Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Guardia di Finanza di Frosinone: continuava a percepire lo stipendio nonostante fosse in pensione. Dopo il suo decesso le svuotavano il conto; quattro persone denunciate

8 ottobre 2019

Le Fiamme Gialle della Tenenza di Sora, al termine di un’indagine di polizia giudiziaria scaturita da una segnalazione della Ragioneria Territoriale dello Stato di Latina, hanno individuato una persona che, posta in pensione per limiti di età, ha continuato a percepire lo stipendio, oltre che la pensione.
In particolare, è stato rilevato che un’assistente scolastica originaria del sorano, già in servizio presso un istituto scolastico di Frosinone, in pensione dal mese di agosto del 2009 e deceduta nell’anno 2017, alla data di novembre 2018 risultava ancora destinataria dello stipendio, accreditato con rata mensile su un conto corrente postale alla medesima intestato.
Inoltre, nel corso del 2018, in epoca successiva al decesso dell’ex assistente scolastica, una persona, utilizzando le generalità della defunta e documenti d’identità ad essa riconducibili, aveva chiesto e ottenuto il trasferimento del conto corrente e del relativo saldo presso un altro ufficio postale.
Ad avvenuto trasferimento il saldo del conto corrente, per € 84.900, con la complicità del dirigente dell’ufficio postale veniva azzerato attraverso vari prelevamenti effettuati da due persone – già note alle forze dell’ordine per precedenti di polizia - utilizzando assegni riportanti la falsa firma di traenza della defunta.
La retribuzione non spettante erogata alla ex collaboratrice scolastica nel periodo da agosto 2009 a novembre 2018, quantificata in complessivi € 162.154, dovrà essere restituita dagli eredi della stessa, ai quali è stata notificata un’ingiunzione di pagamento da parte della Ragioneria Territoriale della Stato.
Al termine delle indagini, le Fiamme Gialle della Tenenza di Sora hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino n. 4 persone responsabili a vario titolo dei reati di truffa, abuso ed omissione di atti d’ufficio ed hanno inoltrato una specifica segnalazione all’Autorità Giudiziaria contabile per il rilevato danno erariale.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Venerdì primo luglio, in Sora, si è svolta la cerimonia di inaugurazione ed intitolazione al Finanziere Salvatore Giovannone della nuova caserma della Tenenza della Guardia di Finanza di Sora. La caserma occupa una parte dell’immobile già sede della Biblioteca Comunale, opportunamente ristrutturata a cura del Comune di Sora. La cerimonia ha avuto luogo alla presenza del Comandante Interregionale dell’Italia Centrale della Guardia di Finanza: Generale di Divisione Bruno Buratti, del Prefetto di Frosinone: Dr.ssa Emilia Zarrilli, e di numerose autorità civili, militari e religiose.
Questa mattina è stato firmato il contratto di comodato gratuito tra il Comune di Anagni e la Guardia di Finanza che permetterà alla locale Brigata delle Fiamme Gialle di trasferirsi nell'ex tribunale di via Carlo Alberto Dalla Chiesa. Il contratto prevede la cessione in comodato d'uso gratuito di locali per venti anni e risolve la difficoltà della Guardia di Finanza di reperire locali adeguati per svolgere un importante servizio per la città. Contestualmente il Comune ottimizza gli spazi dell'ex tribunale, dove già si trova la Polizia Locale, destinato a diventare una cittadella della sicurezza. Il contratto è stato firmato alla presenza del sindaco Fausto Bassetta, del comandante provinciale della Finanza, colonnello Roberto Piccinini, e del comandante della Brigata di Anagni, luogotenente Carlo D'Onorio. I vertici della Guardia di Finanza hanno espresso viva soddisfazione per l'accordo raggiunto con il Comune di Anagni. Sempre questa mattina sono iniziate le operazioni di trasferimento degli uffici.
Guardia di Finanza di Frosinone: erano in cassa integrazione ma lavoravano in azienda, cinque persone denunciate per truffa ai danni dello Stato
Non è passato inosservato - questa mattina, martedì 28 agosto - l’arrivo di alcuni militari della Guardia di Finanza presso la sede municipale di Anagni; i militari della Guardia di Finanza, nell’ambito di una attività di indagine delegata dalla Corte dei Conti, stanno acquisendo numerosi documenti per riscontrare presunte irregolarità nella gestione del denaro pubblico,
Oltre quattromila articoli per il carnevale, tra costumi, maschere, giochi e gadget, non conformi ai requisiti di sicurezza stabiliti dalla Comunità Europea ovvero posti in vendita in assenza di autorizzazione amministrativa sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Sora e di Anagni nel corso di servizi finalizzati alla tutela della salute e della sicurezza dei cittadini.