Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Il consiglio comunale approva tutti i punti all'ordine del giorno relativi ad argomenti di materia economico-finanziaria; intervenuta anche Rita Ambrosino (Legambiente Anagni) "verità per Giulio Regeni"

28 luglio 2016

Questa mattina il Consiglio comunale di Anagni ha approvato tutti i punti all'ordine del giorno, relativi ad argomenti di materia economico-finanziaria: riconoscimento della legittimità di debiti fuori bilancio, assestamento generale di bilancio, salvaguardia degli equilibri di bilancio e  rispetto dei vincoli della finanza pubblica.
Inoltre, il Consiglio comunale ha ratificato variazioni di bilancio annuale 2016 e pluriennale 2017-2018 deliberate dalla Giunta il 17 giugno e il 12 luglio 2016.

 
In aula ha relazionato l'assessore al Bilancio, Aurelio Tagliaboschi, che ha illustrato i movimenti del bilancio dovuti a nuove spese intervenute per la pubblica illuminazione (rete di via Vignola in via di completamento), la segnaletica stradale, gli interventi straordinari, le spese per il personale, la toponomastica rinnovata come da disposizioni europee e altre esigenze. Per quanto riguarda i debiti fuori bilancio, il Consiglio ha riconosciuto quelli relativi alle varie sentenze emesse a carico del Comune (oltre 100 mila euro) e alle spese sostenute per i cani randagi dal 2009 (74 mila euro). Ratificate anche le variazioni di bilancio necessarie, tra l'altro, a svolgere le attività culturali.
 
In apertura di lavori, il presidente Giuseppe Felli ha comunicato che il Comune di Anagni ha aderito alla camapagna “Verità per Giulio Regeni”, il giovane ricercatore ucciso in Egitto sei mei fa. Sull'argomento è intervenuta Rita Ambrosino di Legambiente (qui è possibile leggere l'intervento integrale) che ha illustrato l'iniziativa e consegnato lo striscione che verrà esposto a Palazzo d'Iseo. Inoltre il Consiglio comunale, tramite l'intervento di Sandra Tagliaboschi (Pd), ha espresso un augurio di buon lavoro al consigliere Maurizio Bondatti (Pd) che da domani entrerà a far parte del Consiglio provinciale.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Il presidente del Consiglio Comunale di Anagni Giuseppe Felli ha convocato per il prossimo 31 luglio alle ore 10 presso la Sala della Ragione il Consiglio Comunale.
Di seguito pubblichiamo integralmente la nota inviata a questo giornale dal presidente del consiglio comunale Giuseppe Felli:
Il sindaco e il presidente del Consiglio comunale di Anagni, Fausto Bassetta e Giuseppe Felli, nella giornata di mercoledì hanno incontrato il nuovo amministratore di Eurozinco, Micheli, per informarsi circa la situazione dell’azienda che da qualche tempo è in difficoltà. Presenti anche le Rsu dell’azienda che occupa 80 lavoratori.Gli amministratori comunali stanno seguendo con attenzione la vertenza, preoccupati per l’ennesima crisi industriale sul territorio e per il futuro di decine di famiglie, auspicando soluzioni positive per l’attività di Eurozinco.
"La decisione di rinviare il consiglio comunale del 22 agosto è stata presa in quanto non potrà essere presente all'assise il tecnico responsabile del servizio Urbanistica. Pertanto ne ho disposto il rinvio a tutela dei consiglieri assenti alla seduta del 10 agosto, che sarebbero stati presenti nella seduta di lunedì 22 agosto e chiamati a votare senza aver potuto ascoltare la relazione del tecnico sulle materie all'ordine del giorno, con potenziale pregiudizio delle loro facoltà di eventualmente dire e contraddire". Ad affermarlo, in una nota inviata a questa redazione, è il presidente del consiglio comunale di Anagni avv. Giuseppe Felli.
Il Comune di Anagni come esempio di amministrazione condivisa. Questo il motivo della presenza del presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Felli, come relatore al convegno tenuto nei giorni scorsi a Trevignano Romano che si appresta ad adottare il Regolamento sulla cura dei beni comuni come Anguillara Sabazia e Bracciano. Il Comune di Anagni è stato il primo, nel Lazio, a farlo.