Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Martedì 10 settembre 2019 al Museo Historiale di Cassino l'inaugurazione della mostra “Memoria Viva” 1939 – 1945

23 agosto 2019

Martedì 10 settembre 2019, alle ore 18:30, verrà inaugurata ufficialmente “Memoria Viva” 1939 – 1945 Cassino, un’esposizione interattiva gratuita sulla Seconda Guerra Mondiale, con particolare attenzione rivolta al territorio di Cassino, profondamente dilaniato dal bombardamento del 10 settembre 1943.
 
Obiettivo della mostra è quello di ricordare il passato e guardare al futuro in modo più consapevole, attraverso il ricorso a tecnologie innovative, come la realtà aumentata, e contenuti diretti e coinvolgenti, usando linguaggi diversi a seconda del pubblico di riferimento.
 
L’evento, ospitato presso il Museo Historiale di Cassino, in Via San Marco, 23, è organizzato da DBG Management & Consulting, e rientra nell’ambito del bando "Atelier, Arte, Bellezza e Cultura", una misura del Por-Fesr Lazio 2014-2020 che promuove, attraverso un contributo a fondo perduto, la valorizzazione culturale di cinque luoghi storici del Lazio.
 
Il percorso espositivo accompagnerà il visitatore attraverso suggestioni visive e uditive, ammirando un ampio archivio di vecchie fotografie restaurate in formato digitale 3D, e ascoltando il racconto dei terribili fatti dell’epoca, raccontati da personaggi realmente esistiti, ricreati attraverso la realtà aumentata. Non solo soldati o comandanti, ma anche persone comuni, che in quel 10 settembre di 76 anni fa, ad appena un paio di giorni dalla firma di quell’armistizio che sembrava segnare la fine di un incubo, videro cadere dal cielo una pioggia di bombe, che, nel giro di poche manciate di minuti, devastarono la terra che fino a quel momento era stata la loro casa.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Inaugurata, questa mattina, martedì 13 dicembre 2016, la mostra “La Grande Guerra” allestita nella sala convegni della biblioteca comunale di Anagni che si potrà visitare fino al 30 dicembre 2016. Si tratta di una mostra itinerante patrocinata, oltre che dal Comune di Anagni, da Regione Lazio e Ministero della Difesa ed è organizzata dal Sistema interbibliotecario Valle del Sacco in occasione dei cento anni della prima guerra mondiale.
Anagni nella I Guerra MondialeMostra dei documenti dell'Archivio storico comunale
Il Secondo Istituto Comprensivo di Ferentino e l-inizio della Prima Guerra Mondiale del 1915/1918 con la manifestazione "Voci dalla Grande Guerra". L-incontro in via G. Marco e con l-inizio della manifestazione presso l'I.I.S. "Martino Filetico".
Risale quasi sicuramente al periodo della seconda Guerra Mondiale il bossolo di proiettile privo dell-effettuazione di alcuni scavi.
Enrico Fanciulli ha portato a compimento l'ultimo suo lavoro su Anagni; il libro "Anagni tra pace e guerra" - che verrà presentato domenica prossima 23 settembre alle ore 16.30 nella sala della Ragione del palazzo comunale di Anagni - tratta del periodo bellico relativo alla seconda guerra mondiale, nel quale - tra le varie vicende - Anagni si ritrovò occupata dai tedeschi e fu dichiarata città-ospedale nel retrofronte di Cassino. Tra i fatti degni di nota di quel periodo ce ne sono alcuni sui quali è calato un velo e sono poco affatto conosciuti. L'autore li ha evidenziati integrando le conoscenze che si hanno della città che non è ricca solo di storia antica ma anche di interessanti accadimenti di storia contemporanea.