Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Tentata truffa ai danni di un anziano di Ferentino, 38enne residente in Sicilia - già gravato da reati specifici - denunciato dai Carabinieri

9 maggio 2019

Ieri, a Ferentino, il personale del locale Comando Stazione Carabinieri, al termine di specifica attività info-investigativa, ha deferito in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria un 38enne, residente in Sicilia (già gravato da reati specifici) poiché resosi responsabile del reato di tentata truffa, perpetrata con l’artifizio della cosiddetta tecnica dello “specchietto”.
Gli accertamenti posti in essere dai Carabinieri hanno permesso di identificare e raccogliere univoci e concordanti elementi di  colpevolezza nei confronti del giovane, il quale lo scorso 23 aprile 2019, nel centro di Ferentino, mediante la simulazione della rottura dello specchietto retrovisore del proprio veicolo, ha indotto un anziano del luogo a presentare denuncia del danno alla propria assicurazione.

 


TI POTREBBERO INTERESSARE

Truffa dello specchietto: 27enne napoletano denunciato dai Carabinieri delal stazione di Ferentino. Aveva provato ad ingannare un 68enne di Alatri I Carabinieri della stazione di Ferentino agli ordini del mar. Raffaele Alborino, al termine degli accertamenti del caso, hanno denunciato in stato di libertà un 27enne della provincia di Napoli, già censito per reati specifici, perché resosi responsabile del reato di tentata truffa. Le indagini hanno permesso di identificare e raccogliere univoci e coincidenti elementi di colpevolezza a carico del giovane che, unitamente ad un altro soggetto non ancora identificato, nei giorni scorsi ha tentato la cosiddetta “truffa con lo specchietto” in danno di un 68enne residente ad Alatri. Nella circostanza i due desistevano dal portare a termine il reato attesa la richiesta di intervento dell’Arma da parte del malcapitato.
Anagni. Prova ad ingannare un'astuta 72enne anagnina con la truffa dello specchietto la quale però non ci casca e chiama i Carabinieri: denunciato 35enne siciliano
Nella giornata di ieri, a Fiuggi, i militari della locale Stazione Carabinieri, a conclusione di attività investigativa, hanno denunciato in stato di libertà tre persone, tutte residenti a Taranto; si tratta di una donna 49enne e due uomini rispettivamente di 32 e 27 anni (già censiti per reati contro il patrimonio e gli stupefacenti) per il reato di tentata truffa.
Finito male il tentativo di truffa di un uomo napoletano settantenne con alle spalle numerose vicende giudiziarie, arrestato l’altra sera dai Carabinieri della stazione di Valmontone con l’accusa di truffa aggravata nei confronti del gestore di un bar-tabacchi del centro di Valmontone.
Una donna 50enne di Ferentino, già censita per reati contro il patrimonio, è stata denunciata dai Carabinieri agli ordini del mar. Raffaele Alborino per il reato di truffa. Stando alle indagini dei Carabinieri, dopo essersi recata nell’attività commerciale, con artifizi e raggiri, induceva in errore la querelante - una commerciante di Ferentino - facendosi consegnare un telefono cellulare del valore di circa 300 euro, allontanandosi poi velocemente per le vie adiacenti. Le indagini sono tuttora in corso.