Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Grande successo per la prima dello spettacolo “Di madre in figlia” di Andrea Di Palma e Federica Ponza, interpretato da una bravissima Patrizia Ciabatta presso l’Hernica Saxa

13 gennaio 2019

Ci sono storie di teatro che ti restano dentro. Per la forza del soggetto; per la bravura ed il coraggio di chi sceglie di scriverne; per la passione di chi presta la voce, il corpo, l’anima e le lacrime a quella storia ed a quelle parole.
“Di madre in figlia”, il monologo messo in scena ad Anagni presso l’Hernica Saxa da Andrea Di Palma e Federica Ponza, e magistralmente interpretato da Patrizia Ciabatta, è anzitutto questo; una storia che resta dentro. Perché mette insieme due cose quasi inconciliabili; una vicenda drammatica, e la capacità di scriverne in modo forte e rispettoso, potente e delicato insieme.  

“Di madre in figlia” è la storia di un legame forte. Quello, appunto, tra una figlia ed una madre. Un legame profondo ed indissolubile. Una coppia cresciuta tra felicità ed assenze. Soprattutto una, quella del padre. E noi scopriamo, durante lo spettacolo, che quell’assenza è legata ad una storia drammatica, ad una storia di violenza. È la figlia a chiedere “perché non ho un papà?”; ed è la madre a confessarle da quale abisso di violenza lei sia stata generata. Una violenza che avrebbe potuto spezzare la madre e la vita della giovane figlia. Che però troveranno nell’amore che le lega la forza di andare avanti.
Definire “Di madre in figlia” un testo contro la violenza di genere è esatto, ma sarebbe riduttivo. È anche quello, certo; la denuncia di un mondo in cui alle donne viene sempre chiesto di dimostrare qualcosa. Un mondo in cui la violenza è sempre e comunque, almeno in parte, colpa della donna che la subisce. Un retaggio di epoche passate, da cui fatichiamo ancora oggi a staccarci. Quando dovremmo invece gridare forte a tutti che una donna che vuole vivere la sua vita non deve essere per forza considerata una puttana. Ma, come dicevamo, il testo di Federica è molto più di questo; è la dimostrazione di come l’amore, quello tra madre e figlia, sia la strada per superare il dolore della violenza. Non ignorarlo, perché in una piega dell’anima l’oltraggio rimane sempre. Ma in qualche modo custodirlo e far sì che la figlia ne conservi la memoria, senza esserne schiacciata. Per crescere, finalmente, libera.
“Di madre in figlia” era nato come racconto scritto da Federica due anni fa per un concorso letterario A Sea of Words. Ma, come ha detto lei alla fine dello spettacolo, “sentivamo con Andrea che quel racconto aveva ancora qualcosa da dire”. Aveva ragione. Il racconto è diventato un spettacolo potente e commovente. In cui la bravura nell’uso della parola scritta da parte di Federica si è unita alla capacità autoriale di Andrea. Capace, con una prova da regista maturo, di rendere forza e valore alle parole del testo. Tutto è stato infine esaltato dalla magistrale performance di Patrizia Ciabatta, padrona assoluta della scena con un’interpretazione fatta di carne e sangue, di passione e di lacrime, che ha lasciato il pubblico senza fiato.
Un evento che dimostra una volta di più come Anagni sia piena di voci e figure importanti. Ed Anagnia.com propone ufficialmente al Comune di dare il prima possibile allo spettacolo di Federica, Andrea e Patrizia la prestigiosa cornice della Sala della Ragione per il giusto riconoscimento ad uno degli spettacoli più belli degli ultimi anni.


TI POTREBBERO INTERESSARE

"Le figlie di Gerusalemme", edito da Falco Editore, è il titolo dell'interessante libro presentato ieri pomeriggio, domenica 12 ottobre, nella sede della "Hernica Saxa" di via San Paolo ad Anagni
Domenica prossima 28 giugno si terrà ad Anagni la sesta edizione del trofeo "Hernica Saxa" organizzato dall'A.S.D. Runners Club Anagni in collaborazione con la cooperativa Hernica Saxa di BancAnagni e con il patrocinio del comune di Anagni. La partecipazione è esclusivamente riservata agli atleti italiani e stranieri tesserati FIDAL e agli atleti tesserati con società affiliate agli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e che hanno sottoscritto la convenzione con la FIDAL. Possono partecipare, inoltre, gli atleti in possesso della Runcard rilasciata dalla Federazione. Per la modulistica e per ulteriori informazioni al riguardo, si può visitare il sito del Runners Club Anagni a questo link.
Oggi pomeriggio alle 17.30 e questa sera, in replica, alle 21 la compagnia teatrale "Acta est fabula" porterà in scena lo spettacolo "Pulp love e altri impicci" scritto e diretto da Emilio Cacciatori. Entrambe le rappresentazioni si terranno nella sala "Hernica saxa" di via San Paolo ad Anagni. Tutti sono invitati a partecipare.
“Come fanno le falene”: in tanti, al circolo Hernica Saxa di Anagni, per assistere allo spettacolo scritto e diretto dal giovane e talentuoso Mauro Ascenzi
Dal 23 dicembre all'Hernica Saxa è aperta al pubblico la mostra di pittura e di scultura di artisti locali. Proseguendo nella tradizione delle "mostre di Natale", per iniziativa del solerte e validissimo presidente dell'Hernica Saxa dott. Luciano Maio, coadiuvato dall'artista e organizzatore Carlo Tarda, anche il 2016 ha visto la sua bella edizione.