Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Nella sede dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti di Frosinone la presentazione del libro di Giusi Ciotoli “Dal grattacielo al Tessuto Verticale. Nuovi sviluppi architettonici e urbani”

23 gennaio 2019


Nelle scorse settimane, nella sede dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti della Provincia di Frosinone, si è tenuta la presentazione del libro di Giusi Ciotoli dal titolo “Dal grattacielo al Tessuto Verticale. Nuovi sviluppi architettonici e urbani”, che ha visto l’autrice dialogare con Paolo Vecchio, Massimo Penna (rispettivamente presidente e vice-presidente dell’ordine), Giorgios Papaevangeliou e Marco Falsetti.
Negli ultimi tempi, il tema oggetto del volume, pubblicato dalla casa editrice romana Officina edizioni lo scorso anno, è divenuto di particolare attualità, specialmente in quelle aree del mondo dove l’esiguità di suolo disponibile ha obbligato gli architetti a servirsi della dimensione verticale per lo sviluppo urbano. Non è un caso che il tema del padiglione di Hong Kong della Biennale di Venezia 2018 sul tema del Freespace – al quale l’autrice ha partecipato su invito dei curatori, il professore Wang Weijen e i co-curatori Thomas Chung, Thomas Tsang e Grace Cheng – ha avuto come oggetto proprio “the vertical fabric”, il tessuto verticale. Dietro questa sigla, per certi versi criptica, si nasconde l’ultima frontiera dell’architettura e dell’urbanistica, ovvero la realizzazione di una città in quota, dotata cioè degli stessi caratteri di quella a quota zero dove, specialmente nella città europea, si svolgono le vite, i traffici e i commerci dei suoi abitanti.
Il dibattito ha pertanto stimolato una riflessione sulle più attuali vicende urbane del pianeta,partendo dalle originarie architetture verticali di Chicago per poi indagare le trasformazioni in atto nelle realtà asiatiche di Hong Kong, Shanghai e Tokyo, e cercando di definire in maniera più esaustiva possibile, i nuovi sviluppi tipologici che il grattacielo affronta negli ultimi decenni.


TI POTREBBERO INTERESSARE

#lacisltrastoriaefuturo: a palazzo Gramsci a Frosinone la presentazione del libro sulla storia della CISL nella terra di Ciociaria
Risultato a sorpresa nelle elezioni che hanno riguardato in questi giorni La nomina del delegato ingegnere della provincia di Frosinone all'assemblea nazionale della cassa di previdenza degli ingegneri e architetti (INARCASSA);
Presso la fonte Bonifacio VIII si racconta la storia di circa 200 anni che l’ha resa famosa. Il 19 Agosto alle ore 17 le terme di Fiuggi hanno organizzato un incontro con l’Arch. Felice D’Amico autore del libro “Cronache di architettura in una città termale” per raccontare la storia delle Fonti: Bonifacio VIII ed Anticolana. Arche se le proprietà terapeutiche dell’acqua erano note sin dal 1400 fu nel 1833 che una semplice fontanella con lavatoi per il bucato iniziò a trasformarsi nelle terme più famose d’Italia.
Di seguito, il programma di presentazione libri ed eventi culturali previsti presso la biblioteca comunale di Anagni, nella prima parte dell'anno 2019. L'iniziativa, proposta dall'Associazione culturale Anagni Viva e dalla direzione della Biblioteca comunale, è promossa dall'Amministrazione comunale di Anagni - Assessorato alla Cultura.
Il festival letterario Tutti i colori del libro – città di Frosinone, giunto alla seconda edizione, ha annunciato sul sito www.tuttiicoloridellibro.it i primi ospiti della manifestazione che si terrà nel capoluogo ciociaro dal 26 al 28 giugno.