudiziaria è in atto, non è ancora soltanto un brutto ricordo. Da parte di Pompeo, poi non una parola sull’etica e sulla questione morale; male ha fatto la sua maggioranza a bocciare la mozione di consiglio, dove l’opposizione chiedeva tra le altre cose, l’approvazione di un codice etico e morale dei politici, il rafforzamento del piano di anticorruzione interno con la rotazione di funzionari e dipendenti ed il reintegro a tempo pieno del responsabile dell’anticorruzione stessa, oggi part-time, delibera di consiglio di questa maggioranza di qualche mese fa, e la verifica delle polizze fideiussorie, dove ci sono forti dubbi e ombre, polizze che garantiscono l’acquisto dei loculi e cappelle da parte dei Cittadini, male ha fatto; oltre, a non dare una motivazione sul perchè si è proceduto sette/otto mesi fa alla vendita sulla “carta” dei loculi stessi e non attendere la definizione, tutt’ora in corso, del progetto esecutivo con la consegna effettiva del cantiere". L'appuntamento, ora, è in consiglio comunale, che dovrà essere convocato entro il 29 aprile, termine di legge per la surroga dei nuovi consiglieri dimissionari; sarà questa, secondo il consigliere della Lega, "l’occasione per chiarire i tanti dubbi e perplessità". "La storia di ognuno di noi - conclude Berretta - si riconosce anche da chi ci si contorna, dal saper cosa significa realmente l’opportunità politica o l’onestà intellettuale”.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Ferentino. La nota del consigliere Maurizio Berretta (Lega): "il Partito Democratico vuole le dimissioni della Raggi ma dimentica di farle dare ad Antonio Pompeo"

"Se la Raggi deve rispondere politicamente dei comportamenti di De Vito perché Pompeo non deve farlo per quelli di Riggi?"
Ferentino. La nota del consigliere Maurizio Berretta (Lega): "il Partito Democratico vuole le dimissioni della Raggi ma dimentica di farle dare ad Antonio Pompeo"
Luci accese e porte aperte al palazzo comunale di Ferentino a mezzanotte inoltrata; il consigliere comunale della Lega Maurizio Berretta chiama il vicesindaco: indagano i Carabinieri
"E’ inaccettabile l’atteggiamento del delegato Franco Martini nell’assemblea dei sindaci che si è tenuta lunedì 26 ottobre in ambito di sanità locale"; ad affermarlo è Maurizio Berretta, consigliere comunale per conto di Democraticamente Ferentino; ecco la nota integrale inviata da Berretta a questa redazione: "contro un esercito di Sindaci si è schierato il Comune di Ferentino, avvalorando la relazione del D.G. della ASL.
Marco Maddalena, Maurizio Berretta e Gianni Bernardini – rispettivamente capogruppo di Sinistra Ecologia e Libertà, capogruppo Democraticamente e capogruppo Partito Socialista Italiano – hanno presentato una interrogazione al sindaco di Ferentino Antonio Pompeo e all’assessore all’Ambiente Franco Martini, per conoscere quali iniziative intendono assumere circa la situazione relativa alla gestione del depuratore di Le Mandre gestito da Acea Ato5.
Di seguito riportiamo la risposta del sindaco di Ferentino Antonio Pompeo alla nota del consigliere comunale Maurizio Berretta pubblicata oggi sul nostro giornale: