Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Frosinone. Squadra Volante: truffa della gomma forata a un 72enne; denunciati due campani in trasferta in Ciociaria

30 maggio 2019

Era il mese di marzo quando un anziano del capoluogo all’uscita del supermercato in via Aldo Moro dopo aver fatto spesa trova lo pneumatico della propria autovettura forato. L'uomo, dopo aver provveduto alla sostituzione, si rende conto del furto del borsello che aveva poggiato in auto sul sedile anteriore. In realtà da quel momento inizieranno una serie di prelievi con la carta bancomat della vittima pari a circa 1500 euro in un solo giorno. Gli agenti delle volanti a seguito di una indagine capillare accertano che si sono susseguiti ben otto prelievi in diverse attività commerciali della città, dal tabacchi, al bar, al ristorante, al distributore di carburante. L'indagine inizia ccon l’analisi delle immagini di videosorveglianza di tutti gli esercizi commerciali in questione.
Dall’attenta e costante osservazione delle stesse gli agenti attraverso, anche, ulteriori accertamenti incrociati rilevano che sono due i malviventi che hanno agito.
Attraverso una susseguente attività di individuazione fotografica gli operatori che hanno seguito meticolosamente il caso sono riusciti a dare un nome e cognome ai responsabili della ripetuta truffa ai danni dell’anziano; si tratta di due campani residenti nel napoletano di 30 e 34 anni. Entrambi sono stati denunciati all'autorità giudiziaria.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Corruzione, concussione, truffa aggravata e falso: due agenti della Polizia di Stato di Colleferro in manette, chiedevano soldi per non multare automobilisti e autotrasportatori
Truffa ed appropriazione indebita ai danni dell’amministratore unico di un concessionario di auto di Frosinone: 40enne cubana denunciata dalla Polizia di Stato
Finito male il tentativo di truffa di un uomo napoletano settantenne con alle spalle numerose vicende giudiziarie, arrestato l’altra sera dai Carabinieri della stazione di Valmontone con l’accusa di truffa aggravata nei confronti del gestore di un bar-tabacchi del centro di Valmontone.

Frosinone. Intera famiglia a giudizio per aver truffato correntisti postali. Pronto il risarcimento

Dopo l’arresto di una cinquantenne dipendente di un Ufficio Postale della provincia, finisce nella rete della Polizia anche il marito
Nello scorso mese di febbraio gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato una cinquantenne impiegata di un ufficio postale della provincia di Frosinone. Pesante fu, in quel caso, l’accusa formulata dagli inquirenti a suo carico: si trattò di una vera e propria truffa ai danni di ignari risparmiatori.
Si è conclusa dopo due anni d’indagine una vasta operazione condotta dalla Polizia Stradale di Frosinone terminata con ben 112 persone indagate, a vario titolo, per riciclaggio, ricettazione, truffa, falso e sostituzione di persona. L’operazione, denominata “Cash & Car”, ha avuto inizio con il ritrovamento di un'autovettura BMW X5 con targhe e telaio contraffatti, trovata nella disponibilità di un pregiudicato di Ceccano (FR), ed ha portato a disarticolare un complesso sistema delinquenziale che ha visto coinvolte agenzie di servizi e intermediazione finanziaria ed alcuni autosaloni della provincia. Maggiori dettagli verranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle ore 10:30 presso la Sezione Polizia Stradale di Frosinone.