Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Due uomini di Frosinone arrestati dai Carabinieri con l'accusa di aver estorto denaro ad un imprenditore di Ferentino, ex datore di lavoro di uno dei due; negli ultimi mesi si erano fatti consegnare circa 5000 euro

6 ottobre 2019

Nella tarda serata di ieri, a Ferentino, i militari della locale Stazione Carabinieri agli ordini del mar. Raffaele Alborino, coadiuvati dal personale del NORM della Compagnia di Anagni, hanno tratto in arresto in flagranza di reato due uomini residenti a Frosinone, rispettivamente di 34 e 43 anni, entrambi già censiti per reati contro il patrimonio e la persona, in quanto responsabili di estorsione.
I due già da alcuni mesi avevano preso di mira un facoltoso imprenditore della zona, essendo uno dei due un suo ex dipendente, minacciandolo in varie occasioni di procurargli lesioni nel caso la vittima non avesse elargito loro, di volta in volta, piccole somme di denaro in contanti. Il malcapitato, avendo consegnato agli estortori nel tempo una cifra quasi di 5.000 euro, all’ennesima richiesta di 100 euro contanti, decideva di denunciare l’accaduto ai militari dell’Arma, riferendo altresì loro il luogo ove avrebbe dovuto incontrarsi con i malfattori. Nella circostanza, i militari - dopo aver preliminarmente fotocopiato le banconote in questione - sono intervenuti subito dopo la consegna del denaro, bloccando i il 34enne e il 43enne e restituendo la somma alla vittima.   Al termine delle formalità di rito, i due sono stati arrestati e trasferiti presso la Casa Circondariale di Frosinone in attesa del rito direttissimo.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Ferentino. Un arresto per evasione e una denuncia per furto in una chiesa: i Carabinieri agli ordini del mar. Raffaele Alborino impegnati su più fronti
Un uomo di nazionalità rumena è stato tratto in arresto, questa mattina, dai Carabinieri della stazione di Ferentino coordinati dal mar. Raffaele Alborino; l'accusa, per lui, è di maltrattamenti in famiglia. L'uomo, già da tempo separato dalla moglie, durante un incontro le si è scagliato contro malmenandola e lasciandola a terra dolorante. Sul posto sono immediatamente intervenuti i militari ferentinesi che hanno tratto in arresto l'uomo, non nuovo ad episodi del genere.
Sfruttamento e favoreggiamento in concorso della prostituzione; questa l'accusa con la quale due persone, entrambi di Ferentino, sono stati tratti in arresto dai Carabinieri della locale stazione agli ordini del mar. Raffaele Alborino. Le indagini presero il via già qualche mese fa, a luglio 2015, quando i Carabinieri notarono la donna - una 40enne di Ferentino con problemi di salute - lungo lo stradone ASI, zona notoriamente frequentata da prostitute: per tutta loro durata i militari si sono avvalsi delle sofisticate apparecchiature in loro dotazione.
Un 54enne di nazionalità rumena è stato tratto in arresto in flagranza di reato giovedì mattina dai Carabinieri della stazione di Ferentino coordinati dal mar. Raffaele Alborino; l'uomo, stando a quanto riferiscono i militari, è accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni. In evidente stato di alterazione psicofisica ha aggredito per futili motivi la propria compagna convivente procurandole escoriazioni all’altezza del collo refertate dal personale dell’Ospedale Civile di Frosinone.
Una importante operazione antidroga organizzata su vasta scala ha portato all-operazione è stata portata a termine dai Carabinieri della Compagnia della Città dei Papi agli ordini del cap. Giovanni Camillo Meo in collaborazione con i colleghi della stazione di Ferentino coordinati dal mar. Raffaele Alborino.