Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Politica. Il gruppo guidato dall'ex parlamentare acutino Nazzareno Pilozzi aderisce a "Pensare Democratico"; la nota integrale inviata a questa redazione

16 gennaio 2019


Da Nazzareno Pilozzi, Francesca Cerquozzi, Luca Franceschetti, Davide Di Stefano, Francesco Sordo, Filippo Massa, Umberto Cori, Antonello Quaglieri, Annalisa Buraglia, Mario Lancia, Eliseo Torresan, Tiziana Tucci, Cesare Giacomi, Domenico Belli, Paola Paniccia, Ivan Quatrana riceviamo la nota che segue e che pubblichiamo integralmente:


Non ci siamo mai definiti una componente. Siamo un gruppo di donne e uomini appassionati di politica e che, con responsabilità diverse, condividono idee e valori che sono alla base del Partito Democratico.

Negli ultimi anni abbiamo scelto di condividere un percorso di lavoro politico comune con l'ambizione di contribuire a rafforzare il profilo riformatore del nostro Partito. La crisi ha reso le persone più insicure della loro vita lavorativa e di relazione. Questa insicurezza che ha pervaso il nostro tessuto sociale ha intaccato i sentimenti di fiducia e di speranza verso il futuro. Il PD è una grande forza di governo e noi, insieme, abbiamo sempre inteso il nostro impegno politico come contributo a "progettare il futuro" delle nostre comunità.

Questa è la sfida che abbiamo sempre cercato di cogliere e lo abbiamo fatto insieme, tentando di intraprendere un percorso culturale e politico all'altezza del nostro tempo, convinti che la possibilità di ridare all’Italia un governo stabile, credibile e moderno non passerà dall’auto consunzione delle forze che oggi hanno la maggioranza ma dalla capacità di proporre una soluzione alternativa basata sullo sviluppo sostenibile, sull’equità, sui diritti e sulla serietà.

Abbiamo preso decisioni difficili, abbiamo lottato nei momenti più duri e anche dopo il 4 marzo siamo rimasti uniti consapevoli del tema storico e politico che abbiamo di fronte: come contrastare e sconfiggere il populismo e l’ultra sovranismo che dilaga nel paese.

Una sfida così impegnativa impone a tutti noi un ulteriore passo in avanti. Impone la saggezza dello stare insieme, di unire i gruppi dirigenti, di generare energie nuove, attraverso la coesione di quelle personalità che in un momento di difficoltà come questo stanno rilanciando l’azione del PD.

Prendiamo quindi la decisione di aderire a “Pensare Democratico” come scelta collettiva, finalizzata ad un arricchimento culturale e politico reciproco, consapevoli che un laboratorio di elaborazione politica sempre più ampio e partecipato potrà giovare alla crescita personale di ognuno di noi e a rafforzare l’azione politica di tutto il Partito Democratico.

Mescolare esperienze, storie e culture diverse all’interno di un grande gruppo è la forza del nostro Partito.  La nostra in questi anni è sempre stata un’idea permanente di società e di organizzazione politica e non una corrente di partito. È stata un’idea che ora può trovare la sua ragione e avere nuova linfa nell’arricchimento reciproco e nella contaminazione con le idee e le storie appartenenti alla tradizione di “Pensare Democratico”. Una realtà bella e consolidata quella rappresentata da “Pensare Democratico”, che abbiamo potuto apprezzare in questi anni come luogo di elaborazione politica, come snodo importante della vita del Pd e la cui cifra è sempre stata la ricerca dell’unità possibile. La nostra è una propensione a non aver paura di stare nel gorgo caotico della sfida politica, anzi ci piace saper portare la nostra visione lì dove essa si svolge con maggior intensità.



 
Adesione gruppo Pilozzi a 'Pensare democratico'; De Angelis, Buschini, Battisti: "Nostra area una comunità in continua crescita"

“Considero le nuove adesioni alla nostra area politica – ha dichiarato l’On. Francesco De Angelis - lo sbocco naturale per chi ha condiviso un grande percorso e ha lavorato insieme già nella campagna elettorale delle ultime elezioni regionali. Sono molto soddisfatto: del resto ‘Pensare democratico’ è un contenitore largo, aperto e inclusivo. Insieme lavoreremo per il rilancio del Pd a tutti i livelli”.

“Una comunità che cresce, che si allarga – ha spiegato il Capogruppo Pd Lazio Mauro Buschini - e lo fa attraverso il confronto proficuo e la valorizzazione dei valori comuni. Tornare ad essere un riferimento costante per le persone è l’obiettivo che ci siamo posti nella costruzione di un nuovo Pd: bene, dunque, l’adesione alla nostra area politica di nuove forze che contribuiscano al rilancio del Partito”.

“Un gruppo di persone che cresce – ha concluso la consigliera Sara Battisti -, nella condivisione degli stessi valori, per rafforzare l’azione del Partito Democratico e rilanciare un progetto politico chiaro, che parli alle nostre comunità, che offra un’alternativa concreta al sovranismo becero che sta governando il Paese nel peggior modo possibile. La crescita della nostra comunità è ovviamente motivo di grande soddisfazione”.


 

TI POTREBBERO INTERESSARE

La Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha approvato, nel corso dell’esame della Legge di Stabilità 2015, un emendamento per la revisione delle tariffe massime delle prestazioni di assistenza termale. È quanto si apprende in una nota dell'Onorevole del Partito Democratico Nazzareno Pilozzi.
Dieci milioni di euro: cinque per il 2016, altrettanti per il 2017. A tanto ammonta lo stanziamento da destinare alla bonifica della Valle del Sacco nei prossimi due anni, ottenuto con l'approvazione di un emendamento predisposto da Nazzareno Pilozzi e sostenuto da tutti i parlamentari in forza PD del Lazio. "Finalmente un atto concreto che aiuterà in maniera importante il nostro territorio", spiega Pilozzi. Che aggiunge: "ringrazio i colleghi del Partito Democratico e il Governo per l'assenso espresso a una questione che ha suscitato tanta preoccupazione nei nostri cittadini.
È stata presentata questa mattina, sabato 20 febbraio, in via degli Arci, la sede anagnina di Think dem, la corrente del Partito democratico che, in città, fa riferimento a Vittorio Save Sardaro.
Il circolo del Partito Democratico di Anagni propone come candidato Sindaco, in vista delle elezioni amministrative del 10 giugno prossimo, il consigliere comunale uscente Sandra Tagliaboschi. Insegnante, moglie, madre e dirigente di partito, è una delle energie migliori che il Pd può mettere a disposizione della città, come deliberato unitariamente dal consiglio direttivo dello scorso 24 aprile.
Inizia da viale Regina Margherita la campagna di tesseramento al Partito democratico. Simpatizzanti ed attivisti del principale partito di centrosinistra si sono dati appuntamento, domenica mattina, nella centralissima via dello struscio per cominciare la raccolta delle adesioni in vista del congresso che si terrà, con tutta probabilità, a novembre prossimo. Continua a leggere...