Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Dove e come si vota alle primarie del Partito Democratico; le cose da sapere per chi sta pensando di farlo: bastano carta di identità e tessera elettorale

2 marzo 2019

Domani, domenica 3 marzo – quasi un anno esatto dopo le elezioni del 2018 – ci saranno le primarie per scegliere il nuovo segretario del Partito Democratico. I candidati sono il segretario uscente Maurizio Martina, l’ex vicepresidente della Camera Roberto Giachetti e l’attuale presidente del Lazio Nicola Zingaretti, che i sondaggi danno come favorito e che ha già vinto la prima fase del congresso, quella in cui potevano votare solo gli iscritti al PD. Ad Anagni, come nel resto d'Italia, i seggi saranno aperti dalle 8 alle 20 di domani, domenica tre marzo, in piazza Cavour e ad Osteria della Fontana.
Una volta arrivati al seggio bisogna mostrare un documento di identità, la tessera elettorale e pagare un contributo di due euro. Potranno votare alle primarie anche chi ha tra i 16 e i 18 anni, gli studenti fuori sede, gli italiani residenti all’estero e gli stranieri residenti in Italia, a patto che si siano iscritti sul sito delle primarie prima del 25 febbraio. Una volta ai seggi basterà mettere un segno sulla scheda in corrispondenza del nome del candidato e della sua lista. In questo modo si vota sia per il candidato segretario che per la lista di candidati all’assemblea nazionale (una specie di “parlamento” del partito) a lui associata.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Primarie Partito Democratico, Nicola Zingaretti stravince ad Anagni: 532 i votanti nei due seggi allestiti a piazza Cavour e ad Osteria della Fontana
Il circolo del Partito Democratico di Anagni propone come candidato Sindaco, in vista delle elezioni amministrative del 10 giugno prossimo, il consigliere comunale uscente Sandra Tagliaboschi. Insegnante, moglie, madre e dirigente di partito, è una delle energie migliori che il Pd può mettere a disposizione della città, come deliberato unitariamente dal consiglio direttivo dello scorso 24 aprile.
Inizia da viale Regina Margherita la campagna di tesseramento al Partito democratico. Simpatizzanti ed attivisti del principale partito di centrosinistra si sono dati appuntamento, domenica mattina, nella centralissima via dello struscio per cominciare la raccolta delle adesioni in vista del congresso che si terrà, con tutta probabilità, a novembre prossimo. Continua a leggere...
È stata presentata questa mattina, sabato 20 febbraio, in via degli Arci, la sede anagnina di Think dem, la corrente del Partito democratico che, in città, fa riferimento a Vittorio Save Sardaro.
Si è tenuta nel pomeriggio di oggi, a Frosinone, la riunione tra la Federazione di Frosinone e il Circolo di Anagni del Partito Democratico per discutere della delicata situazione venutasi a creare dopo l'estromissione dalla giunta municipale di Aurelio Tagliaboschi da parte del primo cittadino dott. Fausto Bassetta; nel corso della riunione sia i rappresentanti della Federazione che i membri della locale sezione del Partito Democratico affermano di "prendere atto della scelta unilaterale del Sindaco di estromettere il Partito Democratico dalla maggioranza politica che governa la città, a seguito della revoca delle deleghe assessorili ad Aurelio Tagliaboschi".