Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Per un giorno Anagni capitale della Pace fra i popoli; nell’Accademia Bonifaciana Mons. Enrico dal Covolo succede a Mons. Franco Croci. Ouellet e Berisha ospiti d’onore alla XVII edizione del premio Bonifacio VIII

1 aprile 2019

Anagni capitale per un giorno del messaggio per la pace tra i popoli, grazie all’iniziativa promossa dalla Accademia Bonifaciana indetta per la Cerimonia di Avvicendamento dell’Ufficio di Presidente del Comitato Scientifico dell’Accademia Bonifaciana tra i Vescovi Mons. Franco Croci e Mons. Enrico dal Covolo, nonché per i primi conferimenti nazionali ed internazionali della XVII edizione del Premio Bonifacio VIII 2019, splendida opera bronzea del Maestro Cav. Egidio Ambrosetti, fin dalla sua I edizione nel 2003. Già dalle prime ore della mattina, quando è arrivato nella Città dei papi l’ On. Sali Ram Berisha, proveniente direttamente da Tirana, è stato attorniato da suoi connazionali che vivono ormai da decenni ad Anagni per un abbraccio, un saluto, un selfie… Il già Capo dello Stato e Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica di Albania, giunto per ricevere il Premio Internazionale Bonifacio VIII, è stato disponibile ed affabile con tutti, ricevendo per l’occasione da Arjan Sheshi a nome di tutta la comunità albanese anagnina una bellissima targa ricordo, nella sede di rappresentanza della Bonifaciana, dopo aver visitato la Cattedrale, il tesoro e la Cripta di San Magno, ha sorvolato con l’elicottero Augusta della società dell’imprenditore  Domenico Beccidelli non solo Anagni, ma Fumone, Fiuggi e Ferentino. Una giornata piena per il presidente Berisha, nel vero senso della parola culminata con la cerimonia nel tardo pomeriggio alla presenza di altre eminenti personalità per ricevere il medesimo conferimento ormai ambitissimo.

Tra queste possiamo ricordare per quanto concerne la rappresentanza del Governo l’ On. Jacopo Morrone, Sottosegretario di Stato alla Giustizia e l’ On. Laura Castelli, Viceministro all’ Economia e Finanze, per la politica il giovanissimo e valente deputato milanese della Lega l’ On. Luca Toccalini, Membro della IV Commissione Difesa alla Camera dei Deputati, che per l’occasione ha ricevuto dalla Bonifaciana la nomina a Delegato della stessa per i rapporti con il Parlamento Italiano. La Santa Sede come sempre, è stata ben degnamente rappresentata a partire da Sua Eminenza il Cardinale Marc Ouellet, Prefetto della Congregazione per i Vescovi e Presidente della Commissione Pontificia per l’America Latina che ha tenuto un’ meticolosa Lectio Magistralis “La figura del Vescovo da Papa Bonifacio VIII a Papa Francesco”; Sua Eccellenza il prof. Giuseppe Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto, Presidente del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano; da Mons. Dario Edoardo Viganò, Assessore per la Segreteria della Comunicazione nuovo dicastero istituito da Papa Francesco; all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù proprio a ridosso dei festeggiamenti per i 150 anni di fondazione del più noto nosocomio internazionale per i più piccoli alla presenza del Dott. Giuseppe Melone, Direttore Amministrazione e Bilancio. In rappresentanza delle Istituzioni e della diplomazia c’è stato il Dott. Pietro Lucchetti, Consigliere della Presidenza della Repubblica e  S. E. il Signor Pietro Sebastiani, Ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede. Per il mondo militare sono stati insigniti: il nobile 11°Reggimento Bersaglieri di Orcenico Superiore (Pordenone) e per l’occasione la sua notissima Fanfara, in divisa storica, ha reso gli onori ai Caduti per la Pace e ha fatto l’accoglienza a tutti gli ospiti previsti, oltre che una sfilata nel centro storico  ed un breve concerto nella Sala della Ragione. A salutare tutti gli intervenuti, insieme ai Bersaglieri, c’è stato il Gruppo Sbandieratori Castello di Anagni, in piazza Innocenzo III, con i loro tamburini  e le loro bandiere giallorosse. A ritirare il Premio a nome del Reggimento e del Col. Lorenzo Puglisi, in Afghanistan per servizio: il Comandante dell’ 11° Battaglione Caprera Ten. Col. Giuseppe Quaranta e l’Aiutante Maggiore Ten. Col. Simone Serafin. Inoltre, l’ Ammiraglio di  Squadra Donato Marzano, Comandante in Capo della Squadra Navale ed il Generale di Divisione Massimo Mingiardi, Comandante della Scuola di Fanteria con sede a Cesano di Roma. Davvero particolare e molto ambita, invece, la presenza di due giovani Medaglie d’Oro al Valor Civile: si tratta degli Agenti scelti della Polizia di Stato  Luca Scatà e Cristian Movio, che il 23 dicembre 2016 fermarono il pericoloso terrorista Anis Amri, autore della strage al Mercatino di Natale di Berlino. “L’Accademia Bonifaciana con il Comitato Scientifico – ha detto il Comm. Sante De Angelis – ha guardato, così come fece il Ministro dell’Interno Minniti a suo tempo, a questi due ragazzi come persone straordinarie, di giovanissima età, che facendo semplicemente il loro dovere hanno reso un servizio straordinario alla Comunità Internazionale. Penso sinceramente di poter interpretare il sentimento di tutti nel dire a questi due servitori dello Stato, che l'Italia e l’Europa sono a loro grate. Coraggio, determinazione e un senso dello Stato, quindi, che ricordano quello di Falcone e Borsellino: le loro idee continuano a camminare sulle gambe di altri onesti cittadini, come Luca e Cristian”. Poi ci sono stati i riconoscimenti con i “premi nazionali” assegnati a: il Luogotenente anagnino Maurizio  Anzellotti, Sottufficiale di Corpo dell’ 11° Reggimento Bersaglieri di Orcenico Superiore (PN);  l’imprenditore Domenico Beccidelli, Amministratore Unico Centro Costruzioni srl Aeronautical Manufacturing and Maintenance di Anagni; il professor Massimo Chessa, Cardiologo Pediatrico IRCCS-Policlinico San Donato Milanese; il Dottor Gaetano Paciullo, Comandante della Polizia Locale di Bitonto (Bari); il Signor Luigi Madeo, donatore dell’Ambulanza dell’Accademia Bonifaciana in Calabria; il professor Alberto Margonato, Docente ordinario di Cardiologia Università Vita e Salute San Raffaele di Milano; il dottor Tullio Mastrangelo, Vice Presidente Gruppo Civis, già Comandante della Polizia Municipale del Comune di Milano; il professor Nicola Biagio Mercuri, Docente ordinario di Neurologia Università degli Studi di Roma Tor Vergata; la dott.ssa Veronica Vetrulli, Dirigente Rai e il Rev.do Don Antonio Tarzia, Sacerdote della Società San Paolo, Presidente del Centro Culturale Cassiodoro, già direttore Editoriale delle Edizioni Paoline. Sono stati presenti alla cerimonia anche numerosi accademici, provenienti da moltissime parti d’Italia e i Delegati sia di settore che di competenza territoriale che per l’occasione, hanno ricevuto la nomina dell’ufficio per cui sono stati proposti. Tra queste ricordiamo quella del nuovo Presidente Vicario del Comitato Scientifico Mons. José Manuel Del Rio Carrasco, Sottosegretario della Pontificia Commissione dei Beni Culturali della Chiesa e la medesima per quanto concerne la Giuria del premio Bonifacio VIII con il Comm. Mons. Vittorio Formenti. Molti anche gli ospiti e le autorità che hanno onorato con la loro presenza l’evento della Bonifaciana: l’ On. Gen. Xemail Gjunkshi, Deputato del Parlamento Albanese, già Capo di Stato Maggiore dell’Esercito della Repubblica di Albania e membro del Comitato Scientifico; S.E. il Dott. Maurizio Block, Procuratore Generale Militare presso la Suprema Corte di Cassazione; il Dott. Fabrizio Luciolli, Presidente del Comitato Atlantico Italiano e Atlantic Treaty Association; il Maggior Generale Gerardo Restaino, Comandante il Raggruppamento Autonomo del Ministero della Difesa, il Contrammiraglio Fabio Agostini, Capo Dipartimento Pubblica informazione e comunicazione dello Stato Maggiore Difesa e Mons. Maurizio Soldini, Assistente Morale dell’ Accademia Bonifaciana. Un parterre di tutto rispetto quello che ha assiepato come sempre la Sala della Ragione per assistere alla cerimonia dell’Accademia Bonifaciana, condotta come sempre in modo ineccepibile dal Cav. Prof. Gaetano D’Onofrio ed accolto, oltre che dal Rettore Presidente della stessa Comm. Sante De Angelis, anche dal Sindaco della Città Avv. Daniele Natalia e dall’Assessore alla Cultura Dott. Carlo Marino.
 


Per un giorno Anagni capitale della Pace fra i popoli

Vai alla Photogallery

TI POTREBBERO INTERESSARE

L’Accademia Bonifaciana, con il proprio Rettore Presidente Comm. Dott. Sante De Angelis, in collaborazione con la Fondazione Bonifacio VIII, con la Presidente Prof.ssa Anna Marsili, in occasione delle imminenti festività natalizie hanno organizzato il Concerto “da Bach a Piazzolla, i tre secoli d’oro della Musica”, che si terrà lunedì 12 dicembre 2016 alle ore 11 presso l’Auditorium della Scuola Cattolica Bonifacio VIII
Il Presidente della Repubblica di Albania On. Ilir Meta in visita ad Anagni per ricevere il premio Bonifacio VIII; successo per la visita ufficiale del rettore dell'Accademia Bonifaciana Sante De Angelis a Tirana e a Durazzo
Il Questore della Provincia di Frosinone dottor Filippo Santarelli, ha ricevuto presso il suo ufficio nella Questura di Frosinone, il Rettore Presidente dell’Accademia Bonifaciana Cavalier Sante De Angelis. Continua a leggere...
Il Presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso, con una lettera al Presidente della Accademia Bonifaciana Sante De Angelis, ha accolto l’invito ad intervenire idealmente all’inaugurazione dell’Anno Accademico 2014/2015 e alla XII edizione del premio Nazionale ed Internazionale Bonifacio VIII “…per una cultura della Pace” che si svolgeranno il prossimo 12 dicembre ad Anagni.
"Grazie per ciò che fate per il Kosovo e per i suoi bambini!", questo in sintesi il ringraziamento della Presidente della Repubblica del Kosovo Onorevole Jahjaga al Presidente dell-Accademia Bonifaciana di Anagni Cav. Dott. Sante De Angelis, in occasione della visita in Italia della Presidente della Repubblica del Kosovo, S.E Sig.ra Atifete Jahjaga, al ricevimento presso l' Ambasciata, a Roma, in onore di alcune note personalità che hanno dato il loro contributo per il bene del nuovo Stato Europeo.