Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Natale 2018, "Serata di Gala Lirico": domenica 30 dicembre alla sala della Ragione del palazzo comunale di Anagni appuntamento con la grande musica

28 dicembre 2018

Domenica 30 Dicembre - a partire dalle ore 20.00 - la Sala della Ragione del Palazzo Comunale di Anagni diventerà la splendida cornice di una serata dedicata alla grande musica lirica, realizzata all'interno della programmazione di eventi per le festività natalizie, patrocinata dal Comune di Anagni e dalla Proloco, e che chiuderà in bellezza questo 2018. La "Serata di Gala Lirico" vedrà la partecipazione del soprano Maria Tomassi, del mezzosoprano Alessandra Ciriaci, del tenore Emanuel Bussaglia e del baritono Marco Sartucci, accompagnati al pianoforte dal Maestro Massimiliano Franchina.
Il concerto si svilupperà su un repertorio complesso e conosciutissimo al tempo stesso: arie, duetti e quartetti tratti dalle opere immortali di Verdi, Puccini, Bizet, Bellini, appassioneranno  intenditori e non solo. Le melodie della Carmen, di Traviata, della Bohème e molte altre lasceranno anche spazio ad arie della più colta musica napoletana. Una serata che vuole rinnovare il legame storico che unisce la tradizione operistica al territorio ciociaro, ma anche uno spettacolo per tutti, per riscoprire o imparare a conoscere un aspetto fondamentale della nostra cultura. Un appuntamento con la buona musica.


TI POTREBBERO INTERESSARE

"Contaminazioni jazzistiche: da fine '800 ai giorni nostri": è questo il titolo del concerto di Natale nato dalla collaborazione tra il comitato per l'anno innocenziano presieduto dal dott. Luca Pierron e la direzione del palazzo di Bonifacio VIII. Il concerto si terrà il prossimo 15 dicembre alle ore 17.30 e vedrà la partecipazione di Giampio Mastrangelo (flauto) e di Kaori Matsui (pianoforte). L'ingresso è libero.
C'è grande attesa per l'esibizione live dei Faber live che si terrà giovedì 5 gennaio alle ore 18 nella sala della Ragione del palazzo comunale di Anagni; nel corso dell'evento verranno raccolti fondi da destinare al Comune di Amatrice, i cui abitanti sono stati recentemente colpiti dalla tragedia del sisma. Il gruppo, formatosi di recente ma già ben affermato nel panorama musicale locale, eseguirà per la prima volta tutta "La buona novella" di Fabrizio De Andrè, più alcune delle canzoni più note del suo repertorio. Tutti sono invitati a partecipare.
Tab- no? Vi aspettiamo tutti per un brindisi di passaggio", dicono i musicisti anagnini Mauro, Paolo, Silvio, Enzo T. e Enzo R. rivolgendosi agli amici di Anagnia.com. Tra l'altro, se non bastasse, stasera - alla villa Comunale di Frosinone - ci saranno anche stand gastronomici, pista di pattinaggio sul ghiaccio, stage live e DjSet.
In programma, nei prossimi giorni, una serie di concerti inseriti nel calendario dei festeggiamenti di fine anno del Comune di Anagni (assessorato alla Cultura). Il primo si terrà giovedì 22 dicembre al Palazzetto dello sport con i Faber Live in collaborazione con l'associazione “La Caramella Buona”; nello stesso giorno, alle ore 18.00 nella Sala della Ragione, suoneranno Serena Canino (violino), Francesco Mariozzi (violoncello) e Bruno Canino (pianoforte) e proporranno musiche di Bach e Beethoven.
Nonostante il giorno feriale e l’orario, lunedì 28 dicembre alle ore 17,00, un folto pubblico ha gremito la Sala Della Ragione e applaudito in maniera entusiastica il Concerto dei Faber Live. L’ensemble, composto di quindici elementi la maggior parte dei quali anagnini, ha presentato, insieme al collaudato repertorio, diversi brani tratti dalla Buona Novella ed un fuori programma, l’Ave Maria di Schubert eseguita dal soprano Malvina Picariello, molto apprezzato dal pubblico presente. Il gruppo, costituitosi nel frattempo in Associazione Culturale, proprio per la peculiarità di alcuni suoi elementi - Vincenzo De Palo, violinista; Riccardo Tiberia, organista; Ludovica Salvi, flautista; Antonio Segneri, chitarra classica; Malvina Picariello, soprano; intende promuovere nella città dei Papi e nella Ciociaria, oltre alla canzone d’autore, anche il bel canto e la musica da camera.