Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Inseguito fino al parcheggio del Bingo di Ferentino e massacrato di botte per una lite sul parcheggio: quattro persone, tra cui un minorenne, denunciati dai Carabinieri della locale stazione

31 luglio 2019

Questa mattina, a Ferentino, i militari della locale Stazione coordinati dal mar. Raffaele Alborino, a parziale conclusione delle indagini conseguenti all’aggressione subita da un giovane del luogo, hanno denunciato in stato di libertà quattro persone del posto (rispettivamente di 36, 43 e 18 anni, nonché un minorenne) poiché ritenute responsabili di lesioni aggravate in concorso. In particolare i militari hanno raccolto univoci e concordanti elementi di colpevolezza nei confronti dei quattro che, dopo avere avuto un’accesa discussione per futili motivi riconducibili al parcheggio di un’autovettura con l’aggredito, lo hanno inseguito a bordo di almeno due automobili fino al piazzale antistante la sala Bingo di Ferentino, dove lo hanno aggredito colpendolo ripetutamente. Nella circostanza il giovane, costretto a recarsi presso il pronto soccorso dell’Ospedale Civile "F. Spaziani" di Frosinone per le numerose contusioni e ferite lacero contuse, è stato dimesso con 20 giorni di prognosi salvo complicazioni.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Ferentino. Un arresto per evasione e una denuncia per furto in una chiesa: i Carabinieri agli ordini del mar. Raffaele Alborino impegnati su più fronti
Due ragazze di Anagni - una di 18, l'altra di venti anni - sono rimaste ferite, alle 5 di questa mattina, in un brutto incidente stradale che si è verificato lungo la via Casilina, all'altezza del Bingo di Ferentino. La dinamica del sinistro è al vaglio dei Carabinieri della stazione di Ferentino agli ordini del mar. Raffaele Alborino: si pensa ad una disattenzione della guidatrice che dopo aver perso il controllo del proprio mezzo è andata a sbattere contro un muro. Entrambi le ragazze sono state trasportate al Pronto Soccorso dell'ospedale di Frosinone "F. Spaziani". Le loro condizioni non sarebbero gravi. Sul posto anche i Vigili del Fuoco.
Un uomo di nazionalità rumena è stato tratto in arresto, questa mattina, dai Carabinieri della stazione di Ferentino coordinati dal mar. Raffaele Alborino; l'accusa, per lui, è di maltrattamenti in famiglia. L'uomo, già da tempo separato dalla moglie, durante un incontro le si è scagliato contro malmenandola e lasciandola a terra dolorante. Sul posto sono immediatamente intervenuti i militari ferentinesi che hanno tratto in arresto l'uomo, non nuovo ad episodi del genere.
Sfruttamento e favoreggiamento in concorso della prostituzione; questa l'accusa con la quale due persone, entrambi di Ferentino, sono stati tratti in arresto dai Carabinieri della locale stazione agli ordini del mar. Raffaele Alborino. Le indagini presero il via già qualche mese fa, a luglio 2015, quando i Carabinieri notarono la donna - una 40enne di Ferentino con problemi di salute - lungo lo stradone ASI, zona notoriamente frequentata da prostitute: per tutta loro durata i militari si sono avvalsi delle sofisticate apparecchiature in loro dotazione.
Una importante operazione antidroga organizzata su vasta scala ha portato all-operazione è stata portata a termine dai Carabinieri della Compagnia della Città dei Papi agli ordini del cap. Giovanni Camillo Meo in collaborazione con i colleghi della stazione di Ferentino coordinati dal mar. Raffaele Alborino.