Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Vico nel Lazio. Investe e manda all'ospedale tre donne durante la processione di santa Barbara: le vittime formalizzano atto di querela nei confronti del 25enne

1 luglio 2019

I Carabinieri della stazione di Vico del Lazio hanno deferito in stato di libertà anche per il reato di lesioni personali colpose il 25enne di Vico nel Lazio già tratto in arresto lo scorso 29 giugno quando, dopo essersi appropriato di un’autovettura, si era posto alla guida sprovvisto di patente e sotto l’effetto dell’alcool. Il giovane nell’occasione, incurante dell’alt intimatogli dal personale della Polizia Municipale, aveva imboccato ad elevata velocità la via Santa Barbara di Vico nel Lazio, finendo contro il corteo della processione religiosa in onore dell’omonima Santa, investendo tre fedeli, una 49enne, una 44enne e una 80enne del luogo, le quali venivano trasportate in “codice giallo” presso l’ospedale “F. Spaziani” di Frosinone e presso l’ospedale “San Benedetto” di Alatri, ove dopo essere state sottoposte alle cure del caso, venivano giudicate guaribili rispettivamente in giorni 20, 20 e 5 s.c..
Le vittime hanno formalizzato l’atto di querela nei confronti del 25enne che veniva pertanto deferito in stato di libertà anche per il reato di lesioni personali colpose.

 


TI POTREBBERO INTERESSARE

Da questa mattina presto non si hanno più notizie di un uomo di circa 70 anni che ora risulta disperso nel territorio compreso tra Vico nel Lazio e Collepardo, nei pressi del Pozzo d'Antullo. Continua a leggere...
Brillante doppia operazione dei carabinieri di Alatri nell’ambito del contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.
Ferentino. Arrestato 47enne del luogo: deve scontare la pena della reclusione di due anni e mezzo per spaccio di sostanze stupefacenti; a Frosinone i Carabinieri di Vico nel Lazio denunciano un 67enne per truffa
Gravi sfregi sono stati inferti, apparentemente senza motivo, a uno dei mezzi in dotazione alla Protezione Civile Vi.Vo. Ambiente di Vico del Lazio; a provocare i danni, che ammontano a diverse centinaia di euro, sono stati ignoti vandali: specchietto retrovisore girato, tappo della benzina forzato, sirena lampeggiante staccata via.
Nel pomeriggio di ieri in Vico nel Lazio i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione di una complessa attività investigativa in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare con applicazione della misura degli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone, hanno tratto in arresto D.S.G., 52enne frusinate, ritenuto responsabile del reato di rapina aggravata. L’Autorità Giudiziaria, condividendo le risultanze investigative dei militari, ha emesso il suddetto provvedimento cautelare personale nei confronti del 52enne, già censito per reati contro il patrimonio, la pubblica amministrazione e gli stupefacenti, ritenendo l’uomo responsabile della rapina perpetrata il 9 dicembre scorso presso una cartolibreria ubicata a Vico nel Lazio. Nell’occasione D.S.G., con volto travisato da passamontagna e armato di coltello, ha fatto irruzione all’interno dell’attività commerciale minacciando la titolare facendosi consegnare il denaro contante presente in cassa, pari a circa 150 euro, dandosi successivamente a precipitosa fuga. L’arrestato - espletate le formalità di rito - è stato trasferito presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari.