Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Presentata la lista Sinistra Anagni, che propone la candidatura di Viviana Cacciatori. “Spazio alla politica. Puntiamo a ricreare una vera sinistra in città”

13 maggio 2018

Una lista orgogliosamente politica, che vuole riappropriarsi del vuoto che è stato creato a sinistra negli ultimi anni. Questo il cuore del progetto che è stato illustrato stamattina, domenica 13 maggio, dagli esponenti della lista della Sinistra Anagni. Che in vista delle comunali del 10 giugno esprime come candidato a sindaco Viviana Cacciatori. Nel presentare la lista Viviana Cacciatori ha, come detto, sottolineato la necessità di ridare importanza alla politica contro “la facile tendenza a creare liste civiche che però poi spariscono quasi sempre subito dopo le elezioni e servono soltanto di fatto a prendere i voti dei cittadini”. La Cacciatori ha ricordato la necessità di riappropriarsi gli spazi della sinistra cercando “la massima collaborazione con le persone ed il cittadini, evitando le oligarchie e la mancanza di discussione che c'è stata negli ultimi anni, caratterizzati da una opposizione troppo spesso azzittita e silente, ridotta quasì ad un consiglio di amministrazione”. Più che un programma dettagliato, la Cacciatori ha espresso una serie di priorità da assegnare alla propria azione politica. Tra queste, la necessità di ampliare la democrazia partecipativa, cercando di sviluppare il dialogo con i cittadini. Poi, la valorizzazione del patrimonio immobiliare della città e l’impulso ad una economia basata su agricoltura commercio e turismo. Quest’ultimo inteso non soltanto come una mera visita dei monumenti ma anche come produzione e di cultura, attraverso per esempio la pedonalizzazione del centro storico ed il collegamento con le periferie. Importanza anche per lo sviluppo della cultura e della istruzione, valorizzando strutture come per esempio quella del Convitto Regina Margherita. Grande importanza anche al progetto, da sempre un cavallo di battaglia della coalizione, della Via degli orti. “Noi siamo -ha detto la Cacciatori- senz'altro più credibili di quelli che parlano, senza spesso sapere cosa dire, di turismo e di sviluppo della cultura. Anche sulla sanità garantiamo il nostro impegno, anche se ovviamente non possiamo fare promesse che non sentiamo di poter mantenere”. Una parola la Cacciatori l'ha voluta spendere anche per quanto riguarda le critiche di avere una lista molto giovane: “noi pensiamo soprattutto a voler far ripartire una vera e propria sinistra ad Anagni”. Sulle polemiche relative alle denunce a presunti ricatti fatti ad una signora per farla candidare in una lista, la Cacciatori ha detto che “qualora fosse dimostrato, si tratterebbe senz'altro di qualcosa di esecrabile e di un danno per la politica”.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE

Liste a sostegno della candidatura a sindaco di Viviana Cacciatori
Torna a far discutere la situazione dell’acqua ad Anagni. Ad accendere la discussione, con un post sulla sua pagina Fb, è stavolta la coordinatrice locale di Sel Viviana Cacciatori.
Da Viviana Cacciatori, responsabile cittadina di Sinistra Italiana, riceviamo la seguente nota che di seguito pubblichiamo integralmente:
Sabato 22 luglio, dalle 17.30, in poi presso la biblioteca comunale di Anagni, si è tenuto il congresso fondativo del circolo anagnino di Sinistra Italiana. La discussione che ha portato all’elezione, come segretaria di circolo di Viviana Cacciatori, è stata lunga ed appassionata, sulla base del documento politico presentato al circolo.
Nasce ad Anagni il comitato di sinistra per il NO: i soggetti di sinistra anagnini hanno costituito un comitato, aperto a chiunque voglia aderire, per promuovere le ragioni del NO al referendum costituzionale. "La riforma costituzionale è una riforma che non riduce i costi, non migliora la qualità dell'iter legislativo, come asserisce questo governo, ma toglie la sovranità dalle mani del popolo - spiega in una nota Viviana Cacciatori, responsabile di SEL Anagni - questo è il fulcro del ragionamento politico sviscerato dagli incontri che hanno preceduto la costituzione. Diciamo NO allo scempio della Costituzione attuato attraverso una riforma che sottrae poteri ai cittadini e mortifica il Parlamento.