Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Il consiglio comunale di Frosinone ha approvato il bilancio di previsione 2019-2021 dell'amministrazione Ottaviani, illustrato in aula dall’assessore al ramo, Riccardo Mastrangeli

12 aprile 2019

Il consiglio comunale di Frosinone ha approvato il bilancio di previsione 2019-2021 dell'amministrazione Ottaviani, illustrato in aula dall’assessore al ramo, Riccardo Mastrangeli. Non  ci sono stati aumenti per le aliquote Imu 2019, come anche per l’aliquota addizionale comunale sul reddito delle persone fisiche e per la Tasi.
Approvato anche il regolamento relativo all’imposta comunale sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni, attraverso il quale, con una razionalizzazione degli impianti, il settore stima di ricevere maggiori entrate per una cifra pari a 350.000 euro. "Un risultato enorme - ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani - è stato ottenuto in materia di riduzione dell’imposta per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, in ragione dell'introduzione e del consolidamento della raccolta differenziata con il metodo del porta a porta che, ad oggi, ha superato la soglia record del 70%". Per quanto riguarda, infatti, il sesto punto all’ordine del giorno, è stato approvato il piano economico-finanziario del tributo comunale sui rifiuti e della relativa articolazione tariffaria, che vedrà una riduzione del 15% per le utenze domestiche e del 10% per quelle non domestiche. Contestualmente, sono state approvate anche le delibere relative alla verifica della qualità e quantità di aree e fabbricati da destinare a residenza, attività produttive e terziarie e al programma triennale delle opere pubbliche 2019 – 2021, unitamente al  DUP, documento unico di programmazione, e al bilancio di previsione per lo stesso triennio, con una maggioranza molto ampia che ha annoverato venti voti favorevoli e tre contrari. "Il bilancio di previsione 2019-2021 è stato, in considerazione del lavoro svolto negli ultimi anni, quello che ha richiesto maggiori energie - ha dichiarato l'assessore al bilancio e alle finanze, Riccardo Mastrangeli - Gli Enti Locali, infatti, sono, allo stato attuale, particolarmente esposti nel trovare soluzioni al fine di garantire i servizi essenziali per la comunità. Il bilancio portato in consiglio comunale presenta la razionalizzazione di alcuni costi e, al tempo stesso, nuovi investimenti a favore della cittadinanza, con vantaggi importanti per l'intera collettività. Il pagamento della TARI di quest’anno sarà ridotto in modo sensibile per le famiglie e le attività commerciali grazie anche ad una eccellente quota di raccolta differenziata che riduce il conferimento e, quindi, il costo in discarica dei rifiuti solidi urbani. Altra notizia positiva, riguarda il passaggio indenne del Comune di Frosinone dalle conseguenze dovute alla recente sentenza n.18 della Corte Costituzionale che ha sanzionato, dichiarando illegittima, la normativa del 2017 che aveva permesso agli Enti in riequilibrio finanziario di poter ridurre i propri pregressi disavanzi trovati prima del 2015 (passaggio ai nuovi principi della contabilità armonizzata), non avendo potuto  attivare, il Comune di Frosinone, alcuna rimodulazione del proprio piano di riequilibrio in tale direzione. 
Il Comune capoluogo, infatti, è costretto a recuperare ingenti risorse ereditate dal disequilibrio dei conti dell’anno 2012 (circa 5,5 Milioni di Euro di disavanzo e 7 Milioni di euro di debiti fuori bilancio ripartiti nell’arco temporale di 10 anni), ed ha inoltre  subito continue contrazioni dei trasferimenti erariali dallo Stato. A ciò si aggiungano gli ingenti debiti degli anni pregressi verso i fornitori per circa 40 Milioni di Euro, il cui pagamento, tramite le anticipazioni di liquidità della Cassa Depositi e Prestiti, comportano annualmente un rimborso di circa 1,6 Milioni di euro. Dal lato delle spese che sono state contratte, va precisato come le stesse discendano, in via principale, dalla mancanza di entrate di natura eccezionale, che hanno visto entrate, negli anni precedenti, tali da indirizzare le risorse al mantenimento di alcuni servizi essenziali, specie verso il settore sociale, il più esposto ai momenti di crisi economica. In altri termini, negli anni precedenti, sono entrati proventi di natura straordinaria e, come tali, irripetibili, spostati tutti a favore del sociale. La riduzione delle spese, prevista nel bilancio di previsione approvato, passa anche nella mancanza di ricambio del personale interno cessato, non più sostenibile quale spesa fissa e ricorrente, utilizzando i canali di uscita attualmente vigenti nella c.d. “quota 100”. Tale riduzione della spesa del personale, su base volontaria, imporrà sicuramente una ristrutturazione della macchina amministrativa, utilizzando al massimo le possibili sinergie delle attività espletate dai vari settori dell’Ente. Dal lato delle entrate, essendo i margini ridottissimi, l’Ente ha utilizzato il solo possibile incremento delle entrate per le imposte minori nei limiti legislativamente ammessi”.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, ha inaugurato la strada intitolata al Cav. Cesare Augusto Fanelli, in prossimità dell’ingresso principale della Asl, vicino agli uffici tecnici comunali. Presenti all’iniziativa, il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici, Fabio Tagliaferri, il delegato al bilancio e alle finanze, Riccardo Mastrangeli, l’assessore alla polizia municipale e personale, Maria Teresa Collalti, e il delegato al commercio Antonio Scaccia, oltre ai familiari del Cav. Fanelli, politico di primo piano del panorama nazionale, legatissimo alla città di Frosinone e alla provincia intera.
Una nuova piazza, a ridosso della centralissima via Aldo Moro, meta principale dello shopping cittadino, è stata inaugurata sabato dal sindaco del capoluogo, Nicola Ottaviani. Presenti all'evento anche il vicesindaco Fabio Tagliaferri, gli assessori Riccardo Mastrangeli e Antonio Scaccia, il presidente del consiglio comunale Adriano Piacentini, i consiglieri Sara Bruni, Igino Guglielmi, Isabella Diamanti, Daniele Riggi, Massimo Calicchia, l'on. Gian Franco Schietroma e il sindaco di Boville Ernica Piero Fabrizi. Dedicata al senatore Dante Schietroma e benedetta da don Giovanni, la nuova piazza è un moderno angolo di tranquillità con panchine ed una caratteristica fontana, che contribuisce, come la nuova strada parallela a via Aldo Moro, inaugurata pochi giorni fa, non soltanto a rendere ancora più moderna e funzionale questa frequentatissima area commerciale della città, ma a valorizzare, dal punto di vista urbanistico, l'intero capoluogo."Con questa piazza ricordiamo Dante Schietroma, una pietra miliare nelle istituzioni del nostro territorio, un esempio importante anche per le giovani generazioni - ha dichiarato il sindaco Ottaviani - La piazza è stata realizzata a seguito del permesso rilasciato a un privato di concludere un nuovo insediamento abitativo. Ciò dimostra come la sinergia tra pubblico e privato, l'incontro di energie sane, porti risultati positivi, che vanno poi a beneficio dell'intera collettività. Ringrazio, inoltre, l'ufficio tecnico del Comune di Frosinone
Il Comune di Frosinone, mediante l’Assessorato al bilancio e alle finanze, coordinato da Riccardo Mastrangeli, e l’Agenzia delle Entrate – Direzione provinciale di Frosinone –, hanno organizzato, per mercoledì 6 giugno, alle ore 10.30, presso la Sala consiliare, un incontro informativo sulle novità della dichiarazione dei redditi 2018. Come accedere alla dichiarazione dei redditi precompilata; quali sono le novità di quest’anno; chi sono i contribuenti interessati; quali le agevolazioni fiscali a disposizione, le modalità di trasmissione online, di pagamento dell’eventuale debito d’imposta; come richiedere assistenza.
Frosinone, bilancio: i revisori dei conti precisano
Una giornata di riflessione, ma anche di aggregazione e crescita, arricchita dai canti e dalle esibizioni degli studenti dei quattro comprensivi: questi gli elementi che hanno contraddistinto la sesta edizione della Festa della Scuola e della Costituzione, istituita cinque anni fa dal sindaco, Nicola Ottaviani, tenutasi nella mattinata di sabato al Campo Zauli di Frosinone. Ogni anno, la Festa di ingresso alla scuola viene dedicata alla lettura ed alla rappresentazione artistica e musicale di uno degli articoli fondamentali della Costituzione.