Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Frosinone. Controlli straordinari di sicurezza della DIGOS: arrestato un nigeriano, denunciata la convivente, sequestrata la “droga del combattente”

29 maggio 2019

Nella giornata di ieri durante i controlli straordinari di sicurezza coordinati dalla Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione ed eseguiti dalla DIGOS della Questura di Frosinone nella zona scalo del capoluogo e nella fattispecie nelle adiacenze della Stazione Ferroviaria veniva fermato un cittadino nigeriano con richiesta di permesso di soggiorno, già oggetto di attenzione da parte della DIGOS della Questura di Brindisi. In realtà lo stesso era oggetto di costante osservazione perché dedito al traffico di una particolare sostanza farmaceutica denominata tramadol contenente principi sintetici a base oppioide comunemente nota come “droga del combattente”.
All’atto del controllo gli operatori della DIGOS rinvenivano sul soggetto in questione diverse compresse della sostanza suindicata. A seguito di quanto acclarato veniva effettuata una perquisizione domiciliare presso la residenza dell’individuo, ubicata in un comune limitrofo. All’esito di quest’ultima, nell’abitazione, e precisamente nella stanza da letto, gli investigatori rinvenivano altre 50 compresse del tramadol oltre a 60 compresse di altro farmaco contenente oppioide denominato “rohypnol” e circa 950 grammi di sostanza stupefacente in fase di analisi. Nella circostanza venivano altresì rinvenuti 100 sacchetti di cellophane con il sigillo a pressione. Tratto in arresto il 23enne.
Sul posto, durante le operazioni di accertamento vi era la presenza della compagna dell’arrestato, anch’essa 23enne nigeriana, indagata in stato di libertà per lo stesso reato: spaccio di sostanza stupefacente. 


TI POTREBBERO INTERESSARE

Non si ferma l’attenzione del reparto volanti della Questura di Frosinone nel quotidiano monitoraggio della zona a rischio della città e nello specifico la zona ferroviaria.
23enne di nazionalità nigeriana sorpreso senza biglietto dal capotreno crea il panico alla stazione di Frosinone: arrestato
Inizia l’iter per la realizzazione del parcheggio a pagamento presso la Stazione ferroviaria del Comune di Anagni.
Nella tarda mattinata di oggi - giovedì 31 luglio - a Frosinone, un uomo residente a Ferentino mentre camminava nei pressi della locale stazione ferroviaria, è stato avvicinato da una donna che fingendosi una vecchia conoscenza lo ha abbracciato e con destrezza gli ha sfilato la collana che indossava, allontanandosi subito dopo. Il malcapitato, resosi conto dell’ammanco, si è subito rivolto ai Carabinieri della Stazione di Frosinone Scalo i quali, dalla descrizione raccolta ed intuendo che la donna potesse essersi allontana a bordo di un treno, hanno allertato subito il personale Polizia Ferroviaria che a seguito di controlli hanno intercettato l’autrice del reato alla stazione ferroviaria di Cassino sul treno Frosinone-Caserta. La donna, una 34enne di Frosinone residente in un paese del casertano, già censita per analoghi reati, è stata denunciata in stato di libertà dalla Stazione Frosinone Scalo congiuntamente alla Sezione della Polizia Ferroviaria. La collana del valore di euro 200 è stata recuperata e restituita all’avente diritto.
Terminata la partita Frosinone Calcio - F.C. Inter con la vittoria degli ospiti per una rete a zero è il momento di far defluire l'enorme flusso di tifosi; questa è - nel momento in cui scriviamo (ore 17.35) - la situazione dalle parti di Frosinone Scalo: automobili ferme da circa mezz'ora, con la Polizia di Stato che accompagna i tifosi alla stazione ferroviaria. Si consigliano percorsi alternativi.