Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Sicurezza stradale sul tratto della via Casilina compreso tra i km 69 e 72, Maurizio Berretta (Democraticamente Ferentino): “il consiglio approva all’unanimità ma il sindaco Antonio Pompeo non attua le decisioni assunte”

21 gennaio 2018

Da Maurizio Berretta, capogruppo consigliare di Democraticamente Ferentino, riceviamo la nota che segue e che pubblichiamo in forma integrale e senza modifiche:

A novembre 2017, su proposta dei Consiglieri comunali Maurizio Berretta, Marco Valeri, Marco Maddalena e Gianni Bernardini, il Consiglio comunale, in modo unanime fece proprie le due petizioni popolari di quasi 600 firme per la messa in sicurezza del primo tratto di Via Stazione e di Via Casilina dal km 69 al Km 72.
E’ inaccettabile che puntualmente la Giunta Pompeo non attui i deliberati del Consiglio comunale. Nel caso specifico, da novembre, l’Assise civica ha deciso, in modo unanime, gli interventi di  messa in sicurezza dei due tratti stradali, ma ad oggi non vi è traccia alcuna di nessun intervento, tantomeno di manutenzione ordinaria. Possiamo capire che per quanto riguarda gli interventi straordinari e strutturali richiesti, ci sia bisogno di tempo, ma di certo è inammissibile, che per quanto riguarda almeno la disostruzione delle cunette e fossati laterali, il rifacimento della segnaletica orizzontale, il semplice taglio dell’erba o la sostituzione della segnaletica verticale divelta, ci sia la latitanza piu’ completa.
Eppure sono tratti stradali ad alto rischio, tratti che hanno visto sangue sull’asfalto, incidenti stradali con epilogo in diversi casi, anche mortali.
Le arterie oggetto di petizioni e di Consiglio, sono insediamento di numerose abitazioni, attività commerciali, la presenza di pedoni è notevole anche in funzione di diverse fermate del trasporto pubblico locale, regionale e del trasporto scolastico.
La ribattezzata “Curva del Terrore” e l’incrocio “Giardino” non possono rimanere nel dimenticatoio del sindaco Antonio Pompeo.
Non staremo di certo fermi a guardare l’inerzia dell’attuale Sindaco, impegnato fin troppo nelle attività di “apparenza” e ben poco in quelle di “sostanza”; educazione, umiltà e rispetto istituzionale non sono mai state di casa in questa questa Giunta, i Cittadini vanno rispettati ed a loro va data una risposta con i fatti”.   


TI POTREBBERO INTERESSARE

Nel corso dell’assise civica che si è tenuta il giorno 12 gennaio scorso, con convocazione richiesta dai Consiglieri comunali Maurizio Berretta, Gianni Bernardini, Marco Maddalena e Marco Valeri, diversi sono stati i punti discussi, alcuni dei quali approvati.
Dai consiglieri comunali di Ferentino Maurizio Berretta, Marco Valeri, Marco Maddalena e Gianni Bernardini riceviamo la seguente nota che di seguito pubblichiamo integralmente:
Una nota inviata al Presidente della Terza Commissione Consiliare “Commissione Permanente n. 3 avv. Simone Rinaldi per chiedere conto dell'andamento della raccolta dei rifiuti nella città gigliata; a chiederla - ai sensi dell’art.6 del regolamento comunale delle commissioni consiliari permanenti - sono i consiglieri all'opposizione Marco Maddalena, Gianni Bernardini, Maurizio Berretta e Marco Valeri in qualità di consiglieri comunali (i primi due anche membri della terza commissione consiliare).
Venerdì 3 Novembre alle ore 15:00, tra le 5 proposte previste all’ordine del giorno, tutte a firme dell’opposizione, figura una proposta relativa a “Provvedimenti urgenti da adottare in termini di sicurezza stradale sul territorio comunale. Maurizio Berretta Capogruppo di DemocraticaMente: “Unitamente ai colleghi Consiglieri comunali di Opposizione, Marco MADDALENA, Gianni BERNARDINI e Marco VALERI, abbiamo elaborato e sottoscritto una proposta, sotto forma di ODG, relativa alla sicurezza stradale.
L’intera opposizione consigliare formata da Maurizio Berretta, Marco Maddalena, Gianni Bernardini e Marco Valeri, ha ritirato dai lavori del consiglio comunale tutte le proposte presentate fino ad oggi, formulando un’unica richiesta, di convocazione di consiglio comunale, con un solo punto all’ordine del giorno che dovrà essere discussa entro venti giorni: la grave emergenza ambiente in atto sul territorio. Una seduta di consiglio comunale interamente dedicata alla grave emergenza ambientale in atto sul territorio della valle del Sacco; a chiederla – con una nota – sono stati i quattro consiglieri comunali all’opposizione Marco Maddalena, Marco Valeri, Gianni Bernardini e Maurizio Berretta