Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Botti da orbi al ristorante della comunione: denunciati in sei; alcuni di loro, dopo essersi fatti dare la torta sono scappati via senza pagare il conto per le venti persone invitate

10 giugno 2019

I Carabinieri della Compagnia di Anagni a conclusione delle indagini iniziate ieri, come riferito dal nostro giornale su questo articolo, hanno denunciato in stato di libertà sei persone responsabili di rissa aggravata con lesioni tra cui un 46enne, un 36enne, un 47enne, un 26enne e un 40enne, tutti residenti nella provincia di Frosinone, ed un 46enne residente nella provincia di Roma. Tutti dovranno rispondere di rissa e danneggiamento mentre il 36enne frusinate anche di insolvenza fraudolenta. Ieri i sei si trovavano in un noto ristorante di Anagni per festeggiare una comunione quando uno di loro, per futili motivi, ha più volte colpito con calci e pugni il 40enne scatenando la reazione degli altri tre presenti che imperterriti hanno continuato a picchiare il malcapitato che a sua volta ha reagito unitamente a un suo parente. Gli autori della rissa approfittando del parapiglia dopo essersi fatti dare la torta sono scappati via senza pagare il conto per le venti persone invitate. Il proprietario del ristorante ha presentato una denuncia per insolvenza fraudolenta in quanto il promotore del banchetto non ha onorato il corrispettivo di quasi 700 euro.


TI POTREBBERO INTERESSARE

“Rissa in atto” è la nota che l’operatore 113 del Commissariato di Fiuggi dirama alle Volanti presenti sul territorio. Scenario della vicenda è un paese dei Monti Ernici. Giunti prontamente sul posto gli agenti identificano i “protagonisti”: sono due fratelli ed uno zio. Dai primi accertamenti effettuati dai poliziotti emerge che il motivo del contendere, poi degenerato violentemente, è legato ad una questione di denaro. Per tutti e tre scatta la denuncia per rissa aggravata; due indagati hanno dovuto far ricorso alle cure dei sanitari per le ferite riportate.
Aveva preso, senza pagare, diversi vestiti da un negozio di abbigliamento. È stato però scoperto e denunciato per furto aggravato. È successo stamattina a Ferentino.
Schiaffi, pugni e calci durante il banchetto di una comunione: violenta rissa in un noto ristorante di Anagni. Intervengono i Carabinieri; terrore tra gli avventori
Un 46enne di Fiuggi, responsabile del reato di cui all’art. 641 C.P. (insolvenza fraudolenta) commesso in data 03 dicembre 2009 è stato arrestato dai Carabinieri della locale stazione in ottemperanza all’ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Brescia il primo luglio scorso. Espletate le formalità di rito, l'uomo è stato veniva sottoposto al regime degli arresti domiciliari dovendo espiare la pena di sei mesi.
A Ferentino, il personale del locale Comando Stazione Carabinieri al termine di specifica attività info-investigativa scaturita da una denuncia–querela presentata da un’operatrice in servizio presso una casa famiglia, hanno denunciato in stato di libertà, al Tribunale per i Minori di Roma, quattro minori stranieri affidati alla struttura, poiché resisi responsabili del reato di rissa.