Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

I Carabinieri della Compagnia di Alatri impegnati a pattugliare il territorio: arrestato un 52enne del luogo che aveva tentato di rubare una panchina da un parco pubblico per rivenderla

controlli anche a Fiuggi, Alatri e Guarcino: arresti, denunce e sanzioni - 31 luglio 2019

Nella serata di ieri, a Fiuggi, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno notificato un provvedimento di misura cautelare di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle persone offese, emesso dal Tribunale di Frosinone, a carico di un cittadino albanese 43enne del posto (già censito per reati contro la persona e la pubblica amministrazione, nonchè maltrattamenti in famiglia).
Il provvedimento è scaturito dalla denuncia-querela presentata nel mese di gennaio 2018 nei confronti dell'uomo da parte della ex consorte, avendo lo stesso nella circostanza e in precedenti varie occasioni, alla presenza dei tre figli minori, minacciato ed aggredito fisicamente la donna, venendo per questo già deferito in stato di libertà lo scorso 10 gennaio 2018 per il reato di maltrattamenti in famiglia.

Nel pomeriggio di ieri, i militari delle locali Stazioni Carabinieri dipendenti dalla Compagnia di Alatri, congiuntamente al personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Frosinone, hanno attuato un servizio finalizzato al contrasto del lavoro nero ed allo sfruttamento dei lavoratori stranieri. I Carabinieri ad Alatri hanno provveduto ad effettuare un controllo presso una ditta di autolavaggio gestita da un 38enne di nazionalità egiziana, ove veniva riscontrata la presenza di due lavoratori in nero. Nei confronti del titolare sono state elevate le sanzioni relative al provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale, con annessa sanzione amministrativa di 2000 euro, nonché la maxi sanzione per lavoro nero di 3600 euro, per complessivi 5600 euro. La sospensione dell’attività avrà durata fino alla  regolarizzazione dei due lavoratori.

Sempre nell’ambito degli stessi controlli, un’ulteriore ispezione è stata svolta a Guarcino, presso un albergo ristorante ove è stata riscontrata la presenza di un lavoratore in nero. Anche nei confronti di tale attività è stato disposto il provvedimento di sospensione, in attesa di regolarizzazione del lavoratore, oltre ad una sanzione amministrativa complessiva di euro 3800.

Nel pomeriggio di ieri, a Fiuggi, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno eseguito una ordinanza di revoca degli arresti domiciliari con relativa custodia cautelare in carcere emessa dalla Procura della Repubblica di Frosinone nei confronti di un 29enne rumeno (già censito per reati contro il patrimonio, la persona ed in materia di stupefacenti). Il prevenuto, condannato all’espiazione di una pena residua di anni 2, mesi 10 e giorni 15 di reclusione per i reati di furto aggravato, lesioni personali aggravate, resistenza a P.U. e guida in stato di ebbrezza, commessi in provincia di Frosinone dal 2011 al 2019, per i quali veniva sottoposto in data 19 luglio 2019 alla misura degli arresti domiciliari presso il proprio domicilio, nella giornata di ieri riceveva a suo carico il provvedimento più grave di revoca degli arresti domiciliari con contestuale custodia cautelare in carcere.       
L’arrestato, pertanto, al termine delle formalità di rito veniva tradotto presso la Casa circondariale di Frosinone a disposizione dell’A.G..

Nel pomeriggio di ieri, ad Alatri, i militari dell’aliquota radiomobile della locale Compagnia Carabinieri hanno deferito in stato di libertà un 52enne alatrense, nullafacente, già noto alle Forze dell’Ordine in quanto censito per i reati di furto, estorsione, evasione ed in materia di stupefacenti. L’uomo veniva sorpreso nel centro cittadino mentre tentava di impossessarsi di una panchina pubblica con l’intento verosimilmente di venderla, avendo provveduto già a svitarne i bulloni che la ancoravano al suolo. Sempre i militari dell’aliquota radiomobile, nella mattinata odierna, durante l’espletamento del servizio perlustrativo, sorprendevano nuovamente il 52enne nel centro di Alatri, il quale si trovava all’interno del piazzale di un’attività commerciale mentre, mediante un grosso cacciavite, cercava di forzare il blocco di accensione di un furgone Fiat di proprietà di un 60enne di Alatri. Questa volta i militari provvedevano a trarre in arresto il prevenuto perché responsabile del reato di tentato furto aggravato. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, come disposto dall’A.G..


TI POTREBBERO INTERESSARE

Evade dagli arresti domiciliari, 25enne rumeno residente ad Alatri tratto in arresto dai Carabinieri; il giovane è già censito per reati legati agli stupefacenti, lesioni, minacce e maltrattamenti in famiglia
Servizi straordinari di controllo e di prevenzione del crimine da parte dei Carabinieri della Compagnia di Alatri che nel corso dell'ultimo week-end hanno battuto palmo a palmo il territorio; l’attività ha visto impiegati i Carabinieri della Compagnia oltre che ad Alatri, anche a Fiuggi, Boville Ernica, Veroli e Guarcino, con l’impiego di sei autovetture e 12 militari.
I Carabinieri del Comando Stazione Carabinieri di Guarcino, nell’ambito di un predisposto servizio teso a contrastare la commissione dei reati in genere, hanno rintracciato e tratto in arresto un 24enne ciociaro, già gravato da vicende penali per reati commessi contro la persona ed il patrimonio, poiché resosi responsabile del reato di evasione.
Alatri. I Carabinieri arrestano un 25enne rumeno che era evaso dai domiciliari dove stava scontando una pena per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti
Nel tardo pomeriggio di mercoledì, ad Alatri, i Carabinieri del Nucleo Operativo Radio Mobile della locale Compagnia, hanno in arresto in flagranza di reato un 27enne cittadino rumeno domiciliato in città, poiché resosi responsabile dei reati di “sostituzione di persona, falsa attestazione a pubblico ufficiale e possesso di carta identità falsa”. Lo straniero, controllato alla guida della propria autovettura mentre percorreva la S.R. 155 per Fiuggi, all'altezza di località Le Pigne, ha esibito una carta di identità valida per l’espatrio intestata ad un connazionale, risultata falsa. I militari operanti hanno riconosciuto lo straniero poiché qualche giorno prima lo avevano denunciato in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza, con conseguente ritiro della patente di guida. Inoltre all'uomo erano stati effettuati accertamenti fotodattiloscopici per la conferma dei dati. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato trasferito presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari