Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Un segno amico, alla Villa Comunale di Frosinone la mostra dell'artista anagnino Antonio Menenti

25 luglio 2014

Questo pomeriggio alle ore 18, nella villa Comunale di Frosinone, verrà inaugurata la mostra antologica del compianto artista anagnino Antonio Menenti che si inserisce nell'ambito della più ampia manifestazione "L'Arte visiva contemporanea", curata da Alfio Borghese; il titolo dell'esposizione, che resterà aperta fino al 3 agosto prossimo, è "Un segno amico". A patrocinare l'evento, l'ente provinciale e il comune di Frosinone. L'orario di apertura è il seguente: dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00.


TI POTREBBERO INTERESSARE

La Provincia di Frosinone è tornata ad ospitare e sostenere la "Biennale d'Arte Visiva Contemporanea", ideata e presieduta dal maestro Alfio Borghese, che vede la partecipazione di artisti provenienti da tutt'Italia e dall'estero. La Biennale, giunta alla terza edizione, si tiene in tre location di tutta eccezione: la Villa Comunale del Capoluogo, la Sala della Ragione di Anagni, ed appunto Palazzo Iacobucci sede dell’Amministrazione Provinciale.
Questa mattina il sindaco Fausto Bassetta ha portato il saluto dell'amministrazione comunale all'iinaugurazione della Biennale d'Arte che si terrà fino al 30 aprile nella Sala della Ragione. "E' un orgoglio per noi - ha detto il sindaco - ospitare una mostra di artisti ciociari, nazionali e internazionali nella storica Sala della Ragione. Auguriamo a tutti i partecipanti e agli organizzatori che l'evento abbia il successo che merita dato l'importante obiettivo della manifestazione che è quello di promuovere e valorizzare importanti opere di arte contemporanea". La Biennale propone opere di pittura, scultura, arte fotografica, video arte e arte virtuale ed è patrocinata da Comune di Anagni, Provincia di Frosinone e Città di Frosinone. Previsti allestimenti anche alla Villa Comunale di Frosinone e nella Sala Esposizioni della Provincia. Il direttore artistico è Alfio Borghese. Presenti all'inaugurazione il critico d'arte americano Peter Frank e l'attrice Adriana Russo, figlia di uno degli espositori. Ad Anagni la mostra resterà aperta tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00.
Presentata la VII rassegna di arte visiva contemporanea alla Villa comunale. Ne hanno illustrato il programma l’assessore alla cultura, Gianpiero Fabrizi, il direttore artistico, Alfio Borghese, e diversi artisti che esporranno nelle sale della Villa. La manifestazione, organizzata dall'amministrazione Ottaviani, patrocinata da Regione Lazio e Provincia di Frosinone,
Sarà possibile visitare l’esposizione, che rientra nella rassegna “L’arte visiva contemporanea alla villa comunale di Frosinone” diretta da Alfio Borghese, fino al 10 settembre (secondo gli orari 10-13; 16-20). L’evento è patrocinato da Regione Lazio, Provincia e Comune di Frosinone. Giovanni Colacicchi nasce ad Anagni nel 1900 e all’età di sedici anni si trasferisce a Firenze dove avviene la maturazione artistica che lo porterà a diventare uno dei più importanti pittori figurativi del gruppo artistico del ‘Novecento Italiano’, di cui fanno parte Carrà, Casorati, De Chirico, De Pisis, Guidi e Morandi, con i quali espone a Milano nel 1926. Dal 1928 al 1948 è invitato alla Biennale di Venezia; nel 1938 Eugenio Montale scrive la presentazione di una sua mostra personale alla Galleria La Cometa di Roma.
Una mostra dedicata a due illustri artisti anagnini, Tommaso e Donatella Gismondi, rispettivamente padre e figlia, autori – tra l’altro – di opere maestose ed indimenticabili, sparse nelle collezioni private e nelle esposizioni di tutto il mondo;