Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Fiuggi. Elezioni amministrative 2018. Dalla centralissima piazza Spada Fabrizio Martini getta il cuore oltre l'ostacolo: "queste le nostre proposte per la città"

21 maggio 2018

Fabrizio Martini, candidato a sindaco per la lista Civica Fiuggi, spiazza gli avversari: è il primo a fare un comizio nella centralissima Piazza Spada. Le prime sferzate sono per i transfughi, per coloro cioè, che decisero, il primo aprile dell’anno scorso, di andare dal notaio per sfiduciarlo, aprendo le porte della città al commissariamento che sta per terminare. L’accusa è l’aver interrotto un percorso virtuoso che durava da oltre un anno e che avrebbe dovuto portare alla privatizzazione di ATF. Peraltro – dice Martini – senza nessuna giustificazione. Il comune di Fiuggi è in pre-dissesto, ha affermato Martini, ma non è dipeso da ATF, ma dal fatto che i cittadini di Fiuggi non pagano i tributi. Il trascorso anno di commissariamento ha finito per peggiorare lo stato della città e della stessa ATF, che è stata disamministrata. L’ex sindaco non risparmia nelle sue critiche il dott. Marai, amministratore delegato di ATF, colpevole di non aver sinora prodotto il bilancio aziendale dell’anno 2017, strumento necessario per poter valutare lo stato di salute dell’azienda. Azienda – ha continuato Martini – che deve essere privatizzata al più presto possibile, senza ulteriori indugi, Parole non proprio tenere sono state indirizzate anche verso il commissario Tarricone, che non è stato equidistante, ma che invece ha ceduto troppo spesso alle pressioni del PD, nel convocare ad esempio conferenze cittadine. Accuse infine pesanti nel confronti di Ugo Moro, ex presidente del Convention Bureau, che avrebbe continuato a spendere in iniziative, pur essendo cosciente che ATF non avrebbe più finanziato quell’organismo.



TI POTREBBERO INTERESSARE

Rush finale per la campagna elettorale di Fiuggi. I comizi vengono annunciati quasi si trattasse di finali di Champions League o Roland Garros.
Ufficializzata ormai la presentazione delle 4 liste che si contenderanno Sindaco e seggi al Comune di Fiuggi, si entra nel vivo della campagna elettorale, mancando meno di un mese al voto del 10 giugno. La FiuggiViva, lista civica che vede Martina Innocenzi candidata a Sindaco, scende per prima in campo. E lo fa in linea con quanto dichiarato durante la brillante presentazione della lista ,avvenuta venerdì scorso all’Officina della Memoria
Elezioni amministrative 2018. Anagni. Riepilogo candidati a sindaco definitivo
Entra nel vivo la politica fiuggina in vista delle amministrative del 10 giugno prossimo. Se la prima a scendere in campo, presentando la sua candidatura a sindaco per la lista civica “Fiuggi Viva” è stata Martina Innocenzi, il primo a presentare la lista alla cittadinanza sarà però Alioska Baccarini leader della “Fiuggi insieme”. Domani presso l’hotel San Giorgio il candidato sindaco Baccarini alla presenza del presidente del parlamento europeo Antonio Tajani, il senatore Ruspandini,