Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Guardia di Finanza di Fiuggi. Evasione fiscale milionaria. Sgominata associazione a delinquere operante nel settore del commercio all'ingrosso di prodotti petroliferi e lubrificanti

8 luglio 2019

I Finanzieri della Tenenza di Fiuggi, nell’ambito di un importante operazione di servizio nel settore del commercio all’ingrosso di prodotti petroliferi e lubrificanti hanno individuato una società che, pur realizzando un giro di affari milionario, aveva omesso di dichiarare al Fisco i redditi e di versare le imposte dovute.
Gli accertamenti effettuati dalle Fiamme Gialle fiuggine hanno preso spunto da un’attività informativa sul territorio e dai successivi riscontri eseguiti attraverso le banche dati in uso al Corpo nonché l'esame di segnalazioni per operazioni bancarie sospette relative a movimentazioni di denaro.
In tale contesto, emergeva la posizione di una società di capitali, operante sull’intero territorio nazionale, con sede legale a Fiumicino, le cui quote sociali erano detenute interamente da una persona nullatenente residente a Fiuggi, e rivelatesi essere una mera testa di legno alla quale era stato affidato anche l’incarico di amministratore unico.
Gli approfondimenti eseguiti nell’ambito dell’operazione convenzionalmente denominata “GOLD FUEL”, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Civitavecchia, consentivano di individuare una società che commercializzava carburante acquistato da soggetti operanti nel Centro-Nord Italia, a sua volta proveniente dalla Slovenia per il tramite di un intermediario, con sede in Cipro (EE), che è risultato, tra l’altro, non assolvere gli obblighi tributari.
Analogamente, anche la società indagata aveva omesso di presentare le prescritte dichiarazioni dei redditi nonché effettuare i dovuti versamenti d’imposta, motivo per cui aveva assunto la natura di “evasore totale”.
Nel corso dell’attività di indagine, venivano identificati i vari responsabili della frode il cui sistema messo in atto aveva permesso ai tre soggetti individuati non solo di realizzare un’ingentissima evasione fiscale, ma anche di produrre una vera e propria alterazione delle regole di mercato, consentendo alla società coinvolta di cedere a distributori stradali di carburante - per la maggior parte “pompe bianche” - partite di prodotto a prezzi notevolmente più bassi rispetto a quelli ordinariamente praticati.
Al termine dell’operazione di servizio veniva quantificato un ammontare di ricavi non dichiarati per oltre 15 milioni di euro, un’I.V.A. evasa per oltre 3 milioni di euro ed un’evasione alle imposte sui redditi per circa 1 milione di euro.
Sono così stati deferiti all’Autorità Giudiziaria di Civitavecchia n. 3 soggetti per i reati di associazione a delinquere finalizzata all’omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali e di occultamento delle scritture contabili.
L’operazione sviluppata dalle Fiamme Gialle fiuggine si inquadra nelle rinnovate linee strategiche del Corpo, volte a rafforzare l’azione di contrasto ai fenomeni di criminalità economico-finanziaria più insidiosi, nella prospettiva di aggredire i patrimoni dei soggetti dediti ad attività illecite assicurando l’effettivo recupero dei proventi illegali.
In tale contesto, la lotta alle gravi frodi fiscali, come quella individuata, costituisce un peculiare ambito di intervento della Guardia di Finanza, il cui dispositivo operativo è volto a contrastare quei criminali economici che, attraverso condotte spregiudicate e senza scrupoli, sottraggono risorse fondamentali per lo sviluppo e la crescita economica del Paese, a discapito degli imprenditori che quotidianamente svolgono la loro attività nel rispetto delle regole.


TI POTREBBERO INTERESSARE

La lotta alla contraffazione passa anche attraverso il web: prodotti abilmente contraffatti commercializzati attraverso siti internet, che garantivano anonimato ed efficiente rete commerciale, sono stati oggetto di indagine a cura della Tenenza della Guardia di Finanza di Fiuggi.
Questa mattina è stato firmato il contratto di comodato gratuito tra il Comune di Anagni e la Guardia di Finanza che permetterà alla locale Brigata delle Fiamme Gialle di trasferirsi nell'ex tribunale di via Carlo Alberto Dalla Chiesa. Il contratto prevede la cessione in comodato d'uso gratuito di locali per venti anni e risolve la difficoltà della Guardia di Finanza di reperire locali adeguati per svolgere un importante servizio per la città. Contestualmente il Comune ottimizza gli spazi dell'ex tribunale, dove già si trova la Polizia Locale, destinato a diventare una cittadella della sicurezza. Il contratto è stato firmato alla presenza del sindaco Fausto Bassetta, del comandante provinciale della Finanza, colonnello Roberto Piccinini, e del comandante della Brigata di Anagni, luogotenente Carlo D'Onorio. I vertici della Guardia di Finanza hanno espresso viva soddisfazione per l'accordo raggiunto con il Comune di Anagni. Sempre questa mattina sono iniziate le operazioni di trasferimento degli uffici.
Traffico di droga a piazza Spada di Fiuggi, sei persone sottoposte a misure personali cautelari; blitz di Carabinieri e Guardia di Finanza. Coinvolti alcuni minorenni; elicottero e le sirene svegliano i residenti
Guardia di Finanza Frosinone: via alla revisione organizzativa dei vari reparti del Corpo
Venerdì primo luglio, in Sora, si è svolta la cerimonia di inaugurazione ed intitolazione al Finanziere Salvatore Giovannone della nuova caserma della Tenenza della Guardia di Finanza di Sora. La caserma occupa una parte dell’immobile già sede della Biblioteca Comunale, opportunamente ristrutturata a cura del Comune di Sora. La cerimonia ha avuto luogo alla presenza del Comandante Interregionale dell’Italia Centrale della Guardia di Finanza: Generale di Divisione Bruno Buratti, del Prefetto di Frosinone: Dr.ssa Emilia Zarrilli, e di numerose autorità civili, militari e religiose.