Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Ferentino. I consiglieri di minoranza Luca Zaccari, Maurizio Berretta, Franco Collalti e Giuseppe Virgili scrivono al prefetto di Frosinone Ignazio Portelli per chiedere di essere convocati

8 marzo 2019

Una richiesta formale per essere ascoltati in audizione relativamente alle vicende giudiziarie che hanno interessato un consigliere comunale della maggioranza del Comune di Ferentino; ad inviarla, per iscritto, al prefetto di Frosinone Ignazio Portelli  sono stati i consiglieri comunali, Maurizio Berretta, Franco Collalti, Giuseppe Virgili e Luca Zaccari. L'intenzione, spiegano gli stessi consiglieri, è quella di rappresentare lo stato dell’attuale situazione politico-amministrativa del Comune di Ferentino, "che è stato interessato dalla recente e nota vicenda giudiziaria, che ha portato all’arresto di un consigliere comunale di maggioranza con delega al project-financing volto all’ampliamento del Civico Cimitero".
Secondo quanto sostiene l'opposizione consigliare "da quanto emerso dalla cronaca locale e nazionale, resa nota da tutte le fonti d’informazione, appare evidente che al consigliere comunale oggetto del provvedimento restrittivo, siano stati contestati reati di una certa gravità, pare riconducibili ad attività di tipo camorristico; tale ipotesi è quella sostenuta dal Gip titolare dell’indagine, che ha emesso il predetto provvedimento, accogliendo la richiesta del Procuratore della Repubblica della Direzione Distrettuale Antimafia. Appare evidente - spiegano ancora i quattro consiglieri - la preoccupazione dei sottoscritti Consiglieri comunali, circa il sereno e corretto svolgimento dell’attivita’ politica – amministrativa in capi all’attuale amministrazione comunale, nutrendo altresì, serie preoccupazioni circa la probabile e non escludibile infiltrazione di tipo mafioso-cosi come si è appreso dagli organi di stampa, che potrebbe interessare altri settori politico-amministrativi del Comune di Ferentino.
Poiché é interesse comune tutelare la cittadinanza e continuare con serenità politica-amministrativa tutte le attività in seno al Comune, i sottoscritti le preannunciano che è chiara intenzione di tutti chiedere l’attenzione a S.E. sui gravi fatti così come rappresentati". Tutto ciò premesso, i quattro consiglieri di minoranza hanno chiesto al prefetto di Frosinone Ignazio Portelli di voler porre in essere tutti gli atti e le iniziative di sua pertinenza: "i fatti esposti sono obiettivamente gravi e ledono i ferentinati e la dignità di una città, medaglia d'oro al valore civile", concludono i quattro consiglieri di opposizione.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Inizia la serie di incontri previsti prima della chiusura della campagna elettorale. Ad organizzare le sedute, Radio Ferentino, che nella serata di ieri - lunedì 4 giugno - ha intervistato in diretta i primi due candidati. Dieci punti su cui gli sfidanti alla carica di sindaco di Ferentino hanno sviscerato le loro idee ed i loro programmi. Ieri sera è stata la volta di Giuseppe Virgili e dell'avv. Franco Collalti, che si sono succeduti in quest'ordine nel primo round di questo confronto radiofonico.
Un vero e proprio tavolo di confronto, quello istituito a Ferentino, in località Colle San Pietro, dal comitato di zona. Al tavolo del dibattito, i cinque candidati alle comunali del prossimo 10 giugno. Prestazione dei programmi elettorali e proposte dedicate ai bisogni della frazione ospitante. Così Maurizio Berretta, Giuseppe Virgili, il prof. Fabio Magliocchetti, l'avv. Franco Collalti ed il sindaco uscente, avv. Antonio Pompeo, si sono confrontati e interrogati davanti alla platea di elettori e candidati delle varie liste.
Ferentino. Arresto ex assessore Luca Bacchi, oggi la conferenza stampa del sindaco Antonio Pompeo; il consigliere comunale di minoranza Giuseppe Virgili: "la nostra città non merita questo"

Ferentino. La nota del consigliere Maurizio Berretta (Lega): "il Partito Democratico vuole le dimissioni della Raggi ma dimentica di farle dare ad Antonio Pompeo"

"Se la Raggi deve rispondere politicamente dei comportamenti di De Vito perché Pompeo non deve farlo per quelli di Riggi?"
Ferentino. La nota del consigliere Maurizio Berretta (Lega): "il Partito Democratico vuole le dimissioni della Raggi ma dimentica di farle dare ad Antonio Pompeo"