Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Ingiurie, minacce e vessazioni nei confronti dei vicini con figlio minorenne: donna di 52 anni riceve dai Carabinieri di Veroli provvedimento di divieto di comunicare e di avvicinarsi a loro

9 maggio 2019

Ieri, il personale del Comando Stazione Carabinieri di Veroli ha notificato il provvedimento di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle persone offese, all’obbligo di comunicare in qualsiasi modo e stare a distanza dalle stesse, emesso dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Frosinone per il reato di atti persecutori nei confronti di una 52enne residente in un comune situato a nord della provincia.
Il provvedimento in argomento scaturiva a seguito di una denuncia–querela sporta nel mese di marzo 2019 presso la Procura della Repubblica di Frosinone da due coniugi, residenti nel Comune ove risiede la destinataria del provvedimento stesso, i quali asserivano, nell’atto di denuncia, che dal mese di settembre dello scorso anno ed in  più circostanze venivano spesso insultati, minacciati ed intimoriti quando uscivano e rientravano dalla loro abitazione dalla donna che, oramai, aveva preso l’abitudine di accanirsi nei loro confronti senza un particolare motivo, con l’aggravante anche di commettere tali gesti nei confronti del loro figlio minore.
Tali situazioni avevano creato un grave stato di agitazione e paura nei denuncianti tanto che furono costretti  a cambiare le proprie abitudini di vita per evitare di incontrare la donna e di assistere alle sue ingiustificabili vessazioni.
Di fatto non vi sono motivi ben definiti che possano far capire l’origine dell’accanimento della donna nei confronti della coppia, accanimento spesso sfociato in ingiurie, minacce e frasi lesive nei confronti della loro immagine e reputazione e, pertanto, il provvedimento adottato e notificato alla donna ha il solo scopo di arginare tale condotta e di tutelare il regolare svolgimento della vita quotidiana della coppia.


 

TI POTREBBERO INTERESSARE

49enne di Veroli tratto in arresto dai Carabinieri per il reato di lesioni commesse in Ferentino nel 2013 in concorso con il fratello
Nel pomeriggio del 3 maggio scorso, i Carabinieri di Veroli, in collaborazione con quelli delle Compagnie di Sora e Subiaco, in ottemperanza all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Frosinone – Ufficio Esecuzioni Penali, hanno tratto in arresto un 26enne domiciliato a Veroli, un 31enne domiciliato a Sora ed una 30enne domiciliata in provincia di Roma, tutti di nazionalità romena e già censiti per reati contro il patrimonio.
Evade dai domiciliari: 53enne arrestato dai Carabinieri a Veroli; era già in stato di fermo poiché nel 2013 aveva aggredito il suo affittuario di Ferentino, reo di non pagargli l'affitto
Resistenza, minaccia e lesioni a Pubblico Ufficiale: in manette un 33enne di Veroli che ha preso a calci e pugni i Carabinieri e la loro auto
Veroli. Prende a pugni in faccia una 54enne sua conoscente: 60enne di Boville Ernica denunciato in stato di libertà dai Carabinieri