Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Il giro del miele: venerdì 8 giugno alle ore 18.30 al Punto Einaudi di Frosinone la presentazione del libro di Sandro Campani; la recensione di Pierluigi Barberio

4 giugno 2018

Fin qui, e non oltre. Quando Davide e Giampiero iniziano a parlare davanti a una bottiglia di grappa e a un camino crepitante avviene un incantesimo: si apre la finestra dei ricordi di Davide, che inizia a raccontare la sua storia, una storia antica che risale la corrente del tempo. L’incantesimo consiste nell’intrecciarsi sapiente di un filo narrativo che innerva tutte le pagine del romanzo di Sandro Campani, Il giro del miele (Einaudi) e lo trasforma in un fiume imponente di memoria che si dipana attraverso ogni parola del libro. Tuttavia, quello di Campani è un lento fluire poiché la sua scrittura è talmente densa, potente da rallentare naturalmente il lettore, costringendolo a indugiare, a entrare per gradi nella storia, anzi nelle storie raccontate da Davide e Giampiero davanti al fuoco. Il buio fuori, la voce di Davide, quelle di Giampiero e degli altri personaggi del romanzo che compongono una tessera dopo l’altra un mosaico fatto di esistenze dolenti, storie dure d’Appennino, e la presenza costante e misteriosa della lince, che aspetta silenziosa. Lince, tu dici che sia ora? La scrittura di Campani scava e raschia attraverso le parole ogni sentimento, ogni pensiero, ogni ricordo; li porta fino all’osso, li spoglia di ogni sfumatura superflua, li mette a nudo e ne restituisce l’essenza primitiva, antica. Il giro del miele ha il fascino delle storie raccontate oralmente che diventano patrimonio di una comunità, di tutti, perché sono già sentite, perché le riconosciamo come nostre, anche quando, o forse soprattutto quando hanno un retrogusto amaro. Le sentiamo nostre. Proprio per questo il libro di Campani non sembra pubblicato solo un anno fa, ma da molto di più; ha la qualità del classico, ne ha il rigore, la tensione della scrittura che si fa stile, voce originale, narrazione autentica. Il giro del miele di Campani è un libro da leggere (e da rileggere) ogni volta che ci viene il dubbio che non ci siano più scrittori di talento, ma in realtà ce ne sono; e Sandro Campani è uno di questi.

Pierluigi Barberio
 
Venerdì da Einaudi: Conversazioni con Sandro Campani
Punto Einaudi, Corso della Repubblica, 165 – Frosinone
Venerdì 8 giugno 2018 ore 18,30


TI POTREBBERO INTERESSARE

Acqua e Terme Fiuggi anche quest’anno ha riproposto nella Fonte Bonifacio VIII la rassegna per appuntamenti “Terme e Società. Il Benessere Termale”, curata da Pierluigi Barberio, che si svolge da luglio a settembre, nell’ambito della quale vengono proposti incontri con scrittori, giornalisti, esponenti della cultura, della politica e dello sport. Questa rassegna intende volutamente spaziare tra settori diversi con l’obiettivo di affrontare temi di attualità e della cultura di ampio respiro.

"Senza fine": l’ultimo amore, quello meraviglioso. La recensione a cura di Pierluigi Barberio

Il libro sarà presentato domenica 16 dicembre al Club House Golf Fiuggi
"Senza fine": l’ultimo amore, quello meraviglioso. Il libro di Gabriele Romagnoli sarà presentato domenica 16 dicembre al Club House Golf Fiuggi ; la recensione di Pierluigi Barberio "Senza fine": l’ultimo amore, quello meraviglioso. La recensione a cura di Pierluigi Barberio Gabriele Romagnoli, Senza fine, Feltrinelli L’ultimo amore, quello meraviglioso di Pierluigi Barberio
Flash-mob "letterario" a Piglio per coinvolgere e insegnare ai più piccoli a diventare grandi... lettori; tantissimi i bambini partecipanti, organizzazione impeccabile.
“Il Laboratorio della memoria: scaffale dei libri aperti” è l’iniziativa che comincerà dal mese di marzo organizzata dall’Assessorato alla Cultura e dalla Biblioteca di Paliano. Ogni mese verrà scelto un tema su cui verranno messi a disposizione libri, risorse multimediali e proiezioni filmografiche per studenti e adulti e attività laboratoriali per i lettori più piccoli.
Giovedì 21 aprile, alle ore 17,00, presso la Biblioteca Comunale di Paliano sarà presentato il libro di Silvia Golfera “C’è posto per tutti”. L’incontro si inserisce nella celebrazione della “Giornata Mondiale del Libro”, evento patrocinato dall’UNESCO per promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la protezione della proprietà intellettuale attraverso il copyright e che, a partire dal 1996, viene organizzato ogni anno il 23 aprile con numerose manifestazioni in tutto il mondo.