Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Sanità; il sindaco Daniele Natalia replica al consigliere regionale Mauro Buschini: "progetto hub: se non inserito in un contesto più ampio è dislocazione logistica dei mezzi di soccorso del 118"

19 dicembre 2018

In riferimento all’articolo apparso sui media circa l’emendamento del consigliere regionale Mauro Buschini per la costruzione di un “hub” per la gestione delle emergenze, è intervenuto il sindaco di Anagni Daniele Natalia: «Dopo aver letto le dichiarazioni dell’On. Mauro Buschini, come al solito farcite di una nota polemica (“dove la destra ha chiuso l’ospedale […] stiamo lavorando per offrire una sanità migliore ai cittadini”), vedo che dopo l’immobilismo di tutti questi mesi e la ferrea lotta del sottoscritto, unitamente agli altri sindaci del comprensorio ed alle associazioni di cittadini a tutela della salute, in particolare il Comitato “Adesso Basta!”, qualcosa comincia a muoversi. Questo però, per quanto mi riguarda, è un mero indice di d’inversione di tendenza, poiché il progetto dell’hub, se non inserito in un contesto più ampio rischia di apparire come una mera dislocazione logistica dei mezzi di soccorso del 118. Ben vengano l’elisoccorso e le ambulanze – continua Natalia – ma se questi non sono inseriti in un pronto soccorso, né hanno la compresenza di medici specialisti (cardiologo ed anestesista) non si può parlare di alcuna soluzione migliorativa». Su questo è lapidario il sindaco Daniele Natalia che parla poi di un provvedimento migliorativo dell’emendamento presentato da Buschini: «Abbiamo richiesto al consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli (Forza Italia), coadiuvato dai consiglieri Aurigemma e Simeone (Presidente della VII Commissione regionale Sanità), di poter migliorare la proposta di Mauro Buschini e Sara Battisti. A tal fine i consiglieri di FI hanno proposto un emendamento (art. 4BIS dopo l’art. 4 di Buschini)». L’emendamento di Ciacciarelli, Aurigemma e Simeone recita testualmente: “Allo scopo di implementare le politiche e l’offerta sanitaria sui territori, e per la salvaguardia delle prestazioni di emergenza dell’area nord della Provincia di Frosinone, presso l’Ospedale civile di Anagni si prevede la realizzazione di un hub emergenziale con la presenza h/24 di un cardiologo e di un anestesista”. Daniele Natalia conclude: «I medici che stanno portando avanti insieme a noi la battaglia per la riapertura del pronto soccorso di Anagni, mi hanno rappresentato che la presenza h24 di un cardiologo e di un anestesista può coprire circa il 60% delle emergenze di un territorio in termini di efficace stabilizzazione del paziente. Detto ciò, continuerò, come sto facendo da quest’estate, attraverso i canali istituzionali e grazie anche all’interessamento del Vescovo Mons. Lorenzo Loppa, a finalizzare la mia azione politico-amministrativa per la riapertura del pronto soccorso di Anagni, unico ed imprescindibile obiettivo per la tutela di un territorio vasto come il nord della Ciociaria e soprattutto in linea con la grande battaglia di migliaia di cittadini che hanno richiesto a gran voce di poter essere curati in caso di urgenza».


TI POTREBBERO INTERESSARE

Una delegazione del comitato "Riprendiamoci la Sanità" di Ferentino, costituita dal presidente Annarosa Celardi, dal consigliere comunale Maurizio Berretta, da Amedeo Mariani e Daniele Bondatti, ha incontrato - venerdì 4 marzo - il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e l'assessore regionale Mauro Buschini. Il comitato ha rappresentato al Presidente la situazione della Sanità locale, in particolare della Casa della Salute, focalizzando l'attenzione sui futuri servizi sanitari; il presidente Zingaretti ha rassicurato i quattro rappresentanti sullo stato di avanzamento, inoltre si è reso disponibile ad un incontro con la delegazione ferentinate, presso gli uffici della presidenza della Regione Lazio. L'assessore Mauro Buschini si renderà promotore di un incontro tra lo stesso comitato di Ferentino ed i vertici Asl locali nella persona del Commissario Macchitella. Oltre all’avvenuta consegna a mano della documentazione sulla sanità di Ferentino, della lettera d’intenti sottoscritta da diverse associazioni, comitati locali e consiglieri comunali, della delibera di consiglio comunale n.60/2015 sulla Casa della Salute, Annarosa Celardi, a nome di tutto il Comitato “Riprendiamoci la Sanita’”, ha donato al Presidente Zingaretti, un quadro dell’artista ferentinate Vincenzino Ludovici.
Sanità e Marangoni. Se ne è parlato nella serata di giovedì 10 agosto ad Anagni durante l’incontro organizzato presso la Sala gialla tra l’assessore regionale Mauro Buschini e la maggioranza politica cittadina. Non tutta la maggioranza in effetti, visto che mancava tutto il gruppo di Progetto Anagni, che aveva espresso polemicamente la propria volontà di non partecipare all’incontro come segno di critica nei confronti di Buschini e del Pd regionale e provinciale su ex ospedale e Marangoni.
Tre ore; tanto è durata la seduta di consiglio comunale aperta ai cittadini che si è tenuta ieri pomeriggio nella sala della Ragione del Palazzo di Jacopo da Iseo per discutere delle sorti del locale nosocomio. All'assise, richiesta formalmente dai cinque consiglieri di minoranza (Roberto Cicconi, Giuseppe De Luca, Daniele Natalia, Roberto Versi e Alessio Fenicchia), hanno preso parte anche numerosi cittadini ed associazioni interessati alla questione della sanità locale. Un incontro aperto a tutti, dunque, che ha rappresentato una delle ultime possibilità per opporsi allo scellerato piano di dismissione del nosocomio cittadino e per chiedere alle istituzioni regionali e nazionali di salvaguardare il presidio e tutti i servizi ad esso connessi. Continua a leggere...
Questione Sanità, il sindaco di Anagni Daniele Natalia presenta due delibere ai sindaci del comprensorio: "un tassello in più nella battaglia politica e popolare in difesa del diritto alla salute"
Sulla nomina del dottor Natalia a Coordinatore della sanità anagnina, registriamo la dichiarazione di Francesdco Sordo, segretario cittadino del Pd: “ esprimo il mio compiacimento per la nomina di Natalia da parte del dottor Macchitella. Da tempo stavamo aspettando un coordinatore, per ridare ad Anagni un interlocutore sulle esigenze della zona, e per fare in modo che, dopo quanto stabilito dall’atto aziendale, si blocchi la spoliazione sotto banco che si sta verificando da tempo all’ospedale di Anagni.