Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Torrice. Inaugurata la mostra "Fotografando Torrice" nella sede dell'Associazione Culturale "Albori dalle Radici al Futuro" in via Umberto I

28 dicembre 2018

E' stata inaugurata oggi - venerdì 28 dicembre - e resterà aperta e visitabile fino a domenica prossimo 30 dicembre la mostra fotografica intitolata "Fotografando Torrice" nata dall'idea di due giovani colleghi e amici, Alessandro Crescenzi di Torrice e Mauro Isopi di Sgurgola, durante un turno notturno di lavoro, accomunati dal piacere della cultura, uno dall'amore del proprio paese e presidente dell'Associazione Culturale Albori dalle Radici al Futuro, e l'altro dalla passione della fotografia. "La nostra idea - spiegano i due amici - ha trovato subito il consenso e la fiducia della vicepresidente dell'associazione Annalaura Nobili, del consiglio direttivo composto da Riccardo Marini, Emanuele Petrocchi, Katiuscia Nobili, dello staff Simonetta Rossilli e Antonello Vona, dal membro d'onore Giuseppe Marini e di tutti gli associati. L'intento della mostra è quello di raccontare la bellezza del comune ciociaro in una chiave di lettura nuova, fatte da istantanee, di attimi". La realizzazione è stata resa possibile grazie anche al prezioso sostegno dello Studio Fotografico La Mongolfiera di Alessandro Pacifici di Morolo. La mostra è allestita presso la sede dell'Associazione Albori in via Umberto I n. 27, a Torrice ed osserverà i seguenti orari: dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 20.00. Gli organizzatori invitano tutti a partecipare sia alla mostra "Fotografando Torrice" sia anche all'altra esposizione di cartoline d'epoca allestita a cura del locale ufficio Pro-Loco domenica 30 dicembre in piazza San Rocco.


TI POTREBBERO INTERESSARE

"Fotografando Torrice": nella sede dell'associazione "Albori" la mostra delle immagini scattate dal giovane fotografo sgurgolano Mauro Isopi e stampate da Alessandro Pacifici dello studio "La mongolfiera" di Morolo

l'evento è organizzato in collaborazione con l'associazione "Albori", presieduta da Alessandro Crescenzi e dalla Pro-Loco, il cui presidente è Anna Petrocchi
"Fotografando Torrice": nella sede dell'associazione "Albori" la mostra delle immagini scattate dal giovane fotografo sgurgolano Mauro Isopi e stampate da Alessandro Pacifici dello studio "La mongolfiera" di Morolo
Successo di pubblico e di consenso per la mostra fotografia "I luoghi innocenziani" organizzata dall'associazione "Città in Arte" di Anagni, presieduta da Gianfranco Ponza, e tenutasi tra il 19 e il 20 marzo, in occasione delle giornate di Primavera del FAI. L'esposizione - che ha rappresentato il risultato finale dei corsi che si sono tenuti in seno all'associazione dai docenti Lara Canavese e Fabio Santangeli, fotografi professionisti, e che sono stati patrocinati dal Comune di Anagni - verrà riproposta nei prossimi messi nel palazzo comunale di Jacopo da Iseo.
Ultime ore per visitare la mostra fotografica “Scoprire il volto dell’altro” allestita dai ragazzi del Liceo Dante Alighieri di Anagni, coordinati dal fotografo Michele Di Punzio presso la sede dell’associazione Progetto Anagni, a Palazzo Barnekow.
Via, tra pochi giorni, alla quarantacinquesima edizione della tradizionale mostra delle azalee, organizzata dalla ProLoco e Comune di Supino con la collaborazione di altri enti. L’esposizione, che ogni anno rende unico nel suo genere il centro storico e che si svolge tra il 30 aprile e il primo maggio, si snoderà da piazza Umberto I passando per via Roma fino a piazza San Pietro dove si erge il santuario di San Cataldo.
Dal 9 al 16 settembre prossimo alla sala delle Trifore del palazzo comunale di Jacopo da Iseo sarà possibile visitare la personale mostra del fotografo nativo di Anagni Marco De Pascale; l'esposizione, dai forti caratteri distintivi modern, dark, gothic e fantasy art, prevede la presentazione di diverse immagini fotografiche, realizzate anche con sfumature non contaminate da effetti di post-produzione, come, ad esempio, ritratti dark nella fotografia moderna asimmetrica e di ombre e luci sui generis. Marco De Pascale, nato ad Anagni, ha iniziato a fotografare già all'età di dieci anni con fotocamere compatte a pellicola. Appassionato del ritratto e dei luoghi gotici, ha voluto dare un volto nuovo alla fotografia analogica e digitale uscendo fuori dai classici canoni sperimentando l'asimmetrismo, con la creazione di luci ed ombre a modo suo. Un vero e proprio evento da non perdere per conoscere da vicino l'esperienza di questo appassionato fotografo di casa nostra.