Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Violenza sessuale su un suo studente all'epoca 15enne: docente 50enne anagnino a processo; la prossima udienza il 28 maggio

8 maggio 2019

Sarebbe stato abusato sessualmente da un suo insegnante, un 50enne residente ad Anagni; la vittima - all'epoca 16enne, dopo anni di violenza, avrebbe fatto scattare la denuncia; se ne discusso ieri - martedì 7 maggio - nelle aule del Tribunale di Frosinone. Stando al racconto dell'accusa, l'uomo avrebbe approfittato dell'amicizia nel frattempo instaurata con la madre del giovane che, con fiducia, spesso li lasciava soli a sbrigare i compiti. Purtroppo per il ragazzo, però, l'uomo approfittava di quei momenti per abusare di lui; una delle violenze, sempre stando al racconto dell'accusa, sarebbe avvenuta a Parigi. A frenare il ragazzo dal raccontare tutto ai genitori sarebbe stata la minaccia da parte dell'insegnante: "o tieni il segreto, o ti metto un brutto voto". A difendere il docente, l'avvocato Vincenzo Galassi: l'imputato, fin da subito, ha sempre respinto ogni addebito.
La prossima udienza è prevista per il prossimo 28 maggio; verranno ascoltati il consulente della procura e quello di parte per un contraddittorio. Il giovane che si è costituito parte civile sarà rappresentato dall'avvocato Mario Scialla del foro di Roma.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Costerà cara ad un 24enne residente ad Anagni la notte brava portata a termine tra venerdì e sabato ad Acuto; il giovane, infatti, è stato tratto in arresto dai Carabinieri della locale stazione impegnati in un servizio di controllo del territorio con l'accusa di violenza, resistenza, oltraggio e lesioni a Pubblico Ufficiale.
Danneggiamento aggravato, violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale: queste le gravissime accuse con le quali un cittadino straniero di 45 anni del quale non sono state rese note le generalità è stato tratto in arresto dai Carabinieri della stazione di Ferentino agli ordini del mar. Raffaele Alborino. L'uomo, in evidente stato di alterazione psico-fisica dovuto probabilmente all’abuso di alcolici, aveva gravemente danneggiato alcuni suppellettili della hall di un hotel di Ferentino. L’immediato intervento dei militari dell’Arma ha consentito di limitare l’azione dell’uomo che opponeva energica resistenza agli operatori aggredendoli con schiaffi e pugni. L’arrestato, ad espletate formalità di rito, è statp trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Anagni in attesa del rito direttissimo disposto dell’Autorità Giudiziaria.
Stava minacciando una donna. E, quando sono arrivati i carabinieri a bloccarlo, non ha esitato a scagliarsi anche contro di loro. Inevitabili per lui le manette.
Aveva tentato di rubare all’interno di un centro commerciale. Scoperto, ha provato a scappare e, raggiunto, ad aggredire i carabinieri. Inevitabile a questo punto l’arresto. La scorsa notte, ad Alatri, i militari della locale Stazione, hanno arrestato un 23enne romeno senza fissa dimora, responsabile di concorso in tentata rapina impropria, violenza e resistenza.
Si è scagliato contro i militari accorsi per sedare una lite avvenuta tra le mura domestiche ma è stato bloccato e tratto in arresto per violenza e resistenza a Pubblico ufficiale e lesioni; è la sorte toccata ad un cinquantenne di Paliano che nella notte tra giovedì e venerdì - forse in preda ai fumi dell-è presa con i Carabinieri della stazione di Piglio, intervenuti su segnalazione della centrale operativa di Anagni.