Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

I Carabinieri della stazione di Piglio arrestano un 44enne per evasione e denunciano un 51enne per aggressione

14 agosto 2019

Ieri pomeriggio, a Piglio, il personale del locale Comando Stazione Carabinieri coordinato dal mar. Domenico Serpico ha tratto in arresto un 44enne residente in paese, in esecuzione di specifico Ordine di Carcerazione emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Frosinone. Nello specifico, il provvedimento  trae origine  dalle segnalazioni che i militari  avevano inviato alla competente Autorità Giudiziaria  avendo riscontrato diverse violazioni commesse dal 44enne durante il periodo  del beneficio della misura degli arresti domiciliari cui era sottoposto per i reati commessi di recente per oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale nonché per  lesioni personali aggravate. L'Autorità Giudiziaria, condividendo quanto rappresentato e riscontrato dai militari, ha revocato il beneficio già concesso, rispristinando contestualmente la custodia cautelare in carcere.

Questa mattina, sempre a Piglio, il personale del locale Comando Stazione Carabinieri stazione, a conclusione di specifica attività info-investigativa intrapresa a seguito di una denuncia-querela presentata da una 51enne di origini albanesi e residente a Piglio, ha denunciato in stato libertà l’ex convivente della donna, anch’esso 51enne, poiché resosi responsabile del reato di violenza privata e lesioni personali. La donna tramite l’atto di denuncia riferiva che nella mattinata del 12 agosto, mentre era all’interno dell’abitazione popolare assegnata a figli di entrambi, è stata aggredita dall’ex convivente, il quale le sottraeva la borsa al fine di prelevarne le chiavi di casa.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Nella mattinata di oggi, in Piglio, il personale del locale Comando Stazione Carabinieri coordinato dal mar. Domenico Serpico, ha tratto in arresto un 24enne del luogo, (già gravato da diverse vicende penali in materia di stupefacenti ed attualmente sottoposto al regime degli arresti domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione), in esecuzione di specifica ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Frosinone per la violazione degli obblighi cui era sottoposto e segnalata dai militari successivamente al suo recente arresto per il commesso reato di estorsione.
Un grave incidente si è verificato attorno alle 9 di questa mattina - giovedì 4 agosto 2016 - lungo la via Anticolana, tra Anagni e Fiuggi, in località Gricciano, poche centinaia di metri prima dello svincolo per Piglio. Due i veicoli coinvolti: una vettura e un motociclo a bordo del quale viaggiava un giovane residente a Piglio. Ad avere la peggio è stato proprio il motociclista, ricoverato d'urgenza in ospedale. Sul posto i Carabinieri della stazione di Piglio agli ordini del mar. Domenico Serpico e il personale dell'Ares 118.
A Serrone i Carabinieri della Stazione di Piglio agli ordini del mar. Domenico Serpico hanno fermato un 65enne e un 52enne, entrambi pregiudicati ed entrambi residenti a Ostia. I due si aggiravano con fare sospetto nel centro del paese; dopo averli sottoposti a perquisizione personale e veicolare, all’interno dell’autovettura a loro in uso, oltre a numerosi arnesi atto allo scasso, chiavi alterate e coltelli, hanno rinvenuto anche una pistola calibro 6 di provenienza illecita. Per i due è scattato l’arresto per detenzione e porto abusivo di armi, porto abusivo di oggetti atti ad offendere e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli; tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro.
78enne terribile di Serrone evade dagli arresti domiciliari: riacciuffato dai Carabinieri di Piglio e accompagnato in carcere a Frosinone
Nella mattinata di oggi, a Piglio, i militari della locale Stazione hanno tratto in arresto un 32enne, già censito per reati attinenti la sfera sessuale e contro la persona, in esecuzione all’Ordinanza emessa nei suoi confronti dal Tribunale di Frosinone di aggravamento della misura cautelare dell’obbligo di dimora cui l'uomo era sottoposto.