Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Il lavoro dei laboratori teatrali all’Hernica Saxa: la nota della prof.ssa Anna Natalia

2 luglio 2019

L’Associazione Culturale “Acta Est Fabula” a 12 anni dalla sua nascita ha realizzato molti dei progetti che il gruppo di amici si proponeva, quando Emilio Cacciatori volle avviare un laboratorio teatrale che desse vita ai sogni e alle speranze di “ fare teatro”, nello spazio dell’ ex Chiesa di San Paolo, sede della Cooperativa Hernica Saxa, nata per i Soci di BancAnagni e che dalla Banca riceve il sostegno convinto ed ininterrotto per tutte le iniziative culturali che vi si svolgono.

Al Laboratorio teatrale di Emilio Cacciatori si affianca La Compagnia Laboratorio T.O.C. diretta da Monica Fiorentini. Entrambi i gruppi raccolgono un consenso crescente, la partecipazione di allievi di tutte le età e il successo indiscusso di un pubblico affezionato.

All’ interno di Acta est Fabula è poi nata la Scuola di Teatro Popolare che, al secondo anno di vita, conta già 50 iscritti, bambini ed adulti, ed ha avviato un progetto di Laboratorio Teatrale in collaborazione con il Primo Istituto Comprensivo che ha coinvolto oltre 300 bambini che hanno partecipato in orario extra curriculare!

Il valore di questa ed altre iniziative è del tutto evidente sotto il profilo culturale e sociale e quando, come tutti gli anni , è arrivato il momento di dar prova dei risultati raggiunti con i saggi di fine anno, nell’assistere agli spettacoli realizzati dai due Gruppi Teatrali ci si è resi conto

dell’ enorme lavoro di preparazione, dell’ impegno e della passione che li anima. Dalla fine di maggio al 30 giugno è stato un susseguirsi di spettacoli interessanti, bene interpretati e realizzati con cura da bravissimi collaboratori tecnici.

Con la replica di sabato 8 giugno si è conclusa la rappresentazione dello spettacolo allestito dalla Compagnia Laboratorio T.O.C. che ha presentato una riduzione / adattamento della tragedia Romeo e Giulietta di William Shakespeare curata da Mauro Ascenzi, con la regia di Monica Fiorentini.

La scelta audace di un testo così arduo, banco di prova di attori e registi famosi nella storia del teatro si è dimostrata del tutto giustificata dalla stupefacente riuscita dello spettacolo, frutto dell’impegno e della bravura di tutti gli interpreti e del gruppo di collaboratori” tecnici”.

Infatti la suggestiva scenografia, i costumi semplici e curati, le luci e i suoni hanno creato un continuum narrativo nel quale la vicenda notissima dell’ amore impossibile tra i due protagonisti ha coinvolto gli spettatori, quasi al punto da renderli partecipi della storia.

Bravissimi gli interpreti di Romeo e Giulietta i cui ruoli sono stati sostenuti da tre coppie che si sono alternate nel corso dello spettacolo con scioltezza di ritmi e di dinamiche narrative di grande effetto, realizzando un “ colpo di teatro “ molto originale, meritando pienamente gli applausi ricevuti.Anche lo scorso anno il gruppo offrì una prova molto ben riuscita dei “Sei personaggi..” pirandelliani e lo spettacolo di quest’ anno ha confermato le capacità dell’ insieme, dagli attori ai collaboratori, e l’intenso, faticoso lavoro di preparazione, vissuto con entusiasmo.

Domenica 30 giugno lo spettacolo che ha concluso il lavoro della Scuola di Teatro Popolare, diretta da Emilio Cacciatori è stato“ I Giganti della Montagna” di Luigi Pirandello. Dopo le brillanti commedie di costume rappresentate sempre con un caloroso successo, Emilio ha scelto di mettere in scena questo testo in un adattamento ben curato dall’ottimo collaboratore Andrea Di Palma che ha saputo cogliere i punti nodali di una vicenda complessa, a tratti indecifrabile, che ha nelle suggestioni dell’ intreccio le ragioni del suo valore teatrale.

Emilio ha diretto lo spettacolo con impegno e sicurezza e gli interpreti non si sono sottratti alle difficoltà delle loro parti, segno ulteriore del buon lavoro di preparazione e hanno dato ai personaggi una caratterizzazione interiore, attraverso la parola e il gesto. Altrettanto apprezzamento va rivolto ai collaboratori tecnici per i suoni e le luci, che hanno creato le atmosfere surreali del dramma che si svolgeva sulla scena. Applausi meritati per tutti.

Quali siano le possibilità che il teatro sa offrire a chi interpreta e a chi assiste, certo non passivamente, di crescere in ricchezza di umanità e consapevolezza culturale sono dimostrate dall’ esperienza dei Laboratori Teatrali che da anni attraggono giovani e adulti, con risultati di qualità per tutti gli allievi, guidati con competenza professionale da Monica Fiorentini ed Emilio Cacciatori.

Tali risultati, ottenuti dai laboratori teatrali che, insieme ad altre attività culturali, sono presenti nella programmazione della Cooperativa Hernica Saxa, sostenuta da BancAnagni, meritano di essere molto apprezzati e ci spingono a proporre al Presidente e al CdA della Banca la possibilità di alcune repliche autunnali, anzitutto per i Soci della Banca stessa, che dà prova di grande lungimiranza nella promozione culturale che da sempre la contraddistingue.

Anna Natalia
consigliere nel Consiglio di Amministrazione di Hernica Saxa

 



TI POTREBBERO INTERESSARE

Oggi pomeriggio alle 17.30 e questa sera, in replica, alle 21 la compagnia teatrale "Acta est fabula" porterà in scena lo spettacolo "Pulp love e altri impicci" scritto e diretto da Emilio Cacciatori. Entrambe le rappresentazioni si terranno nella sala "Hernica saxa" di via San Paolo ad Anagni. Tutti sono invitati a partecipare.
Si apre il nuovo anno della scuola di teatro popolare ad Anagni: oggi pomeriggio, nei locali dell'associazione Hernica Saxa la presentazione dei corsi
Doppio spettacolo domenica 7 giugno per la Compagnia “Acta Est Fabula”. Nella Sala “Hernica Saxa” di via S. Paolo abbiamo assistito alla prima di “PULP LOVE e altri impicci”, piece teatrale scritta e diretta da Emilio Cacciatori. Il programma ha avuto inizio alle ore 17,30 ed è stato replicato alle 21. Il pubblico, accorso numero, ha assistito ad uno spettacolo divertentissimo e ha tributato agli attori molti applausi a scena aperta. Questa volta il regista ha voluto offrire al suo pubblico uno spettacolo particolare, pur non abbandonando il suo clichè di rappresentare vizi e virtù della nostra gente, ha dato un taglio diverso utilizzando la multimedialità e il suo linguaggio moderno per criticare ancora di più gli aspetti negativi che il così detto “progresso tecnologico” ci ha portato.
Al via i nuovi corsi di teatro per ragazzi ed adulti all'Acta est fabula: a condurli saranno Emilio Cacciatori, Andrea Di Palma e Iacopo Scascitelli
Grande successo a Veroli della Compagnia “Acta Est Fabula”, che ha portato in scena nei giorni 19 e 20 Novembre “Perché sei tu Romeo?” di Emilio Cacciatori. Gli attori anagnini hanno dato una prova recitativa di altissimo livello, strappando applausi a scena aperta al pubblico verolano. La “Piece”, già rappresentata in Piazza Cavour ad Anagni il 23 Agosto scorso è stata apprezzata per l’originalità del testo e per le divertentissime “gag”. Bravissimi gli interpreti: Emilio Cacciatori (anche regista),Gianna Vari, Ettore Manicuti, Franco Stazi, Chiara Sordi, Simone Cacciatori, Simone Natalia, Iacopo Scascitelli, Jessica Bisante, Angela Manunza, Diego Gidora, Ilario Pesoli, Viviana Cacciatori, Gianluca Manunza e Vincenzo De Palo. Con il supporto tecnico di Mercurio Cenci. Prossimo appuntamento ad Anagni, 11 dicembre nella “Sala della Ragione” con la stessa Commedia. Si replicherà poi al Teatro Gassman a Ripi il 5 Febbraio 2017.