Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Presentato ufficialmente il movimento “Idea Anagni”. Per i fondatori è necessario impegnarsi “contro l’accozzaglia di interessi, per far uscire la città dal suo torpore”

19 gennaio 2018

Un movimento di ispirazione civica. Che punta a governare Anagni al di là delle logiche di appartenenza e di colore politico. Che si dedica ad emergenze come sanità ed ambiente. Ma punta anche alle nuove generazioni. Nato  per salvare la città dei papi da un futuro di “decadenza”. È l’ambizione di Idea Anagni, il movimento politico che è stato presentato ad Anagni nella serata di venerdì 19 gennaio nei locali della pizzeria Hostaria del Municipio, gestita da Tommaso Casatelli. A fare gli onori di casa Guglielmo Vecchi, Gianluigi Ferretti (segretario del movimento) e Antonio Necci, consigliere comunale entrato in assise dopo l’arrivo di Felli in maggioranza e subito dichiaratosi indipendente rispetto alla maggioranza del sindaco Bassetta. Presente in sala anche il dottor Magnante, che ha sottolineato la necessità di impegnarsi per il mantenimento di una decente offerta sanitaria.
Dopo i saluti di Vecchi, a spiegare le ragioni della nascita del movimento ci ha pensato Ferretti. Che ha parlato di Idea Anagni come di un gruppo legato da “stima ed amicizia” che punta a riempire “un vuoto politico di decenni”. Durante il quale Anagni, assieme a tutto il territorio, è scivolata indietro. Il tutto grazie ad una amministrazione “con gli occhi chiusi ed autoritaria”; una vera “accozzaglia di interessi” per la quale bisogna chiedersi “se rappresenta ancora i cittadini”. Ferretti ha citato il caso delle polemiche sul caso del bilancio consolidato, criticando “l’approssimazione” della giunta. Ed ha annunciato un impegno deciso per “uscire dal torpore” che caratterizza la città.
Necci, da parte sua, ha ricordato il suo ingresso in consiglio lo scorso ottobre, “dopo il terzo rimpasto del governo Bassetta”; ha giustificato il suo essere indipendente criticando sia la maggioranza  “che finora non ha mantenuto le sue promesse” sia l’opposizione “fino ad ora muta”. Per Necci “ci sarà un motivo se la maggioranza, che è arrivata ad avere con sé 13 consiglieri, ha perso tanti elementi per strada. Noi puntiamo ad una coalizione larga che, nel giugno del 2019, possa arrivare alla vittoria. Ed abbiam l’ambizione di voler esprimere noi il candidato a sindaco”. Idea Anagni ha rifiutato, almeno per ora, l’accostamento al campo del centro destra o del centro sinistra. “Non siamo certo in vendita per una poltrona”, ha detto Ferretti. Necci ha concluso la serata con un durissimo attacco verso i suoi compagni di consiglio : “a volte mi vergogno di stare con queste persone”.


TI POTREBBERO INTERESSARE

E' divorzio tra Idea Anagni e il consigliere comunale Gianluigi Ferretti: "parla per suo conto; inconsistente azione consiliare, delusi dall’esperienza di coalizione"
Querelle tra il movimento civico Idea Anagni e i responsabili del gruppo politico Anagni Terra Nostra; questi ultimi respingono le accuse: "sempre più dubbi circa la ragion d’essere del Movimento"
Liste a sostegno della candidatura a sindaco di Daniele Tasca

Anagni. Consiglio comunale. Approvato il rendiconto di gestione. Attilio Quattrocchi nominato nel Cda del Regina Margherita. Creata la commissione consiliare sulla Sanità

Polemiche per la dichiarazione di indipendenza di Antonio Necci e per l’adesione di Gianluigi Ferretti al gruppo provinciale di Fdi
Anagni. Consiglio comunale. Approvato il rendiconto di gestione. Attilio Quattrocchi nominato nel Cda del Regina Margherita. Creata la commissione consiliare sulla Sanità
Anagni. Il consigliere comunale anagnino Gianluigi Ferretti eletto in provincia: “premiato il mio lavoro sul territorio. Ora penso all’ambiente”