Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Il presidente Tajani arriva in città sabato dopo le polemiche sulla sua frase “ il fascismo ha fatto anche cose positive”

15 marzo 2019

È polemica attorno alla figura del Presidente del Consiglio Europeo Antonio Tajani, atteso in visita istituzionale ad Anagni sabato mattina alle 9:30 nella Sala della Ragione, per parlare di funzionamento europei alle imprese del territorio. L'annuncio della visita del presidente è arrivato infatti in contemporanea con le polemiche suscitate dalle dichiarazioni rilasciate recentemente dallo stesso Tajani, ai microfoni de La Zanzara. In quella circostanza infatti Tajani, stimolato dai giornalisti in studio, aveva dichiarato che Mussolini “fino a quando non ha dichiarato guerra al mondo intero seguendo Hitler, fino a quando non s’è fatto promotore delle leggi razziali, a parte la vicenda drammatica di Matteotti, ha fatto delle cose positive per realizzare infrastrutture nel nostro Paese, poi le bonifiche. Da un punto di vista di fatti concreti realizzati, non si può dire che non abbia realizzato nulla”. Dichiarazione che hanno creato grande scompiglio. Arrivando, da parte della Anpi, alla richiesta di dimissioni per il presidente Tajani. In città la sortita di Tajani ha creato qualche imbarazzo. Per Guglielmo Rosatella, referente locale di Forza Italia in città, “è una dichiarazione che io mi sarei risparmiato”; anche se Rosatella ha ammesso che “in linea di principio credo che Mussolini qualcosa di buono l'abbia fatto”. Più sfumato il giudizio del sindaco di Anagni Daniele Natalia; “credo che debba essere separato l'aspetto etico-politico da quello delle realizzazioni pratiche del fascismo. E’ evidente che, ad esempio, le leggi razzali siano state una infamità. Ma credo che opere come il quartiere Eur o la bonifica delle paludi pontine siano state importanti”


TI POTREBBERO INTERESSARE

“L’elezione di Antonio Tajani alla carica di Presidente del Parlamento Europeo è per noi una grande soddisfazione, visto che Tajani è un nostro riferimento politico da sempre, assieme all’onorevole Abbruzzese”. Questa la prima reazione del consigliere comunale di Forza Italia ad Anagni Daniele Natalia, pochi minuti dopo l’elezione di Antonio Tajani ( FI) con 351 voti alla carica di Presidente del Parlamento Europeo.
Da Marco Valeri, capogruppo FI a Ferentino, e da Luca Zaccari, coordinatore regionale giovani FI, riceviamo la seguente nota che di seguito pubblichiamo in forma integrale e senza modifiche: L'Italia tutta e soprattutto la sua città di origine Ferentino è orgogliosa dell'elezione di Antonio Tajani a Presidente del Parlamento Europeo in un momento storico molto complesso. La sua elezione è il segnale forte che in Europa i valori dei liberali, dei cristiani, dei riformatori e del centro moderato alternativo alla sinistra costituiscono una politica di successo. Siamo grati all'Europa per averne riconosciuto il grande valore.
È iniziato ieri pomeriggio , venerdì 13 marzo, il festival letterario organizzato dal Liceo Dante Alighieri di Anagni. Nella cornice dell’auditorium della scuola superiore della città dei papi gli studenti hanno avuto la possibilità di dialogare con Antonio Pennacchi, originario di Latina, noto al grande pubblico per Canale Mussolini, vincitore del premio Strega nel 2010 con “Canale Mussolini”.
Due giorni di dibattiti e approfondimenti sul tema "L'Italia e l'Europa che vogliamo"; ad organizzarli ci ha pensato Antonio Tajani, vice presidente del Parlamento europeo ed esponente di spicco di Forza Italia. Particolare attenzione sarà dedicata al tema riguardante il futuro dei giovani, alle prese con l'emergenza lavoro, e al dramma dei migranti. Senza mettere da parte la prospettiva politica del centrodestra con il nodo delle alleanze, in vista delle prossime scadenze elettorale, a cominciare dalle amministrative del 2016.
Il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani in visita ad Anagni. Il sindaco Daniele Natalia: "la città è pronta a raccogliere la sfida europea"