Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Tanta gente alla Casa della Cultura di Frosinone per la presentazione del romanzo "Il giorno della verità" di Guido Travan, architetto friulano

l'evento, patrocinato dal Comune di Frosinone, è stato organizzato dall’Associazione Fotografi Ciociari "Franco Olivetti" - 15 marzo 2019

Tanta gente, sabato nove marzo scorso, ha preso parte all'interessante presentazione del romanzo "Il giorno della verità" scritto da Guido Travan, architetto friulano; a condurre l'incontro, Rosetta Terramagra, appassionata fotografa. L'evento, organizzato dall’Associazione Fotografica "AFC Franco Olivetti", si è svolto a Frosinone, nella sede della Casa della Cultura in via G. Bruno. Più di 60 persone hanno partecipato con interesse e attenzione alla presentazione del romanzo, dando vita a un racconto e dibattito che si è sviluppato per un’ora e mezza tra l’autore e il pubblico. A fare da cornice la mostra fotografica “Che fai tu, Luna, in ciel?” allestita dai dei fotografi del gruppo de "I Lunatici". L'iniziativa è stata patrocinata dal Comune di Frosinone.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Non solo Sgurgola ma l'intera Ciociaria ha perso uno dei suoi figli più brillanti, tradito da un male che per tanti anni ha combattuto ma, che alla fine, ha avuto la meglio. Franco Olivetti, classe 1956, artista e fotografo, era nato a Roma ma da tanti anni viveva nel piccolo comune lepino dove negli anni aveva ideato e realizzato la manifestazione "Dipingere la Musica".
Sabato 9 marzo prossimo, a partire dalle ore 18.00, nella Casa della Cultura in via G. Bruno a Frosinone si terrà la presentazione del romanzo di Guido Travan "Il giorno della verità", storia straordinaria ed avvincente in cui si intrecciano amori e ipotesi di un mancato allunaggio.
Dal 9 al 16 settembre prossimo alla sala delle Trifore del palazzo comunale di Jacopo da Iseo sarà possibile visitare la personale mostra del fotografo nativo di Anagni Marco De Pascale; l'esposizione, dai forti caratteri distintivi modern, dark, gothic e fantasy art, prevede la presentazione di diverse immagini fotografiche, realizzate anche con sfumature non contaminate da effetti di post-produzione, come, ad esempio, ritratti dark nella fotografia moderna asimmetrica e di ombre e luci sui generis. Marco De Pascale, nato ad Anagni, ha iniziato a fotografare già all'età di dieci anni con fotocamere compatte a pellicola. Appassionato del ritratto e dei luoghi gotici, ha voluto dare un volto nuovo alla fotografia analogica e digitale uscendo fuori dai classici canoni sperimentando l'asimmetrismo, con la creazione di luci ed ombre a modo suo. Un vero e proprio evento da non perdere per conoscere da vicino l'esperienza di questo appassionato fotografo di casa nostra.
L-Istruzione Superiore "Dante Alighieri" di Anagni organizza il corso "La fotografia, arte ed espressione". Il corso inizierà martedì 28 ottobre prossimo e sarà articolato in dieci lezioni per un totale di venti ore.
Ultime ore per visitare la mostra fotografica “Scoprire il volto dell’altro” allestita dai ragazzi del Liceo Dante Alighieri di Anagni, coordinati dal fotografo Michele Di Punzio presso la sede dell’associazione Progetto Anagni, a Palazzo Barnekow.