Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Ferentino. La nota di Maurizio Berretta (DemocraticaMente): "non ascoltate le richieste della minoranza: ingenerate revoche di delibere e maturazione di debiti fuori bilancio; sbagliare è umano, perseverare è diabolico"

28 novembre 2017

Pubblichiamo di seguito una nota inviata a questa redazione dal consigliere comunale di minoranza Maurizio Berretta, capogruppo per DemocraticaMente all’assise civica di Ferentino:
 
“Nel consiglio comunale della settimana scorsa ho posto una questione pregiudiziale sulla ratifica (punto all’odg) di una variazione di bilancio effettuata dalla Giunta con delibera n. 85 del 13/09/2017, in quanto il regolamento di contabilita’ vigente e la normativa nazionale, prevedono che le variazioni vanno a ratifica entro 60 gg. La maggioranza dapprima ha votato contro la mia pregiudiziale di decadenza della variazione e poi ha approvato la stessa variazione finanziaria “illegittima”e di fatto “decaduta”. A nulla sono valse al momento le nostre raccomandazioni sull’ illegittimita’di un’operazione di 50.000 mila euro, tra consulenze professionali, contributi a Pro-loco e Associazioni .Ne’ il Sindaco, tantomeno l’Assessore alle Finanze Martini, o il Presidente del Consiglio comunale Iorio hanno messo in condizione i Consiglieri comunali di valutare l’illegittimita’ della delibera, o di richiedere al Segretario generale un parere sull’operazione finanziaria “dubbia”. La maggioranza in quel contesto ha generato una delibera consiglio la n.33 del 21/11/2017, “ILLEGITTIMA”. I “ravvedimenti” della Giunta Pompeo sulla questione pregiudiziale del sottoscritto sono arrivati poi post approvazioni, in questi giorni, nel Consiglio comunale di Giovedi 30 Novembre al punto 4, e’ prevista l’adozione di provvedimenti relativi all’inefficacia della delibera di Giunta n. 85 del 13/09/2017 e la revoca della Delibera di Consiglio n. 33 del 21 Novembre u.s.( ratifica), ed al punto 5 il riconoscimento di debiti fuori bilancio per quasi 50.000 mila euro per le poste finanziarie succitate. Dopo la “gaffe” sulla mancata approvazione del Bilancio Consolidato, che doveva avvenire al 30/09/2017 e che non e’ all’ordine del giorno nemmeno del prossimo Consiglio comunale, dovuta all’inefficienza dell’Assessorato alle Finanze dell’Assessore Martini unitamente alla Presidenza del Consiglio comunale di Giuseppe Iorio , incapaci di seguire i procedimenti finanziari che approdano in Consiglio comunale, oggi per non ascoltare i consigli dei Consiglieri comunali, ingeneriamo revoche di delibere di Giunta e di Consiglio e la maturazione di Debiti Fuori Bilancio. Sbagliare è umano perseverare è diabolico”.


TI POTREBBERO INTERESSARE

A proposito della riperimetrazione SIN Valle del Sacco, per la quale il Comune di Ferentino ha istituito un apposito sportello di supporto per i cittadini interessati e un fondo per le spese delle osservazioni, interviene - con una nota inviata a questo quotidiano - il capogruppo consigliare di "Democraticamente Ferentino" Maurizio Berretta.
Una interrogazione a risposta scritta ed urgente per chiedere conto della convenzione riguardante l'attività estrattiva in località Sigillo di Ferentino; a scriverla e a recapitarla al sindaco di Ferentino Antonio Pompeo e al presidente del consiglio comunale è stato il consigliere di Democraticamente Ferentino Maurizio Berretta; si legge nella interrogazione di Berretta:
Ferentino. Poca acqua dai rubinetti: prosegue la campagna di sensibilizzazione del movimento civico DemocraticaMente
È emergenza acqua a Ferentino dove da qualche giorno è in corso – per iniziativa del gruppo civico DemocraticaMente Ferentino, in consiglio rappresentato da Maurizio Berretta – la sottoscrizione delle diffide per il ripristino del servizio idrico. Secondo quanto riferito dai responsabili del gruppo, Acea sta di fatto contravvenendo a diversi articoli della carta dei servizi sottoscritta.
Rifiuti abbandonati a Ferentino, i giovani di Democraticamente e il capogruppo Maurizio Berretta parlando di “città abbandonata a se stessa” Una città abbandonata a se stessa: è così che i giovani del movimento civico “Democraticamente” definiscono Ferentino; a dare loro spunto sono le discariche, sempre più numerose, che purtroppo fioriscono in diversi punti della città gigliata. E parlando di “situazione che sta via via degenerando”, e di “un territorio ormai incontrollato.